Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nicola: "Fatta una gran bella gara"

"Premiato il nostro lavoro"

La Redazione
Condividi su:

Udinese-Cagliari è terminata con il risultato di 0-2 e Davide Nicola ha parlato della prestazione dei suoi ragazzi contro gli uomini di Maran.

Ecco le sue parole, riportate da udineseblog.it

"Abbiamo fatto una gran bella partita per produzione di gioco, perchè non abbiamo concesso agli avversari, per costruzione di gioco, sono venuto qui per costruire, rispetto l'opinione di tutti ma ho in testa quello che voglio fare e cerco di farlo attraverso il lavoro. Io oggi ho cambiato in funzione delle caratteristiche dei giocatori perchè Behrami come mezz'ala ha caratteristiche incredibili di aggressione, mi serviva aggressività e copertura per Larsen, poi abbiamo rispettato il Cagliari, abbiamo fatto abbassare i nostri avversari facendoli andare in difficoltà, la strategia di gara era stata questa.

Noi stavamo pensando troppo perchè stavamo cercando degli automatismi, abbiamo giocato bene non perchè non c'era De Paul ma si è giocato bene perchè stiamo andando avanti con il nostro lavoro. Behrami, sono convinto che lui possa fare questo ruolo ma dipende dalla caratteristica degli avversari, la ciliegina è stato il gol, siamo contenti perchè portiamo in gol giocatori diversi. Sul gol di Lasagna non ho visto perchè volevo vedere la reazione dei tifosi.

Lasagna ha fatto una partita stupenda, stiamo recuperandolo per portarlo in condizione. Se continuerà a giocare in questo modo sicuramente farà bene al di là del rigore sbagliato. Adesso dobbiamo mantenere uno standard di prestazioni, una fluidità di gioco e continuare coi movimenti migliorandoli.

Noi tendiamo a padroneggiare il gioco con tutti gli avversari, se avessimo giocato al mio esordio con due eesterni alti non avremmmo mai vinto. L'obiettivo era quello di mantenere una consapevolezza della nostra difesa affinchè i nostri tre difensori potessero accettare la parità numerica per sopportare anche la presenza degli esterni nella metà campo avversaria".

 

Condividi su:

Seguici su Facebook