Vicenza-Cagliari, la moviola: pomeriggio quasi perfetto per Pinzani

L'analisi della prestazione della quartina arbitrale

pubblicato il 20/03/2016 in Approfondimenti da Pietro Piga
Condividi su:
Pietro Piga

Vicenza-Cagliari, gara valevole per l'undicesima giornata di ritorno del campionato di serie B, andata in scena ieri pomeriggio e che ha visto i rossoblù vincere (2-0, gol di Cinelli e Melchiorri), è stata diretta da Riccardo Pinzani della sezione di Empoli, coadiuvato dagli assistenti Tarcisio Villa e Francesco Fiore, rispettivamente della sezione di Rimini e di Barletta. A completare la quartina arbitrale Eugenio Abbattista, quarto ufficiale della sezione di Molfetta.

Andiamo ad analizzare la prestazione della squadra degli arbitri:

Primo tempo.

30': Sulla fascia destra, Farias scappa a Pinato, che si disinteressa del pallone e lo trattiene per la maglia: giusto il cartellino giallo.


38': Scatta l'ammonizione, sacrosanta anche in questa occasione, per Tello, reo di aver toccato la sfera col braccio nel duello aereo con Ebagua.


41': Pinato, già ammonito, rimedia il doppio giallo e conseguente espulsione per aver rifilato un calcio sulla caviglie di Farias.


44': Sul lancio di Adejo, Sau intercetta il pallone con il braccio: Pinzani non ci pensa su due volte e ammonisce l'attaccante. Severa la decisione del direttore di gara, poiché il braccio di Sau non è largo e la posizione dalla quale parte la sfera è ravvicinata.

Secondo tempo.

3': Fossati, per un tackle scomposto ai danni di Moretti, che interrompe la ripartenza del Vicenza, avrebbe meritato il cartellino giallo.


17': Ci sta tutta, invece, l'ammonizione per Salamon: il centrale difensivo del Cagliari, da tergo, abbatte Ebagua.


20': Sul settore mancino, Murru blocca in scivolata, colpendo nettamente la sfera, Bellomo; non è dello stesso avviso Pinzani, che estrae il giallo per il giocatore rossoblù.


30': Per proteste, plateali quanto inutili, viene punito con l'ammonizione anche Ceppitelli.


41': Un altro giallo, il sesto per il Cagliari, all'indirizzo di Melchiorri: l'attaccante, infatti, interviene con la gamba alta su Sampirisi, che si era già liberato del pallone.


43': Ligi, sullo scatto di Melchiorri, è costretto ad usare le maniere forti, strattonando l'avversario e terminando nel taccuino dei cattivi.