Lopez il profeta, Dessena il "cagnaccio"!

Dopo la partenza di Nainggolan hanno avuto ragione il tecnico Lopez e Daniele Dessena

pubblicato il 15/02/2014 in Approfondimenti da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda

Il tecnico del Cagliari Lopez fu molto chiaro subito dopo la partenza di Nainggolan alla Roma: “Uno come Nainggolan non lo trovi dietro l'angolo perché è forte, completo, pertanto è difficilmente sostituibile, ma ci sono giocatori in rosa che possono fare altrettanto bene, pur con caratteristiche diverse”.

Ha visto bene il buon Diego, ancora una volta profetico. Infatti, dopo lo scossone preso dai rossoblù e le sconfitte rimediate dopo la partenza del ninja, è emerso con forza in queste ultime gare Daniele Dessena.

Domani sarà nuovamente a disposizione e non ci sono dubbi, giocherà. Il migliore in campo contro la Fiorentina, combatte come un leone, sacrificandosi per la squadra: corsa, forza fisica, recupero palloni, dà una mano importante alla difesa, non disdegna l’impostazione della manovra, si inserisce in avanti, cerca anche il tiro da fuori. Bravo, davvero bravo.

A Cagliari sta bene, a centrocampo va forte insieme al capitano e con Ekdal; un terzetto di tutto rispetto. Dessena, “il cagnaccio”, arrivato in rossoblù nella stagione 2009-2010 fu costretto, contro la sua reale volontà a rientrare a Genova a fine stagione. Nuovamente al Cagliari dal gennaio 2012, sta dimostrando un grande attaccamento alla maglia, ai tifosi e alla città.

Bravo “cagnaccio”!