Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pavoletti: "Non siamo ancora pronti per qualcosa di importante"

"Dobbiamo crescere in fretta"

Condividi su:

La gara tra Cagliari e Venezia è terminata con il risultato di 1-4 e Leonardo Pavoletti è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione contro la squadra di Javorčić.

Ecco le sue parole:

"Oggi è veramente difficile parlare, ma per rispetto è giusto che lo faccia. A parte le frasi di rito posso dire che fa male, soprattutto per l'anno scorso, e perdere in casa così è umiliante. È difficile trovare le parole per analizzare questa gara.

Il primo tempo è stato piacevole, era aperta a qualsiasi risultato nonostante gli errori. Nella ripresa è difficile dire cosa è successo. Abbiamo perso coraggio e autostima. Per fare qualcosa di importante quest'anno dobbiamo essere consapevoli di essere anche brutti, portare un punto col senno di poi non sarebbe stato male. Questo è il primo bivio del campionato, non siamo ancora pronti per fare qualcosa di importante. Dobbiamo crescere in fretta, o faremo un campionato non del nostro livello.

È il punto più basso da inizio campionato, avevamo voglia di riscattarci e perdere così contro di loro fa ancora più male. Sapevamo che la B sarebbe stata difficile, ma a volte il problema siamo noi più che gli altri. Dobbiamo essere maturi nel leggere i momenti della partita.

Il progetto societario è chiaro: hanno fatto degli sforzi economici per fare una squadra di livello, a partire dal mister. La società vuole che il Cagliari sia protagonista, noi sappiamo da dove veniamo e cosa vogliamo fare. Sono sicuro che reagiremo nel migliore dei modi dopo questa sconfitta.

Fischi? Fanno male ma sono leggitimi. Non se ne deve fare una malattia di questa cosa, così come ci prendiamo gli applausi ci prendiamo anche i fischi. Devono essere un monito per fare di più".

Condividi su:

Seguici su Facebook