Lopez come Ligabue: "Siamo chi siamo"

Consueta conferenza stampa per il tecnico rossoblù in vista della gara di Bergamo contro l'Atalanta

pubblicato il 19/01/2014 in News da Marco Castoni
Condividi su:
Marco Castoni
Il tecnico rossoblù Diego Lopez

Consueta conferenza stampa per Diego Lopez prima della gara contro l'Atalanta. Il Cagliari riparte dalla pesante sconfitta contro la capolista, una buona gara, nonostante l'entità del risultato.

"Chi non l'ha vista, può pensare a una partitaccia - dice il tecnico rossoblù Diego Lopez - Chi invece l'ha vista attentamente, sa cosa ha fatto la squadra. Siamo mancati nell'ultimo quarto d'ora, ma per il resto i ragazzi hanno sfoggiato una grande prova".

A Bergamo sarà tutt'altro copione: l'Atalanta è una formazione determinata.

"Sarà una partita diversa, più combattuta. L'Atalanta è una squadra aggressiva, ben allenata, gioca bene al calcio e anche per lei è una gara importante. Ci aspetta una battaglia calcistica. All'Atalanta contro la Juventus è capitato più o meno quel che è successo a noi: buona prestazione per poi cedere nel finale. Denis, Moralez, Bonaventura sono coloro che temo maggiormente. In casa sono fortissimi e di rado sbagliano".

Il Cagliari si presenta allo stadio "Atleti Azzurri d'Italia" senza paura, con qualche certezza in più.

"Dobbiamo pensare alla partita di domenica scorsa, dobbiamo avere consapevolezza che siamo chi siamo".

L'attacco senza i due sudamericani Pinilla e Nenè sarebbe ridotto all’osso, ma Lopez la vede da un altro lato:

"Abbiamo quattro punte perché Ibraimi può fare l'attaccante puro. Inoltre portiamo Solinas, un giovane che si allena con noi ed è pronto ad essere utilizzato: va su tutti i palloni, mancino, buon tiro e attacca la profondità".

Si ripropone il dilemma portiere: Avramov è pronto, Adan si è allenato bene dopo le indecisioni dimostrate contro la Juventus.

"Antonio è un ragazzo dinamico, non sta a riflettere su quel che è successo in passato. E' giusto così, gli errori ci stanno. Anche Astori nel primo tempo ha commesso un errore in uscita, per fortuna non abbiamo preso gol, quindi è passato sotto silenzio. Certo, se gli avversari segnano, diventa tutto più pesante, ma gli errori tecnici ci stanno nel corso di una partita".

Sono 20 i giocatori convocati per la trasferta di Bergamo.

Questa la lista completa:

Portieri: Adan e Avramov

Difensori: Astori, Avelar, Del Fabro, Murru, Oikonomou, Perico, Pisano, Rossettini

Centrocampisti: Cabrera, Conti, Cossu, Dessena, Ekdal, Eriksson

Attaccanti: Ibarbo, Ibraimi, Sau, Solinas.