Benedetti, il figlio d’arte che vuole sovvertire le gerarchie di Zeman

Il difensore resta in rossoblù e lotta per una maglia da titolare

pubblicato il 03/09/2014 in Approfondimenti da Roberto Scalas
Condividi su:
Roberto Scalas

Nell’ultime ore di mercato c’è stato il caso Benedetti a tenere banco. Il giovane difensore centrale figlio d'arte, non pare essere entrato nelle grazie di Zeman perciò Marroccu ha cercato di trovargli una sistemazione in prestito per dargli modo di avere più spazio. Il tutto sembrava andare in porto tramite lo scambio con Gonzalez dell’Hellas Verona ma la trattativa è sfumata.

L’ex giocatore dell’Inter, con la sua permanenza a Cagliari, sarà il quarto centrale a disposizione del boemo e dovrà lavorare sodo per ribaltare le gerarchie del tecnico ceco.

In molti pensano che questa vicenda potrà penalizzare ancora di più Benedetti, avendo perso all’ultimo la possibilità di avere più spazio con un’altra maglia. In realtà questa situazione potrà testare le doti caratteriali del giocatore che, se mostrerà la giusta personalità, potrà sovvertire le scelte iniziali di Zeman. E’ probabile che la delusione possa far scattare quella scintilla che gli consenta di far parte dei protagonisti della nuova stagione rossoblù e i tifosi non possono che augurarglielo.

Anche in questo caso, il campo sarà l’ultimo giudice.