Faragò: "Uno dei giorni più belli della mia vita"

"Ora testa al Torino"

pubblicato il 20/10/2019 in Zona mista da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
2019

Cagliari-Spal è terminata sul risultato di 2-0 e Paolo Faragò, tra i migliori nei sardi, è appena arrivato in zona mista per commentare la prestazione contro gli uomini di Semplici.

Ecco le sue parole:

"Di solito quando si vince si è felici ma oggi è uno dei giorni più belli della mia vita, non me l'aspettavo. Quando ho giocato da terzino non ho mai sfigurato, poi comunque spetta a me migliorarmi. Ho iniziato ad allenarmi con la squadra dieci giorni fa, siamo migliorati come squadra nel fraseggio e questo ci permette di gestire meglio i ritmi di gara. Più passa il tempo e più miglioriamo. Ora dobbiamo pensare partita per partita, dobbiamo lavorare tanto in settimana elimare i difetti.

Con quel gol ho spazzato via il passato, ho segnato nella porta dell'ultimo gol che ho fatto e volevo cancellare anche l'ultima gara qua, ero stato espulso. A Novara facevo la mezzala o l'esterno offensivo, è normale che segnassi di piu. Ma faccio quello che mi chiede il mister. Il gol è tutto per Irene, che mi è stata vicina in questi mesi difficili in cui non devo essere stato simpaticissimo.

Ora testa a Torino, sarà una gara difficile ma se ci mettiamo tutto quello che abbiamo dato finora e cerchiamo di essere più attenti davanti possiamo fare bene.

Il mister mi ha fatto capire due giorni fa che avrei giocato. In occasione del gol ho visto che non c'erano uomini nella mia zona, ho visto che potevo passare e ho chiamato Simeone che è stato bravo a passarmela. Qualche lacrimuccia mi è scesa... Devo ringraziare tutti i tifosi per il loro sostegno oggi e in questi mesi. Questa settimana sono successe tante cose simili alla settimana della gara con la Spal in cui avevo segnato...".