Gasperini: "Qui, se non giochi bene non vinci"

"Non era facile contro il Cagliari"

pubblicato il 14/01/2019 in Ultim'ora da Marco Castoni (inviato)
Condividi su:
Marco Castoni (inviato)

La gara tra Cagliari e Atalanta è terminata con la vittoria dei nerazzurri per 2-0: i bergamaschi passano così il turno di Coppa Italia e accedono ai quarti di finale, dove incontreranno la Juventus. Giampiero Gasperini è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione dei suoi contro i sardi.

Ecco le sue parole:

"Fantastici i bambini che mi chiamavano mentre guardavo la partita, mi son girato e li ho salutati.

Non era una partita facile, contro una squadra che nel suo campo gioca bene. Abbiamo giocato bene, perché in questo campo se non giochi bene non vinci.

Cerchiamo di fare il massimo nonostante il campionato, affrontiamo la Coppa Italia cercando di andare avanti. Non era facile dopo la sosta venire a vincere qua.

Tutti stanno mettendo le formazioni migliori, era una partita vera. Per il terzo anno ci capita la Juve, secondo me quest'anno abbiamo qualche occasione in più. Ci proveremo perché ci siamo guadagnati questa occasione.

Nel secondo tempo mi sembrava di esser tornato all'inizio dell'anno perché abbiamo costruito bene, ma a due passi dal portiere abbiamo sbagliato clamorosamente. Con la Juve dovremmo essere più cinici.

Djimsiti non è più una sorpresa, è affidabile in difesa, come gli altri cinque che ho a disposizione. Pessina aveva bisogno di fare una partita e ha fatto bene crescendo nella ripresa.

Zapata non può fare goal ad ogni colpo e Cragno ha fatto delle parate strepitose. E' sempre pericoloso e perde pochi palloni. Al di là del goal ha creato tanto, essendo un riferimento dentro l'area.

A tratti con Gomez e Ilicic abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio per un non nulla, abbiamo sempre la sensazione di avere qualità e sostanza.

Barella mi è piaciuto molto, ormai è un giocatore quotato, giustamente ricercato da grandi squadre. Sta facendo una bella crescita".