Cagliari, cosa ti serve dal calciomercato

Ecco i possibili ruoli su cui il club rossoblu potrebbe intervenire per la prossima stagione

pubblicato il 21/06/2021 in Calciomercato da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2021

Il calciomercato estivo del Cagliari per adesso è fermo per quanto riguarda le entrate. Una fase di stallo che potrebbe durare poco però, visto che luglio si avvicina e verso metà del prossimo mese è previsto il ritiro precampionato. Si sa già che sarà una campagna acquisti dai costi contenuti, dunque probabilmente niente grandi nomi come nei due anni precedenti, ma colpi funzionali per la rosa e per il gioco di Semplici.

Dipenderà ovviamente da chi uscirà, e prima di comprare il Cagliari deve fare cassa. La situazione Cragno per adesso è ancora incerta, se dovesse partire il Cagliari il sostituto ce l'avrebbe già in casa, si parla di Vicario ovviamente, per cui il portiere non sarebbe una priorità. Diverso invece il discorso legato alla difesa, dove probabilmente, visto il quasi sicuro ritorno di Rugani alla Juve, il probabile addio di Klavan e il possibile saluto di Diego Godin.

Un altro centrale servirà: si è fatto più volte il nome di Kevin Bonifazi, difensore di proprietà in prestito fino al 30 giugno all'Udinese, che salvo sorprese non riscatterà. Potrebbe essere lui dunque il profilo giusto, ma per adesso non vi è ancora nulla di certo. Anche per la fascia, quella sinistra, potrebbe esserci un nuovo colpo, ma molto dipenderà dal futuro di Lykogiannis, corteggiato da Lazio e Fiorentina.

A centrocampo invece si sta cercando di riportare Radja Nainggolan definitivamente in Sardegna, ma la strada non è in discesa. È chiaro che però almeno due centrocampisti serviranno: Nandez sembra sempre più lontano dall'Isola e la sua assenza lascerà un grande vuoto, inoltre pure Deiola potrebbe non rinnovare e su di lui sembra ci sia il Paok, club greco. L'ideale sarebbe portare in rossoblu un regista, visto che per tutta la scorsa stagione è mancato come il pane: Rog e Marin come mezzali più un playmaker di qualità sarebbe il massimo.

In attacco invece sicuramente entrerà un nuovo attaccante, visto il possibile addio del Cholito Simeone. Si è parlato di Santos Borré, centravanti del River Plate in Argentina, una pista intrigante che per adesso però non ha ancora portato a nulla. Un'alternativa a uno tra Joao o Pavoletti, ma al tempo stesso un papabile titolare. Semplici sa che perderà più di una pedina importante e allora si aspetta dei rinforzi di un certo livello per affrontare la prossima stagione con la giusta serenità.