Calciomercato - Cagliari, chi parte e chi resta

Il futuro dei rossoblu durante questa sessione estiva

pubblicato il 23/06/2021 in Calciomercato da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2021

Il Cagliari lavora sulle entrate e sulle uscite in questa fase del calciomercato che per il momento è ancora tiepida, ma che è destinata a scaldarsi già dalla prossima settimana. I possibili restanti e i possibili partenti sono diversi, cerchiamo di analizzare chi potrebbe rimanere in Sardegna e chi invece potrebbe fare le valigie.

Tra i possibili addii si contemplano quelli di qualche big, a iniziare da Alessio Cragno, il guardiano dei pali. Il portiere toscano è finito sotto la lente di più club italiani, tra tutti Roma e Inter, ma occhio all'estero. Una permanenza non è da scartare, visto anche il costo del suo cartellino, ma la partenza è meno remota come ipotesi. Il suo sostituto naturale, Guglielmo Vicario, dovrebbe restare, ma il suo futuro è ovviamente legato a quello di Cragno. Aresti invece al momento non è in discussione.

Riguardo invece i difensori, ci sono possibili saluti anche qui. Godin tra tutti, con il Flaco che ha un ingaggio pesante e con la società che fa muro, ma lui vuole restare, quindi si vedrà più avanti. Carboni è un prodotto del vivaio e il Cagliari vuole valorizzarlo, Walukiewicz invece sembra incline a lasciare dopo una stagione sfortunata, ma ancora non si sa dove potrebbe andare. Klavan è in scadenza, sembra questione di giorni e si libererà per trovarsi una nuova sistemazione.

Ceppitelli invece rinnoverà salvo colpi di scena, la sua avventura in rossoblu continuerà. Discorso diverso invece per Rugani, che tornerà alla Juve finito il prestito. Chi ritorna invece da sei mesi fuori è Faragò, che però non è certo di restare ancora a Cagliari. Così come Pinna, che rientrerà dall'Ascoli. Calabresi torna invece al Bologna. Per gli altri terzini come Zappa, Tripaldelli e Lykogiannis si aprono più strade. Il primo è pressoché sicuro di restare, mentre l'ex Sassuolo sembra in dubbio. Per quanto riguarda il laterale greco invece ci sono state diverse offerte, ma al momento non si muove nulla. Altro presito per Miangue: va al Cercle Bruges, in Belgio.

A centrocampo la situazione si fa intricata. Nandez è il nome più al centro delle voci di mercato insieme a quello di Nainggolan. L'uruguagio sembrava vicinissimo all'Inter, poi la trattativa è andata in stallo e ora si attendono sviluppi, anche a breve. Attenzione però alla pista Premier, dove il West Ham è sempre alla finestra. Per Nainggolan invece si proverà fino alla fine a riportarlo nella sua seconda casa: Capozucca ha ammesso che ci sono delle difficoltà, ma c'è ancora tempo, il giocatore gradisce il trasferimento in rossoblu e l'Inter ha aperto per lasciarlo andare via.

Rog torna da un brutto infortunio e sarà una pedina fondamentale per la prossima stagione, così come Marin, su cui però si sarebbe fatto avanti il Milan, ma una sua permanenza resta forte. Per Deiola c'è il nodo rinnovo, il contratto scade nel 2022 ma potrebbe essere ceduto all'estero. Si parla del Paok, in Grecia. Su Asamoah invece tutto tace, potrebbe andarsene a zero come rinnovare per un altro anno. Gaston Pereiro dovrebbe restare, ma occhio a delle offerte che potrebbero ingolosire il Cagliari.

Rientrano poi dai vari prestiti Oliva, Bradaric, Ladinetti, Biancu e Caligara. I primi due dovrebbero aver chiuso la lora avventura con il Cagliari, mentre i canterani che tornano dall'esperienza all'Olbia con tutta probabilità verranno valutati durante il precampionato. Per Caligara si pensa ad un altro prestito, ma anche lui sarà osservato durante la preparazione.

In attacco, Sottil è appena stato controriscattato dalla Fiorentina per cui andrà via. Pure Despodov ha detto addio, destinazione Ludogorets. Ceter va verso la cessione, non rientra nel progetto, mentre per Tramoni e Gagliano c'è l'ipotesi prestito. Per Farias invece, che rientra dallo Spezia, si profila una cessione definitiva, forse in Messico, al Monterrey.


Riguardo Joao Pedro e compagnia, le situazioni sono molteplici. Il capitano rinnoverà, prolungando dunque il suo matrimonio con il Cagliari. Anche Pavoletti dovrebbe restare salve grosse offerte, ma per ora non c'è nulla. Cerri potrebbe venir ceduto, ma solo in prestito, magari in B. Simeone invece è quello più incline all'addio definitivo: sul Cholito c'è la pista Premier ma anche quella de La Liga, meta a lui gradita.