Per gli Sconvolts sono guai

Emanati altri 28 Daspo

pubblicato il 16/02/2014 in News da Ignazio Pisanu
Condividi su:
Ignazio Pisanu

12 Gennaio, la Juventus sfida il Cagliari al Sant'Elia. I rossoblù riescono a portarsi in vantaggio nel primo tempo ma – sfruttando episodi favorevoli - i bianconeri rimontano e vincono mettendo a segno un sonoro poker di gol. Un parziale evidentemente troppo pesante che scatena l'ira dei tifosi. Nel post gara un gruppo di ragazzi assalta il pullman degli juventini, non rinunciando a scagliare dei sassi contro i vetri del veicolo. Gli agenti della Digos riescono a individuare e denunciare 12 giovani. La polizia analizzando le riprese delle telecamere dello stadio e quelle di varie emittenti televisive identifica altri 28 facinorosi. Per punire quest'azione antisportiva e violenta il questore ha emesso dei Daspo - misure per allontanare dalle competizioni sportive - della durata variabile dai 2 ai 5 anni. I rei, tutti appartenenti al gruppo di supporters Sconvolts 87, devono ora rispondere ad accuse di danneggiamento aggravato, istigazione alla violenza, travisamento e lancio di oggetti contundenti. Quello del post Cagliari Juve è senza ombra di dubbio un episodio estremamente negativo e da condannare con forza che rimane tuttavia un evento circoscritto a un ristretto gruppo di ultras.