Maran: "Primo tempo da Cagliari. Mercato? Carli ha già detto tutto"

"Quattro sconfitte di fila pesano come un macigno"

pubblicato il 11/01/2020 in Sala stampa da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)

Cagliari-Milan è terminata il risultato di  0-2 e Rolando Maran è appena arrivato in sala stampa per commentare con i giornalisti presenti la prestazione dei suoi.

Ecco le sue parole:

“Quattro sconfitte pesano come un macigno, ci sta che ci sia un periodo negativo ma dobbiamo superarlo. Nel primo tempo abbiamo giocato da Cagliari, abbiamo sofferto un po' sul piano fisico ma abbiamo tenuto il pallino e abbiamo avuto l'occasione più grossa. Poi, come sta succedendo ultimamente, abbiamo concesso gol alla prima occasione e questa è una cosa su cui bisogna lavorare, abbiamo concesso gol su due occasioni evitabili. Se vogliamo mantenere questa posizione bisogna lavorare tutti bene e al massimo, io in primis, per migliorare in fretta.

Magari non siamo nel periodo migliore ma fino al loro gol siamo andati bene e poi siamo crollati perché ci buttiamo giù dopo l'episodio negativo. Abbiamo corso tanto e alcuni giocatori hanno tenuto alto il ritmo e ci sta un momento un po' negativo ma dobbiamo rendere le cose più difficili all'avversario e non renderci le gare in salita​.

Come dicevo ieri, bisogna lavorare per evitare tutti i gol che prendiamo, ormai sempre almeno due a partita. Abbiamo delle "scorie" negative e dobbiamo superare al più presto questo momento, dobbiamo lavorare tutti insieme per uscirne.

Cerri per Simeone? Quando perdi in casa, qualsiasi scelta è sbagliata. Dovevamo mantenere l'equilibrio e Cerri doveva diventare il punto di riferimento, poi quando vai sotto con una squadra come il Milan è tutto più difficile... Dobbiamo venirne fuori con le nostre forze, siamo in una posizione che tutti ci invidiano, e questo non dobbiamo dimenticarlo​.

Prima della ripresa del campionato eravamo il quinto attacco ma ci sta un momento in cui si segna meno, fa parte del calcio. Ci sono situazioni in cui segni alla prima occasione e altre in cui prendi gol alla prima occasione. Noi dobbiamo solo lavorare di più e uscire da questo momento. Mercato? Il direttore ha già detto tutto".