La via della rete: quando manca qualcosa

Il Cagliari conquista un punto prezioso a Milano, ancora una volta decisivo un rigore a favore

pubblicato il 24/02/2014 in Approfondimenti da Marco Castoni
Condividi su:
Marco Castoni

Il Cagliari procede con fatica nella strada che porta alla via della rete, nonostante mister Lopez rivoluzionando la formazione decide di schierare più centrocampisti dai pieni buoni come Ekdal, Cossu e Adryan contemporaneamente, con l’aggiunta di un Avelar capace di garantire maggiore spinta e qualità in fase offensiva.

L’inserimento di Ibarbo per un Sau ultimamente sottotono, ha dato maggiore imprevedibilità alla fase offensiva, ma come con la Fiorentina è servito un rigore magistralmente trasformato da Pinilla per violare la rete avversaria. Certo con un secondo giallo a Rolando si sarebbe prospettata un'altra partita con maggiori spazi soprattutto per un Ibarbo, smanioso di fare bene, probabilmente anche per le voci di mercato in salsa nerazzurra che potrebbero riguardarlo.

Il Cagliari in definitiva continua a sviluppare buone trame di gioco, con un centrocampo bravo ad imbastire un’idea tattica che purtroppo risulta a tratti sterile ed incapace di tramutarsi in assist o occasioni pericolose.

Lopez, come da tempo si auspica, dovrà continuare a provare svariate soluzioni tattiche e di formazione per risvegliare un attacco ormai da troppo tempo asfittico, che nonostante ciò, ha una caratura e un potenziale capace di trafiggere e creare grattacapi alla maggior parte delle difese che circolano nella massima serie italiana.