Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Netta sconfitta contro il Leeds

Il Cagliari di Liverani perde 6-2 ad Elland Road

Condividi su:

Il Cagliari si reca in terra inglese per giocare contro il Leeds United l'ultima amichevole della sua preseason, dopodiche venerdì ci sarà l'esordio in Coppa Italia con il Perugia. I rossoblù scendono in campo con Radunović, Di Pardo, Altare, Goldaniga, Carboni, Makoumbou, Viola, Lella, Pereiro, Pavoletti e Luvumbo. Nei primi minuti di gioco le due formazioni si studiano, al 21' il Cagliari costruisce la prima vera occasione con Luvumbo trovando però la pronta opposizione di Meslier. Col passare del tempo il Leeds prende campo e alza i ritmi finché al 32' riesce a sbloccare il risultato con un gran sinistro di Rodrigo che si infila sotto la traversa. Nel finale della prima frazione le azioni diventano sempre più rare e alla fine il direttore di gara manda le due squadre a riposo sul parziale di 1-0 per i padroni di casa.

Nella ripresa Liverani cambia nove undicesimi della squadra inserendo Zappa, Walukiewicz, Boccia, Obert, Faragò, Cavuoti, Kourfalidis, Contini e Lapadula. Passano due minuti e gli inglesi raddoppiano: Rodrigo sfonda a destra e mette dentro il pallone provocando una deviazione letale di Radunovic che vale il 2-0. Al 49' Bamford colpisce ancora i sardi sfruttando una sbavatura di Walukiewicz e portando il Leeds sul 3-0. A questo punto - sotto di tre reti e con una squadra imbottita di primavera - il Cagliari tira fuori l'orgoglio e segna due reti tra il 66' ed il 68', colpendo i bianchi prima con Lapadula e poi con Luvumbo e riportando il punteggio in bilico. Al 70' Zito ha anche l'occasione buona per firmare il gol del pareggio ma davanti alla porta non riesce a concrettizzare l'assist di Contini. Fiutato il pericolo, il Leeds torna a spingere sull'acceleratore e realizza 3 gol in 20 minuti, rispettivamente con Bamford, Rordigo e Koch. La gara termina quindi sul risultato finale di 6-2 per i padroni di casa.

Condividi su:

Seguici su Facebook