CAGLIARI, ENNESIMA SCONFITTA

2-0 Napoli al Maradona

pubblicato il 26/09/2021 in Match report da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu
2020

Da parte di Antonello Cossu è tutto. Un saluto ed un ringraziamento ai lettori dall'intera redazione di blogcagliaricalcio1920.net. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.


93' Triplice fischio di Piccinini: il Napoli regola agevolmente 2-0 il Cagliari e centra la sesta vittoria in campionato su altrettante gare. Sardi invece completamente da rivedere in vista del proseguo della stagione.

90' 3 minuti di recupero.

90' Contropiede fulmineo condotto da Ounas e finalizzato da Petagna, Cragno si distende e blocca il tiro.

88' Cambio nel Napoli: dentro Demme e fuori Fabian Ruiz.

85' Doppio cambio di Mazzarri: fuori Strootman e Lykogiannis, dentro Grassi e Pereiro.

83' Sette minuti più eventuale recupero al termine della sfida, il Napoli continua a spingere nonostante la stanchezza.

80' Miracolo di Godin su Petagna! Stavolta il difensore uruguaiano si fa trovare pronto deviando la palla di Lozano prima che questa possa raggiungere l'ex Atalanta, posizionato solo di fronte a Cragno.

77' Seconda doppia sostituzione di Spalletti: fuori Osimhen e Insigne, dentro Ounas e Petagna.

76'     Giallo per Elmas, fallo su Marin sulla trequarti offensiva rossoblù.

72' Fuorigioco di Lozano, subito propositivo: calcio di punizione per il Cagliari.

69' Doppia sostituzione anche per Spalletti: fuori Politano e Zielinski, dentro Elmas e Lozano.

68' Doppio cambio del Cagliari: dentro Keita e Ceppitelli, fuori Deiola e Walukiewicz.

66'     Ammonito Osimhen per simulazione, netto il tuffo del nigeriano e corretta la decisione dell'arbitro.

64' Altra conclusione del Napoli da parte di Piotr Zielinski, Cagliari in nettissima difficoltà al momento.

61' Tentativo di Insigne direttamente da calcio di punizione, Cragno blocca senza problemi.

59'     Prima ammonizione del match ai danni di Walukiewicz a causa di un fallo in netto ritardo sul connazionale Zielinski.

57' RADDOPPIO DEL NAPOLI, INSIGNE SPIAZZA CRAGNO DAL DISCHETTO! Niente da fare per il portiere dei sardi, i partenopei si portano sul 2-0 grazie al proprio capitano!

56' Calcio di rigore per il Napoli, fallo di Godin su Osimhen. Il nigeriano è letteralmente imprendibile in questa gara.

53' Destro di Osimhen dalla distanza, Cragno si distende e blocca la sfera. 

51' Destro di Insigne chiuso da Zappa, corner per il Napoli.

49' Tentantivo di cross di Lykogiannis, il greco sbaglia tutto spedendo la palla in curva.

46' Inizia la ripresa, primo possesso del Cagliari.

 

45' Termina ora la prima frazione di gioco, Napoli-Cagliari 1-0. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

42' 3 minuti più eventuale recupero al termine della prima frazione, Napoli avanti 1-0 grazie al gol di Osimhen.

39' Copertura profonda di Mario Rui su Nandez, imbeccato dall'ottimo cross di Lykogiannis. Il Cagliari si fa vedere in attacco.

36' Volee di Politano e parata a terra di Cragno, il Napoli continua a spingere.

35' Il Cagliari ha bisogno di un episodio per riaccendere la squadra, al momento apparsa piuttosto demoralizzata.

32' Mario Rui mette in mezzo un cross destinato ad Insigne, ma è Lykogiannis a prendere il pallone e ad allontanarlo dall'area.

29' Colpo di testa di Osimhen su suggerimento di Politano, pallone fuori di un paio di metri abbondanti.

27' Altra conclusione del Napoli, stavolta da parte di Fabian Ruiz, ma l'esito è lo stesso di quella precedente.

24' Destro violento di Osimhen al termine di una travolgente azione personale, palla fuori.

21' Prosegue il palleggio incessante del Napoli, il numero di passaggi riusciti effettuati dai partenopei è già piuttosto alto.

18' Corner per il Cagliari guadagnato da Joao Pedro, i sardi si aggrappano al proprio leader.

15' Non è cambiato l'attegiamento tattico del Cagliari dopo lo svantaggio, i rossoblù attendono tutti dietro la linea della palla per cercare di recuperare il pallone e ripartire velocemente.

12' GOL DEL NAPOLI, OSIMHEN! Anguissa verticalizza per Zielinski largo a destra, il polacco mette in mezzo per Osimhen e il nigeriano batte Cragno con un destro di prima intenzione! 1-0 Napoli al Maradona! 

9' Corner per il Napoli, Godin chiude con i tempi giusti su Osimhen.

6' Ritmi non altissimi in questo inizio di gara, la partita deve ancora accendersi da questo punto di vista.

3' Il Napoli fa girare il pallone, il Cagliari si difende con ordine attendendo di poter ripartire. 

1' Partiti! Primo pallone mosso dal Napoli.

Squadre in campo, Napoli-Cagliari sta per cominciare!

Buonasera da parte di Antonello Cossu ai lettori di blogcagliaricalcio1920.net, benvenuti alla cronaca testuale di Napoli-Cagliari, match valido per la 6^ giornata de campionato di Serie A. Le due compagini hanno già annunciato i 22 titolari che tra non molto scenderanno in campo per effettuare il consueto riscaldamento pre gara. Calcio d'inizio alle 20:45.


NAPOLI-CAGLIARI: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Napoli (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. Allenatore: Luciano Spalletti.

Cagliari (3-5-1-1): Cragno, Caceres, Godin, Walukiewicz; Zappa, Marin, Strootman, Deiola, Lykogiannis; Nandez; Joao Pedro. Allenatore: Walter Mazzarri.

NAPOLI-CAGLIARI: LE ULTIMISSIME DI FORMAZIONE

Mazzarri schiera ovviamente Alessio Cragno tra i pali, mentre la linea difensiva è sempre a quattro, con il rientro del Flaco Godin che dovrebbe essere confermato nell'undici titolare. Al fianco del centrale uruguagio dovrebbe esserci Walukiewicz, mentre sugli esterni spazio a Ceceres a destra e Lykogiannis sulla sinistra.

A centrocampo ritorna Kevin Strootman, ed è un'ottima notizia. A dividersi la mediana con l'olandese ci sarà Marin. Sulle fasce sono pronti Nandez a destra e Dalbert sull'out mancino.

In attacco è ballottaggio tra Pavoletti e Keita, mentre Joao Pedro per forza di cose deve partire sempre dal 1'.

NAPOLI-CAGLIARI: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

71° confronto in Serie A tra Napoli e Cagliari: il bilancio sorride ai campani, che vantano 31 vittorie a fronte di 14 successi rossoblù – completano il quadro 25 pareggi.

Il Napoli ha perso solo una delle ultime 22 sfide contro il Cagliari in Serie A (15V, 6N); la sconfitta è arrivata tuttavia in casa, esattamente due anni e un giorno prima della data del prossimo incontro (0-1, 25 settembre 2019).

Il Cagliari è imbattuto nelle ultime due trasferte contro il Napoli in Serie A (1V, 1N) e soltanto una volta è rimasto almeno tre gare di fila senza perdere sul campo dei partenopei nel massimo campionato: tra il 1994 e il 2010, una serie arrivata a sette partite (2V, 5N).

Il Cagliari ha perso ben 15 delle ultime 20 partite giocate contro il Napoli in Serie A (1V, 4N): solo contro Juventus, Lazio e Milan (16 ciascuna) i sardi hanno subito più sconfitte nel periodo (dal 2010/11).

Il Napoli potrebbe vincere tutte le prime sei gare stagionali di Serie A per la seconda volta nella sua storia, dopo il 2017/18, in cui ottenne il successo in tutte le prime otto.

Il Napoli non perde una partita interna di Serie A dal gennaio 2021 (1-2 v Spezia) - da allora i partenopei hanno ottenuto 10 vittorie e tre pareggi nelle successive 13 gare di campionato giocate in casa.

Il Cagliari ha ottenuto due punti nelle prime cinque partite di questo campionato; dovessero rimanere con due pareggi i sardi otterrebbero il proprio peggior risultato dal 2012/13 (due punti anche in quel caso), mentre dopo sei giornate hanno fatto peggio solamente nel 2008/09 (uno) – in entrambi i casi, tuttavia, i rossoblù si sono salvati.

Il Napoli è la squadra con cui Walter Mazzarri ha avuto la miglior media punti in Serie A (1.8): per l’attuale tecnico del Cagliari 145 partite con i partenopei, con cui ha collezionato 73 vittorie, 42 pareggi e 30 sconfitte.

L’esordio di Piotr Zielinski in Serie A è stato proprio contro il Cagliari, nel dicembre 2012 con la maglia dell’Udinese; il centrocampista del Napoli ha realizzato in totale tre reti contro i sardi nel massimo campionato e ha fatto meglio solamente contro il Milan (quattro).

Nelle ultime cinque trasferte di campionato João Pedro ha partecipato a cinque gol, grazie a tre reti e due assist, mentre nelle precedenti sette l’attaccante del Cagliari aveva realizzato solamente due marcature.

NAPOLI-CAGLIARI: LA VIGILIA DI WALTER MAZZARRI

“Per vedere il Cagliari ordinato e compatto, che abbia occasioni e sia propositivo, bisogna che sia lucido e che stia bene fisicamente, come è stato contro la Lazio. È la terza partita in una settimana e questa è l’incognita vera, bisognerà vedere se a livello fisico ci sarà brillantezza come contro la Lazio, e poi abbiamo pagato contro l’Empoli. Sono curioso di vedere se le energie fisiche e mentali saranno tornate a posto. Se stanno bene potrebbero fare una gara simile, ma il Napoli sta meglio della Lazio che abbiamo affrontato noi.

Voglio specificare un concetto perché mi sembra che ogni tanto ci sia approssimazione: il fatto di adeguarsi all’avversario è qualcosa che fanno tutti; per esempio, contro la Lazio, ci siamo adeguati a vicenda, loro a noi quando avevamo la palla e noi a loro, quando la avevamo noi. Se poi, durante la partita, scoraggi l’avversario, puoi anche proporre il tuo gioco per momenti più lunghi, ma non possiamo dire che solo il Cagliari si adegua all’avversario, è una cosa naturale che fanno tutti.

Il mio ritorno a Napoli? Mi hanno conosciuto per 4 anni, non mi aspetto niente ma io penso alla mia squadra. So che mi stimano e so che si ricordano di quello che ho fatto con loro, ma ora la mia testa è concentrata nel cercare di fare bene contro una squadra che sembra una macchina da guerra.

Pavoletti o Keita? Possono essere importanti tutti e due, uno per farci salire e uno per attaccare la profondità. Se poi mi chiederete dopo la gara perché ho fatto certe scelte, vi risponderò. Io ho in mente una formazione che ci faccia soffrire meno e che ci permetta di fare la gara migliore possibile.

Grassi? L’ho visto prima di arrivare, ha avuto infortuni che ne hanno limitato la carriera ma per fare valutazioni vere l’allenatore deve riuscire a fare allenamenti veri, cosa che non ho potuto fare da quando sono qui perché non c’è stato tempo. Per fare valutazioni, al momento, mi devo basare sulla gara precedente. Abbiate pazienza e datemi un po’ di tempo, fra un mesetto potrò fare valutazioni. Al momento cerco di sbagliare il meno possibile con le informazioni che ho.

I problemi in fase difensiva? Sì, abbiamo provato a fer qualcosa, abbiamo provato ad adottare accorgimenti per cercare di migliorare su 2 o 3 aspetti. Dal punto di vista della solidità ci siamo concentrati sul cose globali, quando avrò più tempo mi piacerà andare più nel particolare. Nell’ultima linea però abbiamo anche avuto ragazzi che sono stati fuori per infortunio e che non hanno il minutaggio necessario. Non sono alibi  ma dati oggettivi, anche precedenti al mio arrivo.

I ragazzi il giovedì li ho visti dispiaciuti e consapevoli di aver fatto una brutta partita, abbiamo visto dei video di confronto tra Empoli e Lazio e ci siamo soffermati sulle cose che abbiamo fatto diversamente, bisognava capire di che tipo di difficoltà si è trattato ed è stato soprattutto un problema a livello mentale, anche perché hanno sentito la responsabilità di giocare dabanti ai tifosi e fare risultato. Abbiamo fatto una bella riunione e spero di vedere una squadra reattiva.

Io dai ragazzi mi aspetto il massimo di quello che possono fare. Io ho già visto la squadra fare cose bellissime e cose molto negative, per il momento fare raccolta dati, poi avremo cinque giorni prima della gara contro il Venezia e poi, finalmente, avrò la pausa per la sosta, so che mancherà qualcuno ma potrò sfruttare quel tempo per inculcare qualcosa nella testa dei ragazzi. Domani speriamo di fare una grande gara e da lunedì potrò farmi un’ulteriore idea.

Ai ragazzi devo dare più riferimenti possibili, il problema è dargli un gioco e dei movimenti quando siamo in possesso palla, e questo richiede un lavoro lungo, perché bisogna fare allenamenti mirati. Il Napoli è compatto e, al minimo errore, è una macchina da guerra. Mi serve tempo per dare la mia idea di gioco, ci vuole un po’ di pazienza”.

NAPOLI-CAGLIARI: I ROSSOBLÙ CONVOCATI DA MAZZARRI

Il Cagliari ha diramato la lista dei convocati in vista della gara contro il Napoli.

Ecco gli uomini scelti da mister Mazzarri:

Altare

Aresti

Bellanova

Caceres

Carboni

Ceppitelli

Cragno

Dalbert

Deiola

Godin

Grassi

Joao Pedro

Keita Baldé

Lykogiannis

Marin

Nandez

Oliva

Pavoletti

Pereiro

Radunovic

Strootman

Walukiewicz

Zappa.

NAPOLI-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

La gara di campionato (6^ giornata) tra Cagliari e Napoli in programma domenica sera al Maradona sarà diretta dal Sig. Marco Piccinini di Forlì.

Sarà coadiuvato dagli assistenti Mauro Vivenzi di Brescia e Marcello Rossi di Novara.

Quarto ufficiale Antonio Di Martino di Teramo.

Addetti al VAR Davide Massa di Imperia e Damiano Di Iorio di Vico.