I tifosi: "Cagliari brutto ma vincente. Traguardo vicino"

I commenti dei suppoirters rossoblù dopo Vicenza-Cagliari

pubblicato il 20/03/2016 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2015

Il Cagliari torna alla vittoria dopo cinque giornate e, grazie allo 0-2 conquistato contro il Vicenza, ritrova la vetta della classifica, in attesa della gara tra Crotone e Pescara di questo pomeriggio. 

I protagonisti della gara sono stati senza dubbio Antonio Cinelli, al ritorno nel "suo" stadio e Federico Melchiorri che, con il suo ingresso in campo, ha dato una svolta alla partita dei rossoblù. Una menzione particolare per Luca Ceppitelli che, al suo rientro in campo dopo l'infortunio, ha disputato un'ottima gara.

Ma cosa ne pensano i tifosi di questa partita? Gli è piaciuta e, se no, cosa avrebbero fatto diversamente rispetto alle scelte di mister Rastelli?

Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Alessio: "Due lampi a ciel sereno. Grazie Cinelli e grazie Melchiorri. La partita è stata noiosissima e il gioco pari a zero, ma va benissimo così. Forza Cagliari sempre e comunque".

Alfio: "La B è così, se hai chi segna vinci lo stesso, anche a discapito del gioco. Tutt'altra storia sarà la A".

Carmen: "Partita brutta, mal giocata soprattutto a centrocampo, e risolta grazie a Melchiorri, che non capisco perchè venga lasciato in panchina. Le sostituzioni sono state azzeccate ma, pur vincendo, si soffre".

Manuel: “Abbiamo vinto 2-0, si torna primi e a +13 dalla terza. Alla fine è l' unica cosa che conta. Sono contento per il gol di Melchiorri”.

Luca: “Domani se vince il Crotone sul Pescara e ci supera non me ne frega niente perchè meritano di salire in serie A assieme a noi e il Pescara di Oddo mi sta sulle pa**e. Poi sono gli unici che si sono resi ospitali in casa loro ed hanno avuto un bellissimo pensiero per il piccolo Luca Pusceddu. Per riprenderci il primo posto ci sono altre 10 giornate”.

Roberto: "La cosa che conta è il risultato, i 3 punti erano troppo importanti oggi, purtroppo il gioco latita, si vede chiaramente che siamo in affanno e infine la formazione iniziale non era granché. Melchiorri doveva giocare da subito. Forza Cagliari sempre".

Giaime: “Quattro vittorie e siamo in A, sette vittorie e siamo primi, anche giocando male, anche non mettendoci abbastanza grinta. La serie A è sempre più vicina”.

Marco: “Una cosa contava oggi, portarsi i 3 punti a casa e, visti i risultati praticamente con una giornata positiva, hai ripreso il vantaggio che avevi nel post gara col Pescara e prima della serie di 1 punto in 4 partite! Melchiorri ha fatto un gol e un assist, tra lui e Sau è un no contest al momento. Cinelli, in una partita dove quasi quasi non ti accorgevi che ci fosse ha comunque trovato un gol pesante! Dà un po’ fastidio che, con l'uomo in più e in vantaggio, si arretri e si regalino punizioni, con loro che difendevano a metà campo e noi sulla linea dell'area: questione di mentalità, che in A portava spesso a subire gol fuori casa 1 minuto dopo il gol nostro! Tutti sempre subito più indietro!”.

Claudio: “Accendiamo un cero di ringraziamento a Melchiorri e al Bari. Per il resto la squadra era inesistente, aveva poca voglia (questa gara doveva essere quella del riscatto), gioco mai visto, neppure quando abbiamo avuto l'uomo in più'! E questa dovrebbe essere la squadra per la A e questo l'allenatore? L’unica cosa positiva sono i 3 punti”.

Martina: “Melchiorri in A? Inutile, e bla bla bla. Melchiorri è il giocatore migliore che abbiamo, altroché, fa sempre la differenza!”.

Antonius: “Da oggi comincia il countdown. -17 punti alla serie A matematica”.

Gian Carlo: “Sono contento per il risultato ma la prestazione ancora una volta non è buona, io non capisco se siamo in crisi atletica o psicologica. Certo è che siamo proprio bruttini da vedere, ciò non mi preoccupa e la classifica è molto tranquilla, ma il prossimo anno con un gioco così non si va da nessuna parte, strano che un mister dopo quasi un anno di lavoro non sia ancora riuscito a dare un’impronta identitaria o, magari, il suo modo di giocare è quello. Allora Capozucca si deve fare venire un’idea, se no la vedo dura”.

Davide: “Di nuovo primi a +13 sulla terza, ci è andata bene, avendo l’uomo in più ed essendo cinici nel finale. Anche gli altri risultati sono andati benissimo per noi ma questo non significa che dobbiamo mollare nel finale del campionato! Non condivido alcune scelte di Rastelli ma alla fine ciò che conta è il risultato!! FORZA CAGLIARI”.

Francesco: “Ok, abbiamo vinto e siamo tutti contenti. Anche oggi però è scesa in campo una squadra a tratti inguardabile (non ingannino i due gol), a mio parere siamo proprio ‘brutti’. Mai visto un centrocampo così ‘povero’, lento e senza idee. Ora recuperiamo Di Gennaro (indispensabile) e il miglior Melchiorri (guai a lasciarlo in panchina). Forza ragazzi!”.

Marco: “Non ho visto la reazione che volevo vedere, siamo stati bruttini ma comunque questi 3 punti sono fondamentali”.

Andrea: "La condizione atletica è ancora precaria, un po' meglio quella psicologica. Positivi i rientri di Ceppitelli e Munari, involuzione senza fine per Sau e Farias è di un egoismo indisponente: gioca da solo".

Alessandro: "Facendo il compitino vinciamo 0-2. È tornata la squadra cinica, per il gioco e la freschezza atletica c'è tempo. Serve vincere, come o dove non importa".

Salvatore: "Era una partita molto delicata sia per noi che per loro. Noi siamo stati un po' agevolati dall'espulsione e da lì il Cagliari ha provato a vincere. Tatticamente era ben messo in campo".

In giro per il web

Maurizio: "Qualcuno ha notato i 30 punti di differenza ed il vantaggio per un tempo dell'uomo in più? Continua la scarsità tecnica del Cagliari nelle palle inattive. Se questo è il risultato del ritiro andiamo bene, comunque sei tiri in porta tra le squadre, due gol e nient'altro per una pessima partita che rispecchia la scadente qualità tecnica del campionato che si vincerà per demerito degli avversari (vedi Novara a 13 punti) e nonostante un altrettanto scadente allenatore".

Alessio: "Di questa partita l'unica cosa buona sono i tre punti, il resto penoso. Penoso l'allenatore che anche oggi ha dimostrato tutti i suoi limiti, penoso come sempre Murru. Grande Melchiorri, l'unico che dovrebbe sempre giocare dal primo minuto".

Sergio: "Continuo a pensare che questa squadra non ha gioco e si regge sulle giocate dei singoli, tra i quali oggi si salvano solo Melchiorri, e Cinelli per il gol. Sau ormai è un ex giocatore e Joao Pedro è sempre più indisponente".

Nicola: "Una squadra che gioca un calcio onesto, bravi ragazzi, si perde, si vince e si va in A. Mai avuto dubbi, sempre forza Cagliari nel bene e nel male! Piccolo Luca, è tutta per te questa vittoria!".

Filippo: "Non è stata una partita brillante, ho visto un Cagliari molto impaurito nel primo tempo. Dopo l'espulsione di Pinato paradossalmente il Vicenza ha persino giocato meglio (non avendo nulla da perdere). Per fortuna la rete di Cinelli (bella l'azione soprattutto) ha rimesso le cose a posto (e se non si segna manco in superiorità numerica...) e ho visto un po' più di serenità, meno passaggi sbagliati e un po' più di grinta. Ottimo il secondo gol di Melchiorri. Insomma, seppur non tra le migliori partite, ben venga la vittoria, buona per la classifica e soprattutto per il morale #forzacasteddu!".

Manuel: "Voto 7 a Melchiorri e Cinelli, 6 a Storari e Munari che appena entrato ha dato un po' di vivacità in campo. Gli altri voto 0, non meritavano nemmeno di giocare. L'unica nota positiva sono i tre punti".

Ciccio: "Partita brutta, favorita anche dall'inconsistenza dell'avversario. A parte i tre punti, resta il nostro gioco scadente, pesa molto a centrocampo l'assenza di Di Gennaro, non siamo più il Cagliari di due mesi fa, la prestazione del collettivo è scesa e non di poco, ma siamo a +13 a meno dieci dalla fine del campionato. Facendo i debiti scongiuri non dovremmo avere problemi a centrare l'obiettivo, ma questa è la B, contano i punti, per cui va bene cosi. Avanti tutta, forza Cagliari ora e sempre".

Massimo: "Melchiorri fa la differenza, Cinelli è ordinato e Fossati invisibile. Rastelli sbaglia le scelte per l'ennesima volta e ancora non ha dato un senso alla rosa fortissima del nostro Cagliari. Sempre e comunque #RossoBlu".

Agostino: "Il solito c**o di Rastelli. Deve sempre ringraziare le giocate dei singoli: malgrado il Vicenza abbia giocato un tempo in 10, abbiamo creato ben poche palle gol. Tra l'altro da un po' di partite giochiamo anche noi con un uomo in meno, ma dall'inizio (Sau mi ricorda Larrivey, non pervenuto). Mi auguro che Giulini per la serie A non confermi il mister. Forza Cagliari sempre e comunque".

Diego: "Partita oscena, abbiamo vinto ma sotto il profilo del gioco siamo in crisi nera. Appena incontreremo squadre vere si va sotto di nuovo, torniamo quelli di un girone fa e non ce ne sarà per nessuno. In A ovviamente serviranno tanti rinforzi e continuo a dire che Rastelli non mi convince, lo proverei mezzo girone d'andata in serie A e speriamo di sbagliarci. Oggi comunque si festeggia e si fa baldoria, grandi ragazzi. Sempre forza rossoblù".

Maurizio: "É stata una partita di transizione ma non oscena, d'altro canto nessuno si aspettava un partitone. Aspettiamo il ritorno di Di Gennaro (con Melchiorri indispensabile) e Munari e, se tutto va bene, tra 4 giornate saremo con un piede in serie A".

Sergio: "Va bene la vittoria. É tornato Ceppitelli e la difesa non ha corso nessun pericolo, appena torna Di Gennaro, che è fondamentale, tornerà anche il bel gioco".

Salvatore: "Oggi contava solo vincere! La prestazione è stata mediocre contro un avversario più scarso ed in inferiorità numerica per più di mezza partita. Ma in tempo di crisi va bene così".

Marcello: "Che brutta partita, per di più in superiorità numerica per più di un tempo. Con una squadra più in forma anche oggi le avremmo prese. Gli unici che si salvano sono Cinelli, Melchiorri, Salomon e Ceppitelli. Farias e Joao sono irritanti, gli farei fare tanta panchina".

Quirico: "Anche oggi scelte discutibili, Rastelli dimostra ancora una volta di non essere all'altezza. Sau e Joao Pedro hanno tanta volontà ma sono poca cosa, Farias e Fossati in alcune giocate sono indisponenti, salvo solo Salamon, il Ceppi e Melchiorri. Se fossimo rimasti in parità numerica non avremmo mai segnato. Rastelli con la mossa Krajnc poi è stato un grande: in serie A sì, ma non con lui!".

Fabio: "Ma di cosa ci lamentiamo? Una piccola flessione in un campionato lungo come la B ci puó stare. Questi ragazzi non sono mica supereroi, abbiamo 13 punti di vantaggio sulla terza a 10 giornate dalla fine, che vogliamo di più? I punti hanno la stessa valenza sia che si giochi bene sia che si giochi male, l'importante è tornare in A, poi si vedrà!".

Matteo: "Melchiorri per me deve giocare anche con una gamba sola. Rastelli continua a non piacermi, spero di essere smentito. Una cosa sola: ho sentito a fine partita dei tifosi del Vicenza gridare ladri. Ma ladri de che? Ma che non rompano l'anima e non facciano le vittime, oggi cosa sarebbe successo? Che tristezza, hanno una squadra nulla, noi abbiamo subìto espulsioni e torti quanto loro e più di loro, per cui che facciano silenzio, che oggi erano più fantasmi di noi".

Giorgio: "Ma se siamo primi giocando male io ci metto la firma! Magari giochi bene e perdi, perciò non tiriamo troppo la fune, che poi si spezza. Senza dimenticare che fare un campionato sempre al vertice non è da tutti. Forza CAGLIARI sempre".

Antonyphoto: "Sono contento per i 3 punti ma sono stati pessimi sia il gioco che l'approccio. Ci è andata bene perchè loro hanno giocato in 10 e sono stati sfortunati, con gli infortuni di due titolari. Temevo il Novara perchè, mentre stavamo pareggiando loro stavano vincendo e si avvicinavano alle nostre spalle, ma poi hanno perso, così come il Cesena, quindi il margine è ancora molto ampio. Meno male che le inseguitrici son più pippe di noi".

Gianni: "Grande Cagliari, questa vittoria la dedico a tutti i gufi".

Marco: "Ottima vittoria, per i tre punti. Per il resto buio totale".

Antonio: "Nuovamente una vittoria, anche se con tanta confusione e palloni sprecati. Anche il Vicenza ha giocato con la bava alla bocca perché tutte d'ora in poi giocheranno così contro il Cagliari. Ecco perché non è più possibile esprimersi ai livelli del girone d'andata. Anche le altre ogni tanto inciampano, vedi il Novara. Comunque, bene o male, il Cagliari va avanti. Forza Cagliari sempre".

Emanuele: "L' anno scorso il Frosinone ha ottenuto la promozione diretta con 71 punti, penso che anche quest'anno a causa dell'incostanza delle inseguitrici la quota per la promozione diretta sia quella. Quindi ci mancano solo 6 punti per la serie A".

Carlo: "Dai, va bene così, accontentiamoci. Momentaneamente siamo primi a +13 sulla terza. A mio parere la squadra in questo momento, per via dei tanti infortuni e per un calo di forma fisico e psicologico generale, non può dare di più. Ha sempre fatto risultato basandosi sulle giocate dei singoli e ora soffre. Certo che avere un gioco con schemi mandati a memoria e movimenti sincronizzati aiuterebbe a superare più agevolmente le difficoltà. Mi chiedo e, anzi, chiederei a Rastelli perché non si vedono in campo, non li propone in allenamento? Sovrapposizioni, tagli degli attaccanti, inserimenti degli interni, posizionamento sui cross, diagonali difensive, copertura del campo con squadra corta. Sono cose troppo difficili da insegnare e provare fino alla noia?".

Carmen: "Sono 12 i punti di vantaggio sul Novara, perché a parità di punti, sale direttamente il Novara per via degli scontri diretti".

Davide: "Murru via dal Cagliari e Sau in panchina. Melchiorri titolare subito".

Charlie: "Un'altra prova decisamente imbarazzante, nonostante il risultato. L'arbitro ci ha graziati non espellendo Sau, che sinceramente avrebbe meritato la seconda ammonizione. Anche Salamon, che tanto avevamo apprezzato, mi sembra poco adatto per un Cagliari da Serie A. Spero che rientri Capuano che, insieme a Ceppitelli, potrebbe formare una coppia di centrali tutta italiana ed abbastanza affidabile. Non capisco davvero la rinuncia a Barreca in favore di Murru e il non utilizzo di Melchiorri per far posto ad un sempre più involuto Sau. Irriconoscibile ancora una volta Fossati, che ad Avellino mi aveva davvero impressionato sulla catena di destra unitamente a Barreca. Credo che con il reintegro di Di Gennaro, Fossati debba fare un po' di panchina e riprendere fiato. In salita le quotazioni di Cinelli. Comunque dopo Modena affronteremo in casa la squadra più' forte del momento, ovvero lo Spezia. Vincere quella partita potrebbe significare la consacrazione definitiva alla serie A in un campionato che forse vinceremo ma che, comunque, lascia un grande amaro in bocca per la qualità del gioco espresso. Sì, è vero, il Pescara sta trovando grosse difficoltà in questo momento, ma ho visto alcune partite, compresa quella contro il Cagliari, e si vedeva che lì c'era la mano dell'allenatore. Qui non vedo nessun tipo di schema, ma solo improvvisazione e pragmatismo. Poi è chiaro che a qualcuno può anche stare bene così!".

Claudio: "Contava solo la vittoria. L'anno scorso grandi partite e zero punti, quest'anno vinciamo anche giocando male. Con il ritorno di tutti gli uomini tornerà anche il bel gioco".

Gianni: "Adesso serve il coraggio di lasciare fuori Murru e quell'ex giocatore di nome Marco Sau. Melchiorri deve stare sempre in campo, è sempre decisivo".

Pasqualino: "Giochiamo malissimo e abbiamo 13 punti di vantaggio, potevamo essere in A già da febbraio".