Cagliari, contro quali avversari deve arrivare una vittoria?

Inter, Udinese, Juventus sono le prossime gare

pubblicato il 09/12/2021 in Sotto la lente da Mario Siddi
Condividi su:
Mario Siddi
2021

Essere penultimi in classifica alla sedicesima giornata non è certo una botta di vita.

Allo stesso tempo però, vista l'urgenza famelica di punti, un Cagliari che da questo fattore dovrebbe trarre le giuste forze per fare bottino pieno, al contrario si scioglie in prestazioni da minimo sindacale.

Succede dunque che non si riesca a vincere nemmeno contro il Torino in casa, in quella che da tanti, veniva inquadrata come la partita giusta per sbancare l'Unipol Domus, e finalmente agguantare i tre punti.

Anzi, a dirla tutta, se non fosse stato per la prodezza di Joao Pedro, probabilmente si sarebbe anche perso. Basta questo a dare la cifra di quanto buia sia fino a qua la stagione del Cagliari, escluso qualche bagliore figlio di prodezze personali.

Ma se non con avversari di “pari livello”, contro chi si pretende di vincere?

Il calendario corre inesorabile e dei prossimi tre turni, almeno due sono (sulla carta) da bollino nero per i rossoblù.. Verosimilmente, sia contro l'Inter che contro la Juve, si tornerà a mani vuote.

Resta un risultato aperto contro l'Udinese, fermo restando che anche con le piccole o medie realtà, il Cagliari di Mazzarri non è mai andato oltre il pareggio.

Inutile scomodare dati, numeri statistiche. Bastano i nomi. E Inter e Juventus fanno più paura che mai. Poi certo, nel calcio tutto è possibile, ed essere smentiti è cosa nient'altro che auspicata da chi scrive.

L'andazzo, per il resto, è quello solito ormai da molte giornate: si scivola inesorabilmente in un anonimato di classifica sempre più stabile, dove nel fondo decantano gli ultimi della classe e a galleggiare restano i penultimi.

Tutto ciò che di buono si poteva fare, ormai se lo si è giocato, ed è tutto rimandato.

Programmi, obiettivi, progetti. Per ora il nome del Cagliari è associato alla lotta salvezza, poco importa di proclami estivi, arrivi altisonanti o promesse disattese. Ed è così da molte stagioni.

Ritrovarsi sotto Natale con una classifica più o meno inalterata dunque, rimane forse il più concreto orizzonte per questo Cagliari così annichilito.

Poi verrà il mercato di gennaio e i tanti nomi, le illusioni, gli abbagli. Gli stessi, che nelle ultime stagioni, non hanno alzato l'asticella né di reputazione né di classifica di un millimetro, ma di cui tanto, troppo, si è sempre parlato.

Ma senza andare troppo avanti, il prossimo avversario si chiama Inter e si gioca a Milano. E sperando di sbagliarsi, avanti con i pronostici, se ci riuscite.