#cicrediAmo?

Il Cagliari sprofonda verso la Serie B

pubblicato il 04/04/2015 in Approfondimenti da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda
foto: castedduonline.it

Un bel gesto della società, quello di far trovare a tutti gli spettatori del Sant’Elia il cartoncino colorato con la scritta #crediAmoci. Stampati 12000, distribuiti circa 9000. All’ingresso in campo delle due formazioni, lo stadio si è colorato di rosso e di blu: tutti i presenti hanno sollevato quella scritta di speranza, appunto #crediAmoci.

Non è dato però sapere in quanti, a questo punto, ci credano davvero, e in quanti tra i presenti ci credessero: in primis alla vittoria contro la forte Lazio, infine alla salvezza, obbiettivo dichiarato che sempre più si allontana. 

È difficile obbiettivamente capire più in generale in quanti tifosi credano davvero alla salvezza, e lo stesso vale per la squadra, lo staff tecnico e dirigenziale, presidente in testa. La vicenda Beretta ha scosso l’ambiente, le domande sul futuro del Cagliari giustamente si moltiplicano.

C’è chi parla di terremoto interno, di rivoluzione tecnica e societaria. Difficile concentrarsi sul presente quando tutto lascia pensare che si stia programmando il futuro. Sì, ma quale futuro? Che tipo di futuro? Con quale progetto? Esiste ancora un progetto? Ci sarà un nuovo progetto?

La società resta in silenzio, le risposte alle tante domande non arrivano. Ed allora ecco una nuova domanda #cicrediAmo?