Giulini: "Esonero? Mazzarri è una delle nostre poche certezze"

"Provvedimenti? Parlerò con mister e direttore, forse il ritiro può servire"

pubblicato il 31/10/2021 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2021

Bologna-Cagliari è terminata con il risultato di 2-0 e Tommaso Giulini è appena arrivato ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione contro gli emiliani.

Ecco le sue parole:

"Non ci sono possibilità che l’allenatore venga toccato, è una delle nostre poche certezze. La squadra è nervosa, oggi è meglio che ci metta la faccia il presidente. 

Siamo in un momento complicato, non mi aspettavo l’ultimo posto. Se siamo lì è perché qualcosa ci manca sempre, un po’ di lucidità, un po’ di attaccamento alla maglia, un po’ di fortuna. Dobbiamo dare di più tutti per controllare meglio le gare, subire meno e creare di più in zona gol.

Provvedimenti? Ne parleremo con il mister e il direttore. Può essere che qualche giorno di ritiro possa servire per compattare il gruppo. Mi dispiace per tutti, qui tutti tengono tanto alla maglia. Non ci meritiamo l’ultimo posto ma ora siamo qui e dobbiamo uscirne.

Manca un po’ di serenità? In parte sono d’accordo come dicevo prima, bisogna dire che fino al gol non abbiamo concesso nulla. Probabilmente avevamo fatto la partita che potevamo fare, sicuramente dovevamo creare di più. Sicuramente da quando c’è Mazzarri subiamo meno tiri in porta, non siamo fortunati sulle decisioni arbitrali anche se oggi non c’è stato nulla di clamoroso. Abbiamo perso Rog, Dalbert e Keita sono fuori e per noi sono importanti. Ci gira un po’ tutto storto ma sicuramente siamo noi a dover fare qualcosa per uscirne”.