Carta: "Mercato? Innesti mirati funzionali al gioco del mister"

"Siamo in fase embrionale"

pubblicato il 03/08/2020 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
2020

Non proprio un nuovo arrivo, quanto piuttosto una promozione dal settore giovanile (di cui comunque continuerà ad occuparsi).

Pierluigi Carta è da ieri il nuovo Direttore Sportivo dei rossoblù, società in cui ha iniziato a lavorare molti anni fa. 

Ecco le sue parole durante la conferenza stampa al Teatro Doglio in occasione della presentazione di Mister Di Francesco:

"L'opportunità che ho non è scontata e rappresenta per me lavorare per la mia città, al Presidente l'ho già ringraziato in privato e lo faccio anche oggi. Voglio l'occasione per ringraziare Passettii, che mi ha sponsorizzato per questo ruolo e vorrei ringraziare anche il presidente Marino a Olbia. Vorrei anche salutare Carli. Che ha rappresentato tanto per me e per il club.

Necessiteranno degli innesti mirati per fare in modo che il gioco del mister sia soddisfatto appieno. Ma siamo ancora in fase embrionale. Quando mi è stata fatta questa proposta l'ho volta con gioia, io avrei anche continuato il lavoro in Primavera. La sfida ora è rimanere in questo posto e il fatto che il nuovo mister sia di Francesco mi dà la spinta per fare sempre meglio.

Vogliamo migliorare l'organizzazione e dovremo farci trovare pronti per soddisfare tutte le sfide che ci attenderanno.​ Vogliamo creare una struttura unica, che comprenda anche il settore giovanile, per creare un serbatoio da cui attingere. Sono d'accordo con il mister sul fatto che i giovani possano essere integrati in squadra, in campo, non solo a maggio e giugno, ma anche a gennaio-febbraio. Abbiamo fatto esordire quattro ragazzi quest'anno e devo ringraziare Conti, Canzi e Agostini per il grande lavoro che hanno fatto.

L'area tecnica allargata serve per avere una conoscenza completa di tutto il settore giovanile​. Stiamo ragionando sul fatto che i ragazzi che hanno esordito quest'anno possano partire con la squadra, vedremo se potranno essere funzionali al progetto del mister​. Il prestito deve essere funzionale, nel senso che se i ragazzi partono devono andare a giocare e tornare pronti. Rappresentiamo un'isola e per questo dobbiamo rappresentare un'opportunità e mandarli in prestito deve servire poi perché i ragazzi tornino pronti per lamprima squadra​.

Mercato competitivo non vuol dire per forza spendere tantissimo, quanto piuttosto trovare giocatori che siano futuribili e che siano funzionali al progetto. Ovviamente non varrà questo per tutti gli acquisti".​