Calcioscommesse, Torres a forte rischio retrocessione. I dettagli

E il patron potrebbe essere radiato se la combine ha alterato l’esito del torneo

pubblicato il 20/05/2015 in News da fonte: lanuovasardegna
Condividi su:
fonte: lanuovasardegna

La procura federale è già al lavoro. Stefano Palazzi ha convocato i suoi “fedelissimi” per domani a Roma. Il primo passaggio sarà prendere visione delle carte giudiziarie, studiarle a fondo e cominciare un lavoro che dovrà concludersi in tempi stretti. Possibilmente entro la fine di luglio, per evitare che i prossimi campionati di Lega pro e serie D possano subire ritardi o variazioni dell’ultimo momento. Non sarà facile, perchè c’è tanta carne al fuoco e arrivare a delle conclusioni in poco più di sessanta giorni, richiederà un super lavoro.

I rischi. Domenico Capitani, presidente della Torres, non ha molti motivi per stare tranquillo. La radiazione è la pena più severa prevista dai regolamenti per i dirigenti accusati di illecito sportivo. Può essere sostituita da una squalifica a tempo, oppure da un’inibizione per un breve periodo. Difficilmente a chi ha un ruolo nelle società vengono comminate sanzioni pecuniarie. Lo stesso discorso vale per l’ex direttore sportivo rossoblù, Domenico Nucifora e l’allenatore del Barletta, il Nuorese Ninni Corda. Le intercettazioni pubblicate sembrerebbero inchiodarlo, anche se l’ex tecnico di Tempio e Alghero è pronto a giurare sulla sua innocenza.

La pena/1. La Torres, tornata due stagioni fa tra i professionisti, si trova ad affrontare una nuova bufera che preoccupa non poco una tifoseria che negli ultimi anni ne ha viste e sentite di tutti i colori. Le sanzioni per chi si rende responsabile dei reati contestati al club sassarese vanno dalla retrocessione di una o due categorie se i fatti contestati sono di particolare gravità, alla penalizzazione in classifica, a multe che possono essere più o meno ingenti. La pena più pesante viene applicata quando è dimostrato che le partite “combinate” hanno alterato il risultato conclusivo del campionato. Ed è questa la strada che l’accusa potrebbe percorrere. Da indiscrezioni si è saputo che nei cassetti della procura di Catanzaro (tra oggi e domani trasmetterà al procuratore federale Stefano Palazzi tutti gli incartamenti) ci sarebbero molte intercettazioni compromettenti, sulle quali si stanno facendo una serie di verifiche per capire fino a che punto la società sia coinvolta nello scandalo.

La pena/2. Se verrà invece dimostrato che il coinvolgimento della società è stato solo occasionale e le gare in questione non hanno influito sui verdetti finali del torneo, il club sconterà dei punti di penalizzazione (da quantificare) nel corso del prossimo campionato. Solitamente, quando la situazione è compromessa, la linea difensiva punta sul coinvolgimento temporaneo, anche se nel caso specifico la Torres è sicura di essere estranea ai fatti ed è pronta a difendersi in tutte le sedi.

Si annuncia un’altra estate caldissima che i tifosi sassaresi vivranno col fiato sospeso.