Da Rog a Marin, gli impegni di ieri dei nazionali rossoblu

Il racconto

pubblicato il 12/11/2020 in Nazionali da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

È terminato il primo round di rossoblu impegnati con le rispettive Nazionali. Ieri sono andate in scena la Grecia di Lykogiannis, la Polonia di Walukiewicz, la Croazia di Rog, la Romania di Marin e l'Italia di Cragno.

Il portiere del Cagliari ha fatto panca durante il 4-0 degli Azzurri nell'amichevole contro l'Estonia al Franchi di Firenze: tra i pali il secondo di Donnarumma, Salvatore Sirigu.

Lykogiannis invece ha disputato il secondo tempo dell'amichevole contro il Cipro ad Atene, che ha visto gli ellenici trionfare di misura per 2-1, grazie alle reti all'8' di Tzolis e al 18' di Giakoumakis. A nulla è servito il gol di Elia per i ciprioti nella ripresa.

Successo anche per Sebastian Walukiewicz, che ormai è il futuro della difesa della Nazionale polacca. Gara da titolare per il centrale rossoblu nell'amichevole di Chorzów, dove i padroni di casa si sono imposti per 2-0 sull'Ucraina guidata dalla leggenda Shevchenko: reti di Piatek (40') e Moder (63'). 90' puliti per il classe 2000, in cui ha concesso poco o nulla agli avversari.

Sorride anche Razvan Marin: vittoria per 5-3 della sua Romania contro la Bielorussia in amichevole, con il regista del Cagliari che ha segnato pure un gol su rigore, quello del momentaneo 2-0. A Ploiesti, i padroni di casa conducono un primo tempo spettacolare chiudendo sul 4-0: apre le danze Mitrea dopo dieci minuti, raddoppia Marin dagli undici metri, poi è il turno di Nedelcearu alla mezz'ora e di Puscas nel finale.

Nel secondo tempo c'è spazio per la doppietta di Nedelcearu al 55'. La Bielorussia si sveglia tardi, segna tre reti nella ripresa, ma non basta. Marin ha lasciato il posto al 70' per Bicfalvi.

Infine, l'ultima sfida ha visto la Croazia di Marko Rog giocare contro la Turchia: 3-3 rocambolesco alla Vodafone Arena di Istanbul. Il tutto è avvenuto nel giro di un'ora, un botta e risposta continuo tra le due compagini che hanno onorato il match nonostante si trattasse di un'amichevole.

Il centrocampista del Cagliari ha giocato per tutta la gara al fianco di Badelj in mediana. Il primo gol della serata è di Tosun su rigore al 23', ma al 32' Budimir trova il pareggio per i croati. Prima di andare a riposo, la Turchia ripassa in vantaggio con Turuc. La ripresa è scoppiettante come il primo tempo: Pasalic dell'Atalanta riporta il risultato sul 2-2 e dopo solo tre minuti, al 56', Brekalo completa la rimonta. Ma non è finita qui, i turchi non si arrendono: due minuti dopo il vantaggio croato ecco il 3-3 di Under, per una gara folle.