MEZZ’ORA FATALE: CAGLIARI SCONFITTO

Tripletta di Ronaldo, segna Simeone: 3-1 Juve

pubblicato il 14/03/2021 in Match report da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu
2020

94' Triplice fischio di Calvarese: il Cagliari viene sconfitto a domicilio dalla Juventus con il risultato di 3-1, per i bianconeri tripletta di Cristiano Ronaldo, per i rossoblù rete di Simeone. 

93' Sugli sviluppi del corner ci prova Klavan con una girata di sinistro, ma il pallone viene murato da Danilo.

92' Il Cagliari chiude a testa bassa questa partita, Juventus visibilmente sulle gambe.

90' 4 minuti di recupero assegnati da Calvarese.

89' Conclusione dalla distanza di Pereiro bloccata dal portiere polacco della Juventus. Tiro potente ma troppo centrale per avere miglior fortuna.

86' Gaston Pereiro! Ottima azione rossoblù conclusa da un sinistro rasoterra di Pereiro che esce di pochissimo! Brivido per Szczesny.

83' Doppia sostituzione nella Juventus: fuori Chiesa e Cuadrado, dentro Frabotta e Arthur.

80' Cambi nel Cagliari: fuori Simeone, Rugani e Duncan, dentro Cerri, Gaston Pereiro e Deiola.

78' Un'altro Cagliari quello sceso in campo nella ripresa: i rossoblù tengono bene il campo e sono riusciti in più occasioni a mettere in difficoltà la retroguardia bianconera.

75' Sinistro pericoloso di Rabiot scoccato dentro l'area rossoblù, c'è stata una deviazione. Corner per la Juventus.

74' Destro potente ma impreciso di Nainggolan, pallone fuori di parechio.

71' Doppia occasione per la Juventus: prima Chiesa non arriva a spingere in rete il cross radente di Cuadrado, poi McKennie calcia debolmente col sinistro non impensierendo minimamente Cragno.

70' Nella Juventus Chiellini e Morata lasciano posto a Bonucci e McKennie.

69' Due cambi per parte: Klavan e Asamoah prendono il posto di Zappa e Ceppitelli. 

66' Nulla di fatto, si continua a giocare.

65' Altro contatto in area di rigore tra Joao Pedro e Rabiot, Calvarese indica ancora di proseguire. Check del VAR in corso.

63' Destro a giro di Ronaldo alto sopra la traversa, nessun pericolo per Cragno.

61' Gol del Cagliari, Simeone! Zappa scappa sulla destra e serve a rimorchio il cholito che tutto solo non sbaglia di fronte a Szczesny! 1-3 in favore della Juventus alla Sardegna Arena, il Cagliari è vivo!

58' Nandez salva il Cagliari! Il centrocampista uruguaiano ripiega miracolosamente su Morata mentre quest'ultimo era stato clamorosamente lanciato a rete da un errore della mediana rossoblù! Grande abnegazione dell'ex Boca!

57' Conclusione dalla distanza di Marin, Szczesny risponde ancora presente alzando il pallone in corner.

56' Duncan impegna Szczesny direttamente da calcio di punizone, il polacco non si fa sorprendere e smanaccia la sfera in angolo.

53' Errore di Chiellini in fase di impostazione, palla regalata al Cagliari. Rimessa dal fondo per Cragno.

50' Proteste del Cagliari per un contatto con la mano di Cuadrado in area bianconera. Calvarese lascia correre dopo il check del VAR.

49' Morata cerca Ronaldo con un cross dalla fascia sinistra, Cragno esce e blocca il pallone.

46' Inizia adesso la ripresa, pallone in possesso della Juventus.

 

49' Dopo un corner senza esito in favore del Cagliari termina la prima frazione di gioco: Juventus avanti 3-0 sul Cagliari grazie ad una tripletta di Cristiano Ronaldo. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

45' 4 minuti di recupero assegnati da Calvarese.

44' Cross di Marin direttamente da calcio di punizione, la difesa della Juventus respinge e Szczesny recupera la sfera.

40' Sei minuti più recupero alla fine della prima frazione, Cagliari totalmente preda della Juventus guidata da CR7.

36' Sinistro alto di Duncan, nessun pericolo per Szczesny.

34' Cambio forzato tra le file della Juve: fuori Alex Sandro per un problema fisico, dentro Bernardeschi.

32' Tris della Juventus, tripletta di Cristiano Ronaldo! Chiesa scappa sulla sinistra, taglia il campo trovando Ronaldo isolato sul lato opposto, stop, gioco di gambe e sinistro in fondo al sacco solo parzialmente deviato da Cragno. Game set and match di Ronaldo a Cagliari.

29' Chiusura decisiva di Giorgio Chiellini su un cross di Nainggolan diretto a Joao Pedro che avrebbe altrimenti colpito di testa a botta sicura. Corner per il Cagliari.

25' Raddoppio della Juventus, ancora Ronaldo. Il portoghese spiazza Cragno dal dischetto e fa 2-0. Ora per il Cagliari si fa dura ma il tempo a disposizione è ancora tanto.

24' Calcio di rigore per la Juventus, Cristiano Ronaldo anticipa Cragno sul pallone recapitato dentro l'area da Morata. Calvarese indica senza dubbi il dischetto.

23' Destro dalla distanza potente ma impreciso di Nainggolan, palla fuori.

22' Grande palla in profondità di Chiesa per Morata, lo spagnolo riceve e spara addosso a Cragno.

18'     Seconda ammonizione per la Juventus, stavolta ai danni di Cuadrado a causa di un fallo del colombiano su Joao Pedro.

16' Cragno è ancora a terra in seguito al colpo ricevuto poc'anzi da Ronaldo. Ci sarà da recuperare a fine primo tempo.

13'     Fallo in attacco di Cristiano Ronaldo su Cragno, intervento rischioso del portoghese che incassa anche il giallo nell'occasione.

11' Juventus in vantaggio con Cristiano Ronaldo! Il portoghese svetta di testa dentro l'area sarda e trafigge Cragno sfruttando il corner ben battuto da Cuadrado. Bianconeri subito avanti 0-1 alla Sardegna Arena!

9' Nandez riceve il pallone dentro l'area in seguito ad un buon uno-due con Joao Pedro ma inspiegabilmente cerca l'appoggio invece di calciare in porta. Occasione sprecata per il Cagliari.

7' Calcio d'angolo per la Juventus, Rugani chiude su Kulusewski concedendo il tiro dalla bandierina.

4' Il Cagliari risponde con una buona combinazione fra le due punte, corner per i rossoblù.

3' Sinistro di Kulusewski respinto da Godin, primo guizzo offensivo del match.

1' Fischio d'inizio di Calvarese, primo pallone giocato dal Cagliari!

Squadre in campo, Cagliari-Juventus sta per cominciare!

Buona domenica pomeriggio ai lettori di www.blogcagliaricalcio.net e benvenuti alla cronaca testuale di Cagliari-Juventus, match valido per la 27^ giornata del campionato di Serie A. I due club hanno annunciato i 22 titolari che tra poco scenderanno in campo per effettuare il consueto riscaldamento pre partita. Calcio d'inizio fissato alle 18:00 in punto.


CAGLIARI-JUVENTUS: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa, Nainggolan, Duncan, Marin, Nandez; Joao Pedro, Simeone.
Allenatore: Leonardo Semplici.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Danilo, Kulusevski, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.

CAGLIARI-JUVENTUS: PREVIEW E PROBABILI FORMAZIONI

Il Cagliari oggi scende in campo contro la Juventus per la 27^ giornata di campionato. Alla Sardegna Arena i rossoblu proveranno l'impresa, quella di strappare almeno un punto contro gli uomini di Pirlo, usciti dalla Champions in maniera fragorosa ma non per questo meno pericolosi, anzi. L'obiettivo è quello di dare continuità, se non nel risultato almeno nella prestazione, alle ultime tre gare, in cui i sardi hanno conquistato sette punti.

Probabili formazioni

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa, Marin, Duncan, Nainggolan, Nandez; Simeone, Joao Pedro. All. Semplici

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; Chiesa, Arthur, Rabiot, Bernardeschi; Morata, C. Ronaldo. All. Pirlo

CAGLIARI-JUVENTUS: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

La Juventus ha vinto otto delle ultime nove sfide di Serie A contro il Cagliari (1P), collezionando ben sette clean sheets nel parziale.
Dal ritorno in Serie A (stagione 2016/17), il Cagliari ha segnato appena tre gol in nove sfide con la Juventus: quella bianconera è la formazione con cui i sardi hanno la peggior media gol nel periodo in campionato (0.33 a match).
Il Cagliari ha vinto per 2-0 nell’ultimo match casalingo di Serie A contro la Juventus: solo tra il 1965 e il 1966 i sardi hanno ottenuto due successi interni consecutivi contro i bianconeri nel torneo.
Tre partite di fila senza perdere per il Cagliari (2V, 1N): i sardi non riescono a collezionare almeno quattro gare consecutive di campionato senza sconfitta da dicembre 2019 (13 in quel caso).
Solo l’Inter (22) ha ottenuto più punti della Juventus (19) nelle ultime otto giornate di campionato: per i bianconeri sei vittorie, un pareggio e una sconfitta, con soli tre gol subiti.
La Juventus ha incassato soltanto 10 gol nei secondi tempi di questo campionato, eppure sei delle ultime 10 reti subite dai bianconeri in Serie A sono arrivate proprio nelle seconde frazioni di gioco.
Il Cagliari ha subito tutti gli ultimi sei gol in Serie A nel secondo tempo, cinque dei quali nell’ultimo quarto d’ora: solo il Torino (14) ha incassato più reti dei sardi (13) tra il 76’ e il fischio finale in questo campionato.
João Pedro ha realizzato almeno 13 gol dopo le prime 26 giornate di Serie A per la seconda stagione di fila (16 nella scorsa); il precedente giocatore brasiliano a segnare almeno 13 reti a questo punto di un singolo massimo campionato italiano è stato Adriano nel 2004/05 (14).
Tra i 18 stadi in cui ha giocato in Serie A, la Sardegna Arena di Cagliari è l'unico in cui Cristiano Ronaldo della Juventus non ha ancora segnato un gol.
Federico Chiesa della Juventus ha eguagliato il suo primato personale di assist in un singolo campionato di Serie A (sei, come nel 2019/20 con la Fiorentina), ma non aveva mai partecipato a 13 gol (sette reti, sei assist) nelle sue prime 23 gare in una singola stagione nel massimo campionato.

CAGLIARI-JUVENTUS: IL METEO

Cieli sereni alternati a locali addensamenti per tutto l'arco della giornata. Non sono previste precipitazioni. Le temperature saranno comprese tra i 12 e i 13 gradi, con un indice di umidità relativa pari al 62 %.

I venti saranno di forte intensità e provenienti da Nord-Ovest.

Visibilità prevista: buona.

CAGLIARI-JUVENTUS: LA VIGILIA DEI DUE ALLENATORI

Leonardo Semplici, tecnico del Cagliari: 

"Juventus? Troviamo una squadra forte, che ha la miglior rosa del campionato, si è un po' attardata rispetto alle prime posizioni, dispiace sia uscita dalla Champions. Troveremo una squadra arrabbiata, noi dobbiamo scendere in campo per dare continuità alle ultime prestazioni, siamo convinti di poter mettere in difficoltà la Juve.

Simeone? Può essere la sua gara per sbloccarsi, me lo auguro.

Noi guardiamo noi stessi, non ci interessa quanto fanno le altre. Affronteremo una squadra sulla carta tra le più forti di Italia, cercheremo di fare una grande gara. Domani vedremo chi giocherà. 

Si deve scendere in campo con tanta convinzione  e personalità, se soffriamo dobbiamo farlo da squadra, insieme, cercheremo di mettere in campo le nostre qualità, con più scioltezza, facendo sì che la gara sia molto difficile per la Juve.

Le prestazioni recenti sono state in crescita, ma dobbiamo migliorare, ho detto ai ragazzi di avere sia grande rispetto ma anche grande consapevolezza di noi stessi. Dobbiamo scendere in campo con la voglia di portare a casa dei punti, si deve cercare di fare la prestazione perfetta per fare continuità alle prestazioni e migliorare la nostra classifica.

Calabresi? Stiamo valutando diverse posizioni, il ragazzo è molto disponibile, è entrato molto bene a Genova, mi auguro che possa essere utile alla causa, ha buoni mezzi, valuteremo gara dopo gara il suo impiego. Mi auguro di interrompere il fatto che abbiamo 0 punti contro le grandi. Cercheremo di trovare la situazione che ci permetta di fare esprimere i ragazzi. È solo attraverso questo che potremo interrompere questo digiuno. 

Aciaccati? Sono gli stessi di Genova, quindi Walukiewic, Sottil e Tramoni, che non verranno convocati. Nandez a sinistra? Stiamo valutando, c'è anche Asamoah che sta crescendo e mi auguro possa dare al più presto il suo contributo. 

Arriverà una Juve arrabbiata, l'approccio dovrà essere di grande personalità, dobbiamo crescere sotto l'aspetto dei punti in modo da avvicinarsi al nostro obiettivo. Dovremo approfittare delle loro lacune.

Nell'ultima settimana abbiamo fatto un percorso importante, i ragazzi si sono scrollati di dosso tante negatività.

Nainggolan? Sta crescendo, sappiamo tutti il suo valore. Mi auguro possa essere insieme agli altri il trascinatore che ci permetta a raggiungere l'obiettivo finale".

Andrea Pirlo, tecnico della Juventus (www.juventusnews24.com):

CAGLIARI –«La squadra si sta riprendendo. È stata una bella botta, ieri ci siamo allenati tutti insieme. La strada per Cagliari è in testa ai ragazzi. Loro hanno cambiato allenatore e ottenuto subito buoni risultati. Sarà una partita importanta dopo l’eliminazione. Ci vorrà spirito di squadra per fare una grande partita».

RONALDO – «Sta bene, normale sia deluso da quanto successo. Ma come lui lo è tutta la squadra. Si è allenato bene e ha recuperato per giocare domani sera. Normale ci siano voci dopo un’eliminazione, lui è il più importante al mondo com Messi. Ricordiamoci che ha sempre fatto bene e oltre 90 gol con la Juventus. Ha sempre dimostrato il suo valore, può capitare che in una partita non faccia bene».

MOMENTO DIFFICILE – «Nella mia carriera ne ho avuto parecchie di queste situazioni. Ho vinto tanto e perso tanto. Sono sempre ripartito con entusiasmo. Faremo lo stesso, siamo marzo e abbiamo 13 partite di campionato e la finale di Coppa Italia. La stagione non è finita e abbiamo grande voglia di dimostrare di essere la Juve e giocarci il campionato fino all’ultima partita. Siamo concentrati sugli obiettivi, dai momenti di tristezza proveremo a tirare fuori il meglio già da domani».

ACCIACCATI – «Stanno tutti bene, a parte Demiral e Ramsey che hanno dei problemi fisici. Oltre a Dybala e Bentancur, gli altri sono a disposizione».

OBIETTIVI MINIMI – «Nessuno. L’obiettivo è quello di vincere come tutti gli anni. Le cose che si cercano di fare sono improntate al successo finale. L’obiettivo è portare a casa i trofei come è sempre successo negli ultimi anni. Abbiamo ancora la possibilità di farlo e andiamo avanti per la nostra strada».

GIOVANI E SENATORI – «Il progetto che è stato intrapreso è mettere nella squadra giocatori giovani con giocatori di una certa caratura come Cristiano, Giorgio, Leo, Gigi. È impossibile farla con solo giovani, servono anche giocatori esperti che li facciano crescere. Sarà così anche per il futuro».

DIFFICOLTA’ – «Quando inizi speri di vincere tutte le partite, ma non è possibile. Tutti vorrebbero vincere sempre e portare a casa titoli su titoli. Ma non è come nei sogni, possono arrivare le sconfitte e devi lavorare. Ma il nostro obiettivo non cambia, devi avere fiducia nella squadra nelle settimane e nella stagione. Noi siamo convinti di avere un grande futuro davanti, e questa è la cosa fondamentale per raggiungere gli obiettivi».

RAMSEY INTERMITTENTE – «È dovuto a problemi fisici. Purtroppo non riesce a dare continuità alle prestazioni, ogni 2-3 partite si deve fermare. In passato ha avuto grossi problemi che l’anno tenuto fuori per diversi mesi. È intelligente e quando è a disposizione è prezioso e fa giocare bene la squadra, ma ha questa debolezza fisica».

BUFFON – «Buffon non è al meglio, dovremo valutarlo nel pomeriggio».

GIOVANI – «Non ho dovuto spiegarlo adesso, ma all’inizio e sono entrati subito con la testa giusta perché hanno capito il peso di giocare con la Juventus. Si capisce che quando arriva un’eliminazione dagli ottavi le pressioni sono tante. Ma loro dall’inizio hanno lo spirito giusto».

CHAMPIONS – «Abbiamo commesso degli errori. Quando lo fai in Champions capita di uscire. È successo anche ad altre squadre: quando prendi gol in casa e in trasferta è difficile recuperare nello scontro diretto. Ne prendiamo atto e cercheremo di evitarli. In futuro la Champions ripartirà e ne riparleremo. Ora abbiamo l’obiettivo del campionato e sappiamo cosa fare».

CHIELLINI – «Sta bene, è rientrato e recuperato. Domani ci può stare che parta dall’inizio».

KULUSEVSKI – «È giovane e ha margini tecnici e tattici. Può giocare in tanti ruoli e lo proveremo anche in una posizione più centrale da centrocampista. Potremmo vederlo anche lì in base all’atteggiamento che vorremo avere».

PARTITA PER PARTITA – «Bisognerà pensare partita per partita. Il nostro obiettivo non cambia. Potremo allenarci tutte le settimane e avere a disposizione i giocatori per preparare la partita. È un peccato perché avremo volentieri giocato la Champions. Ma è andata così e ora dovremo essere ancora più cinici».

MALUMORE BONUCCI – «È il malumore di chi vuole far parte della partita ed essere importante. Mi aveva chiesto 10 minuti prima di uscire per i crampi. Ho aspettato un po’ e non avendo tanti slot ho fatto due cambi insieme per non condizionare le sostituzioni nei supplementari».

DYBALA – «Speriamo di averlo con la sosta. Se lavorerà in modo più intenso speriamo di averlo subito dopo. Non dobbiamo dimenticarci che ha fatto solo 7 partite dall’inizio su 50. È stata una grossa assenza perché è un campione. Avremo tempo per recuperarlo per gestire meglio il suo recupero. Ci sarà un po’ più di tempo».

CAGLIARI-JUVENTUS: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

Domani sera il Cagliari ospiterà la Juventus ferita a causa dell’eliminazione dalla Champions League. Sono 39 gli incontri finora disputati tra le due squadre, tutti nella massima serie. I padroni di casa hanno vinto 10 volte, uscendo sconfitti in 17 occasioni. 12 invece i pareggi. 33 i gol segnati dai rossoblù, 43 dai bianconeri.

CAGLIARI-JUVENTUS: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

Alla Sardegna Arena, Cagliari-Juventus verrà diretta dal Sig. Calvarese che sarà coadiuvato da Vivenzi e Cecconi.

Quarto uomo, Guida.

Al Var Chiffi, Avar Galetto.