Spalletti: "Cagliari veemente"

"Barella deve crescere"

pubblicato il 01/03/2019 in Ultim'ora da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)

La gara tra Cagliari e Inter è terminata con il risultato di 2-1 e Luciano Spalletti è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione della sua squadra contro i sardi.

Ecco le sue parole:

“Oggi mi spiego male tante cose, e non è la prima volta che passiamo fasi del genere, fa parte del nostro carattere non riusciamo a dare tutto ciò che abbiamo. È il dispiacere più grande, anche alla luce di tutte le occasioni del secondo tempo ma nel primo siamo rimasti freddi e timidi rispetto allo sviluppo della gara in quel momento. Il Cagliari è stato bravo a sfruttare le nostre difficoltà.

Abbiamo avuto 34 occasioni da gol ma non abbiamo concretizzato. Ci è già successo di non segnare e di non mostrare le nostre qualità e stasera abbiamo iniziato timidi, abbiamo avuto un giro palla lento e non siamo riusciti a contrastare un Cagliari che sapevamo che sarebbe stato veemente, non siamo riusciti a contrastare questa veemenza. Niente di nuovo.

Ranocchia in avanti? Dipende da quello che sta succedendo in campo e dal momento della squadra. Abbiamo due attaccanti infortunati e il Cagliari era in vantaggio e si è chiuso, quindi mi serviva qualcuno che potesse essere bravi nelle palle inattive. Non la vedo una cosa così strana; prima avevo messo Più ma il Cagliari era chiuso e ho messo Ranocchia. Questo non vuol dire essersi trasformati in una provinciale.

Barella? È un buon giocatore ma deve ancora crescere. Gli auguro di fare sempre meglio ma oggi ho avuto poco tempo per guardarlo, ero troppo impegnato a guardare i miei.