Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cagliari, chi parte e chi resta

I possibili cambiamenti a livello di rosa per la prossima stagione

Condividi su:

Con la retrocessione in Serie B il Cagliari inevitabilmente subirà grossi cambiamenti all'interno della rosa, come successe nel 2015, per cui durante questa estate ci si aspetta una vera e propria rivoluzione (e ridimensionamento) dell'organico. 

I cosiddetti big sono ad alto rischio, specie quelli che hanno avuto proposte nell'ultimo periodo. Uno di questi è sicuramente Nahitan Nandez, il quale avrebbe potuto salutare già questo gennaio ma alla fine è rimasto nell'Isola. Ora però con molta probabile partirà. E Vicario, al momento in prestito all'Empoli, dopo la grande stagione che ha fatto, non prenderà il suo posto in B. 

Anche Alessio Cragno, dopo tanto tempo, potrebbe dire addio. Il portiere di Fiesole non vorrebbe uscire dal giro della Nazionale e in Serie B non potrebbe mettersi in mostra per quelle che sono le sue qualità: una sua partenza è più che possibile. 

Pure Luca Ceppitelli, un altro dei senatori di questo Cagliari, dovrebbe lasciare la Sardegna, dopo essere stato vicino all'addio la scorsa estate. Anche Razvan Marin, uno dei rossoblu con più richieste sul mercato, probabilmente partirà. Stesso discorso per Marko Rog, un altro che non avrebbe problemi a trovare una squadra in Serie A, e che con i Mondiali alle porte non vorrebbe perdere una chance di venire convocato dalla sua Croazia. 

Per quanto riguarda l'attacco, tra Joao Pedro, Pavoletti, Keita e Pereiro gli ultimi due, salvo sorprese, l'anno prossimo non saranno più giocatori del Cagliari. Per i totem del club invece si vedrà, perché una possibilità che rimangano, anche se sottile, c'è. Più per Pavoletti che per il numero 10, visto che Joao è il giocatore del club con più richieste, e se vuole sognare ancora la Nazionale il suo posto non può essere la B. Le percentuali di una loro permanenza tuttavia non sono per niente alte. 

I vari Bellanova, Dalbert, Lovato, Baselli e Grassi, arrivati in prestito, saluteranno, lasciando il Cagliari scoperto in più ruoli. Lo stesso discorso vale per Kevin Strootman: l'olandese, che per via dei continui problemi fisici ha giocato veramente poco, tornerà al Marsiglia. 

A questo punto chi resta? Per la porta Radunovic dovrebbe rimanere, perché in caso di partenza di Cragno avrebbe la possibilità di giocare regolarmente, anche se in B. Carboni, prodotto della Primavera, resterà salvo sorprese, così come Obert. Walukiewicz invece è a metà tra restare e partire, il fatto però di aver giocato molto poco in questa stagione ha abbassato notevolmente le richieste di mercato. 

Anche Giorgio Altare è verso la permanenza, dal momento che si libererebbe sicuramente uno spazio in difesa, e ultimamente è riuscito a ritagliarsi un ruolo da titolare. Anche Lykogiannis va verso la permanenza, mentre Goldaniga è da valutare. Gabriele Zappa dovrebbe restare, la fascia destra sarebbe sua nel caso rimanesse. Chi quasi sicuramente resterà è Alessandro Deiola, che ha cavalcato la risalita dalla B alla A ed è pronto a rifarlo. Un sardo da cui ripartire, per il Cagliari potrebbe essere già un punto di inizio.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook