Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Pavoletti: "Partita importante per ritrovare la condizione"

"Cerco sempre di dare il massimo"

Condividi su:

La gara tra Cagliari e Palermo è terminata con il risultato di 2-1 e Leonardo Pavoletti, tra i migliori nella gara di oggi, è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione contro i rosanero.

Ecco le sue parole:

"Non mi aspettavo di giocare, ho avuto questo infortunio subdolo che non mi dava certezze sui tempi di recupero e non è stato facile,sono stato fortunato per il fatto che i miei compagni stavano bene.

Il feeling con Lapadula? Ci vogliamo bene, ce ne siamo sempre voluti e adesso dobbiamo lavorare sul feeling, oggi era anche la prima volta che giocavo con Mancosu, eravamo tre sconosciuti in campo (ride) e mi sono messo a disposizione. Adesso dobbiamo conoscerci in fretta... 

Questi novanta minuti mi servono per ritrovare la condizione. È stato difficile stare fermo così tanti mesi, vedere la squadra in TV, e ringrazio anche il mister che ha sempre avuto una parola per me, voglio ripagarlo ai play-off. 

Ho saputo ieri che avrei giocato, io cerco sempre di dare il massimo. Il bello di questa squadra è che tutti hanno portato punti per l'obiettivo finale, il mister ha sempre trovato il momento giusto per mettere in campo la persona giusta, il mister ha occhio, ed ero sicuro che quando mi avesse messo in campo, avrei potuto dare il mio contributo. 

Il gruppo è unito, siamo tutti partecipi, c'è grande entusiasmo e siamo in tanti a sentirci sardi. Le gare di playoff sono un po' pazze e dovremo essere preparati. L'obiettivo per me era riuscire a giocare una gara intera, ormai per me stava diventando difficile finirne una (vuoi per ragioni tecnico tattiche o perché non ce la facevo), quindi vale come un gol. 

La squadra l'ho ritrovata carica e più sicura,doppi gol rifacciamo prendere dalla fretta di recuperare il risultato, e questa è una piccola pecca da migliorare, tanto si sa che prima o poi si riesce a rimontare... 

Con Ceppitelli non mi sono sentito, spero di non giocare contro il Venezia, rievoca brutti ricordi. Ma, dovesse essere, la affronteremo al meglio, ritroviamo due amici (Ceppi e Carboni) e poi stiamo andando a mille. Il Cagliari mi garba... Sono contento quando ho occasioni, vuol dire che ci sono, e prima o poi gira la ruota... 

Un attaccante vive per il gol, ma se non giochi non lo fai. Io i miei gol li ho sempre fatti, ma il mio sogno in questo periodo era arrivare ai play-off un po' più fresco egli altri e il mister mi sta dosando per farmi ritrovare la condizione. Basta anche un golletto, darebbe grande fiducia".

Condividi su:

Seguici su Facebook