Cagliari, che risposte ha dato l'amichevole con l'Augsburg

Condizione ancora lontana e tanti aspetti su cui lavorare

pubblicato il 01/08/2021 in Sotto la lente da Mario Siddi
Condividi su:
Mario Siddi
2021

La sconfitta in casa dell'Augsburg per 3-1, è l'ultima cosa di cui preoccuparsi. I tedeschi infatti, avanti con la preparazione e dal punto di vista fisico più reattivi, hanno trovato un Cagliari ancora in rodaggio e con le gambe pesanti dai carichi di lavoro.

Poco male. I test estivi, soprattutto quelli con avversari di livello, servono proprio a questo: trovare le giuste risposte per calibrare il lavoro in funzione della prima di campionato.

Alcuni spunti gli ha dati nel post gara lo stesso Leonardo Semplici. Il tecnico si è detto soddisfatto nonostante il risultato, ma allo stesso tempo focalizzato nel trovare i giusti correttivi alle cose che ritiene non siano andate troppo bene.

Appena il livello degli avversari sale, anche le difficoltà aumentano, e contro l'Augsburg, è successo proprio questo.

 “Dare quell'identità e quella praticità, che una squadra come il Cagliari deve avere” ha detto Semplici. Proprio quello cioè, che servirà in campionato. Ecco un altra risposta da questa amichevole.

Saper affrontare squadre piccole, medie o grandi, passa anche per la capacità di sfoderare ogni volta le armi che sono necessarie rispetto a chi hai difronte.

Il gioco infatti, si adatta anche al livello degli avversari e serve saperlo interpretare nei modi, nei tempi e nelle diverse fasi di un lunghissimo campionato pieno di variabili.

Tante risposte dunque e (per ora) una sola certezza: c'è tanto ancora da lavorare per trovare la condizione ottimale.

Il tempo gioca in favore, questa volta, e ci sono tutte le condizioni per potersi far trovare pronti ai nastri di partenza.