Tabanelli finalmente fuori dall'inferno

Il centrocampista rossoblù ritrova il sorriso: ora è un giocatore del Cagliari

pubblicato il 15/02/2014 in News da Francesco Zucca
Condividi su:
Francesco Zucca

Non è stata una bella esperienza per il giovane ravennate Andrea Tabanelli quella passata in Inghilterra. Il centrocampista, neoacquisto invernale del Cagliari, dopo aver passato due giorni ad allenarsi con i nuovi compagni, era stato subito girato in prestito da Cellino al Leeds. Nel frattempo, il patron rossoblù (chissà per quanto ancora) aveva già cacciato dalla panchina l’allenatore McDarmott, operazione che ha fatto infuriare la tifoseria inglese.

Cellino allora ha fatto dietrofront richiamando subito il tecnico alla guida dei Leeds, al quale però non deve essere andata giù questo tira e molla e al suo ritorno, trovando il giovane ex cesenate fra i suoi giocatori si è espresso in modo critico, ironico e per niente tenero: “Tabanelli? Chi? Non lo conosco”. Tutto dire insomma!

Fatto sta che nell’arco delle ultime due settimane la Federazione inglese ha poi bloccato il trasferimento del centrocampista, non riconoscendo la clausola riguardante il bonus per la valorizzazione del giocatore.

Non tutti i mali vengono per nuocere, avrà pensato Tabanelli, che dopo aver passato questi giorni allenandosi fuori dal gruppo, seguito solo da Festa, ieri ha rifatto le valigie e preso un biglietto di solo ritorno per Elmas.

Approdato sorridente in terra sarda, scortato dal ds cagliaritano Salerno e da Gianluca Festa, Tabanelli appare già più sereno e racconta dei suoi giorni all’estero all’Unione Sarda: “In queste settimane mi sono allenato due volte ad Assemini e poi, in Inghilterra, da solo. Se mi spiace esser qui? Per nulla, anzi. Sono felicissimo, perché in quei due giorni sono stato accolto alla grande”.

Ora Tabanelli dovrà aspettare il transfer per annullare la cessione al Leeds e poi potrà tornare ad allenare con il gruppo rossoblù, con aspettative decisamente più rosee.

Sicuramente Lopez avrà più tatto nell’accoglierlo, il Cagliari dopo la cessione alla Roma di Nainggolan, necessita di centrocampisti in grado di colmare quel vuoto, e oltre a Conti, Dessena ed Ekdal, il tecnico uruguaiano deve ancora stabilire le gerarchie. Tra l’altro il prestito di Tabanelli al Leeds, avvenuto subito dopo il passaggio del ninja in giallorosso, aveva lasciato perplessi molti tifosi, che si aspettavano proprio un rinforzo a centrocampo. Ora, Dessena, Eriksson, Vecino e Tabanelli rappresentano il classico imbarazzo della scelta.

Chissà, magari un giorno McDarmott rimpiangerà di non aver accolto come si deve Tabanelli.