Rastelli: "Non avremmo meritato di perdere. Ibarbo? Per ora è del Cagliari, può essere utile"

Le parole del tecnico rossoblù in conferenza stampa

pubblicato il 29/01/2017 in Ultim'ora da Marco Zucca (inviato)
Condividi su:
Marco Zucca (inviato)
Foto: www.blogcagliaricalcio1920.net

Pareggio del Cagliari contro il Bologna. In sala stampa si presenta il tecnico dei rossoblù Rastelli. Ecco le sue parole:

“Un ottimo Cagliari fino al gol del Bologna, che psicologicamente ci ha demoralizzato. Abbiamo perso distanze e convinzione. Non meritavamo di perderla.

Abbiamo fatto mezz'ora del primo tempo di qualità, e nel secondo abbiamo accelerato per andare il vantaggio. Su un disimpegno bravo il Bologna a capitalizzare. Stava per portare a casa i tre punti, ma siamo stati bravi a pareggiare. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi. Non avevo grandi cambi. Nell’economia della partita avevo poche possibilità di cambiare.

L’ingresso di Salamon da attaccante ci ha permesso di conquistare qualche palla. Avevo preparato il ruolo di attaccante già prima della partita.

In ogni gara ci sono errori, il problema è quando da un errore nasce il gol dell’avversario. Il Bologna ha intercettato una verticalizzazione frettolosa e ha capitalizzato.
Giannetti? Aveva 39,5 di febbre, non potevo farlo giocare.

Ibarbo? E’ del Cagliari, un giocatore tornato alla casa madre, e ci sono situazioni in evoluzione. Potremmo anche trovarcelo. Potrebbe essere utile, il modo lo vedrò poi.

Il sistema di gioco? In virtù dell’avversario e delle assenze. Era un sistema di gioco che ci permetteva ampiezza, stare bene in campo e coprire gli spazi. Di Gennaro è stato straordinario, Sau ottimo in un ruolo non propriamente suo.

Credo che la gente oggi si sia divertita oggi. Murru no e Capuano sì? Non potevo permettermi giocatori non al 100%.

Donadoni parla di due punti persi? Io ne ho persi 6! Se c’era una squadra che doveva vincere oggi sarebbe stato il Cagliari.

Borriello? Contento per lui, sta segnando con una certa regolarità e ha quella zampata che ci permette di rimettere in sesto delle partite. Un premio anche il gol di oggi al modo di interpretare questa stagione.

Il fallo di Viviani? Minimo da giallo, quindi sarebbe stato comunque espulso. Sulla seconda situazione, ho visto solo quando la palla è arrivata a Borriello, non posso commentare”.