Calciomercato - Cagliari, con Maran dal Chievo anche 4 fedelissimi?

L’ex allenatore del Chievo prenderà a breve la guida dei sardi e potrebbe chiedere alla dirigenza di puntare i suoi fedelissimi, ora in forza nella rosa scaligera

pubblicato il 01/06/2018 in Calciomercato da Fabio Loi
Condividi su:
Fabio Loi

Il Cagliari guarda al futuro. Il nodo allenatore dovrebbe essere sciolto nelle prossime ore, con Rolando Maran che subentrerà – salvo colpi di scena – a Diego Lopez sulla panchina rossoblù. Dopo la questione relativa alla guida tecnica, le attenzioni della società isolana si sposteranno inevitabilmente sul calciomercato estivo.

Al momento le strategie del club non sono ancora perfettamente note, tuttavia il nuovo allenatore potrebbe chiedere al Ds Carli e al presidente Giulini di mettergli a disposizione per la prossima stagione alcuni suoi fedelissimi ora in forza al Chievo. In tal senso, quali profili Maran sceglierebbe per la sua avventura in Sardegna?

Il primo papabile sarebbe il centrocampista serbo Ivan Radovanovic. Classe 1988, nativo di Belgrado, è stato l’equilibratore del gioco di Maran quando il Chievo è passato al 4-3-1-2. Tra le sue caratteristiche ci sono la corsa, la potenza, la resistenza e anche un buon tiro dalla distanza.

Se dovesse essere scelto come rinforzo, andrebbe a ricoprire il ruolo di vice Cigarini, slot rimasto di fatto vacante visto il mancato utilizzo del giovane Fabrizio Caligara.

Per aumentare la qualità della mediana, un ipotetico nome spendibile per la gestione Maran a Cagliari sarebbe quello di Lucas Castro, storico fedelissimo dell’allenatore sia col Catania sia col Chievo Verona.

Classe 1989, nativo di La Plata, “El Pata” (così lo chiamano di soprannome in patria) è un giocatore molto tecnico che abbina in maniera egregia corsa, dribbling, tempi di inserimento e precisione nei cross. Inoltre, può coprire diversi ruoli nel centrocampo: dal ruolo di mezzala (a destra e a sinistra) a quello di trequartista.

A proposito di fantasisti, uno dei pupilli del tecnico trentino è sicuramente Valter Birsa. Il fantasista sloveno nativo di San Pietro-Vertoiba, classe 1986, è un centrocampista di piede mancino e possente fisicamente. Può ricoprire diversi ruoli dalla mediana in su.

All’inizio della carriera veniva utilizzato da seconda punta o come play davanti alla difesa. Poi ecco l’evoluzione in trequartista, per sfruttare le sue doti tecniche.

Al Chievo è stato proposto anche come esterno in un centrocampo a 5 (a destra o a sinistra): inoltre ha anche un ottimo tiro da lontano ed è anche un affidabile cecchino sui tiri diretti dalle punizioni.

Con Birsa in rossoblù, si formerebbe con Joao Pedro (che tornerà a disposizione a settembre) un tandem di qualità a servizio degli attaccanti.

Proprio il reparto offensivo, gol di Pavoletti a parte, ha avuto diversi momenti di appannamento nel corso della stagione appena conclusa e per questo Maran potrebbe mettere mano all’attacco proponendo il profilo di Manuel Pucciarelli (che piacerebbe e non poco anche al Ds Carli, che l’ha avuto ai tempi di Empoli).

Classe 1991, nativo di Prato, è un fantasista che è abile nel mandare in porta i propri compagni (svolge egregiamente anche il ruolo di seconda punta) e che fa della corsa, della resistenza e del pressing costante sull’avversario le sue caratteristiche migliori.

L’era Maran a Cagliari sta per iniziare: i suoi fedelissimi raggiungeranno il loro condottiero?