CAGLIARI INDECENTE, ZENGA SALUTA CON UNA SCONFITTA

Pessima prestazione dei rossoblù a San Siro, 3-0 Milan

pubblicato il 01/08/2020 in Match report da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu

Da parte di Antonello Cossu è tutto, un saluto ed un ringraziamento ai lettori di www.blogcagliaricalcio1920.net da tutta la redazione. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.

92' Triplice fischio di Serra: il Cagliari perde 3-0 contro il Milan salutando nel modo sbagliato questo campionato. Milan straripante, i rossoneri hanno assolutamente meritato la vittoria stasera.

91' Donnarumma vola a negare il gol di Faragò! Che parata del portiere del Milan! Angolo per il Cagliari, vicino al gol della bandiera.

90' 2 minuti di recupero assegnati da Serra.

90' Pavoletti entra in campo, Simeone va in panchina. E' la fine di un incubo per l'amatissimo attaccante rossobù.

87' Pavoletti si scalda a bordo campo, l'attaccante entrerà per giocare qualche minuto un anno dopo il doppio infortunio al ginocchio.

85' 5 giri di orologio al termine di Milan-Cagliari, parziale sul 3-0 per i padroni di casa.

82' Milan che spreca un'altra occasione d'oro per segnare: il match è terminato ormai da tempo a San Siro, c'è solo una squadra in campo e non è il Cagliari.

79' Cambio anche nel Milan: fuori Kjaer e dentro Duarte.

79' Cambio per Zenga: fuori Ionita e dentro Marigosu.

78' Altra giocata di pregevole fattura di Ibra e altra bella azione rossonera sfumata proprio nel finale grazie ad una chiusura in extremis di Walukiewicz. Sulla ribattuta si avventa Bonaventura che però calcia alto.

75' Riprende il gioco.

74' Secondo ed ultimo cooling break della gara.

73' Il Milan continua ad attaccare a testa bassa, i rossoneri sono in condizione psico-fisica straripante.

70' 20 alla fine della partita e del campionato, Cagliari non pervenuto a parte pochi elementi, almeno fino a questo momento della gara.

67'     Saelemaekers viene immediatamente ammonito per un fallo in netto ritardo.

65' Cambi nel Milan: fuori Castillejo, Bennacer e Calhanoglu, dentro Saelemaekers, Brescianini e Maldini.

62' Tripla sostituzione nel Cagliari: fuori Ceppitelli, Klavan e Pereiro, dentro Ladinetti, Carboni e Paloschi. 

60' Conclusione di Simeone murata da Hernandez, corner per il Cagliari.

58'     Cragno viene ammonito per proteste.

57' Tris del Milan, Castillejo. Passaggio sbagliato di Simeone, Ibra recupera e serve Bonaventura largo sulla destra, il centrocampista cerca e trova dentro l'area l'attaccante ex Malaga che controlla e fa 3-0. 

55' Raddoppio del Milan, Ibrahimovic! Grande azione personale di Hernandez che si fa tutto il campo e serve in area l'attaccante svedese, Ibra controlla e con il destro spedisce la palla all'incrocio dei pali. Notte fonda per il Cagliari a San Siro.

51' Il Cagliari ha veramente pochissime idee in attacco, i rossoblu appaiono spenti di fronte all'entusiasmo avversario.

48' Calhanoglu si divora il 2-0! Ibrahimovic scatta dietro la linea dei difensori e serve un pallone al turco solo da spingere in porta, il 10 alza troppo la conclusione e manca incredibilmente il raddoppio!

46' Fischio di Serra, inizia la ripresa di Milan-Cagliari.

48' Termina la prima frazione di gara: 1-0 per il Milan a San Siro, gol di Leao, poi uscito per infortunio. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

46'     Secondo giallo in casa Cagliari, ammonito Faragò.

45' 3 minuti di recupero assegnati da Serra.

44' Cragno ipnotizza Ibra! Il portierone del Cagliari si distende sulla propria destra e ferma il pallone in presa sicura! Si rimane sull'1-0 a San Siro!

43' Calcio di rigore per il Milan, fallo di mano di Walukiewicz successivo ad un colpo di testa di Ibra. Lo svedese porta il pallone sul dischetto.

39' Gabbia difende bene su Simeone, troppo solo lì davanti per impensierire i difensori rossoneri costantemente in superiorità numerica.

38' Cambio nel Milan: Leao si arrende, lascia il posto a Bonaventura.

36' Salvataggio incredibile di Kjaer su Ionita! Il centrocampista moldavo, lanciato in profondità, si ritrova solo davanti a Donnarumma e lo salta ma prima di calciare viene fermato di tacco dal difensore rossonero!

34' Problema muscolare per Leao, il migliore in campo si reca a bordo campo per ricevere le cure dello staff medico.

33' Cagliari che fatica a superare la metà campo, Milan in controllo della partita.

30' Milan che prosegue nella gestione del possesso palla, il Cagliari attende dietro la linea del pallone.

27' Riprende il gioco.

26' Cooling break, le due squadre si dissetano.

24' Traversa clamorosa di Leao! Rovesciata meravigliosa del giovane rossonero che si stampa fragorosamente sul montante a Cragno battuto! Pallone delizioso di Calabria. Cagliari fortunato in questo frangente.

23' Miracolo di Cragno su Ibra! Grande riflesso del portiere sul tiro a botta sicura di Ibra, posizionato sul secondo palo ad attendere il puntuale pallone di Castillejo. Si rimane sull'1-0.

22' Leao è incontenibile sulla sinistra! L'esterno brasiliano lascia sul posto Faragò e serve Ibra, lo svedese calcia col sinistro e colpisce un difensore rossoblu. Angolo per il Milan.

19' Bella combinazione del Cagliari: Nandez allarga per Mattiello, il terzino crossa per Simeone ma la traiettoria è leggermente alta ed il cholito non riesce a colpire di testa il pallone. 

16' Leao scappa sulla sinistra e mette in mezzo il pallone, Castillejo calcia col mancino ma il tiro è debole e centrale, Cragno blocca.

15' Scocca il quarto d'ora del match, solo il Milan in campo fino a questo momento.

13'     Brutto fallo di Pereiro su Bennacer, giallo per il trequartista.

10' Autogol di Klavan, Milan in vantaggio! Calhanoglu serve  Rafael Leao sulla sinistra, finta di suola e mancino chirurgico del brasiliano, il pallone da un bacio al palo ed entra in porta dopo essere rimbalzato sul difensore estone. Cagliari sotto a San Siro, autorete.

8' Cragno smanaccia il pallone togliendolo dalla disponibilità di Ibra! Uscita provvidenziale del portierone rossoblu.

6' Fallo in ritardo di Kessie su Nandez, calcio di punizione per il Cagliari.

3' Angolo battuto da Calhanoglu, colpo di testa di Theo Hernandez e palla sul fondo.

2' Milan che parte con il piede sull'acceleratore: buona azione corale rossonera e altrettanto buona chiusura di Klavan. Corner.

1' Fischio di Serra, il match è cominciato! 

Squadre in campo, Milan-Cagliari sta per cominciare!

Buonasera a tutti i lettori di www.blogcagliaricalcio1920.net e benvenuti alla croonaca testuale di Milan-Cagliari, 38^ ed ultima giornata del campionato di Serie A 2019/20. Le due formazioni hanno già raggiunto San Siro e tra non molto scenderanno in campo per effettuare il consueto riscaldamento pre partita. Calcio d'inizio fissato alle 20:45.


MILAN-CAGLIARI: FORMAZIONI UFFICIALI

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Théo Hernandez; Kessié, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Leao; Ibrahimovic. A disp. Begovic, Donnarumma A., Duarte, Laxalt, Biglia, Bonaventura, Brescianini, Paquetà, Torrasi, Colombo, Maldini, Saelemaekers. All. Pioli.

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan; Mattiello, Nandez, Faragò, Ionita, Lykogiannis; Pereiro; Simeone. A disp. Rafael, Ciocci, Klavan, Pisacane, Carboni, Birsa, Marigosu, Lombardi, Del Pupo, Landinetti, Paloschi, Pavoletti, Gagliano. All. Zenga.
 

Ultimo match di campionato, il Cagliari vola a Milano per affrontare il Milan di Pioli in una gara quasi inifluente ai fini della classifica. Eppure la posta in palio è notevole, perché con una vittoria i rossoblù raggiungerebbero quota 48 e scavalcherebbero i 47 punti di Rastelli, fin'ora record della gestione Giulini. I sardi arrivano dal successo contro la Juventus e vorranno concedere il bis, con un Zenga che oscilla tra la conferma e i saluti. Diverso il discorso per il Milan, certo del sesto posto dopo un post lockdown da favola, culminato col 4-1 contro la Samp. 

MILAN-CAGLIARI: LE PROBABILI FORMAZIONI

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Gabbia, Kjaer, Hernandez; Bennacer, Kessié; Saelemaekers, Calhanoglu, Leao; Ibrahimovic.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukievicz, Ceppitelli, Pisacane; Faragò, Nandez, Ladinetti, Ionita, Mattiello; Simeone, Paloschi.

MILAN-CAGLIARI: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

Il Milan è la squadra contro cui il Cagliari ha perso più partite in Serie A (41).

Il Milan è imbattuto nelle ultime cinque sfide di Serie A contro il Cagliari (4V, 1N), avendo anche mantenuto la porta inviolata nelle due più recenti.

Dovesse vincere, il Milan farebbe il suo record di successi interni consecutivi contro un singolo avversario in Serie A: al momento per i rossoneri 14 successi di fila con Cagliari e Chievo.

Il Milan non pareggia nel mese di agosto in Serie A dal 2005: da allora 10 successi e otto sconfitte.

Il Cagliari ha vinto solo una delle ultime 13 trasferte di Serie A (6N, 6P), 1-0 contro la SPAL.

Solo Real Madrid (31) e Atalanta (30, ma con una gara in più) hanno collezionato più punti del Milan (27) nei top-5 campionati europei post lockdown.

Il Cagliari è la squadra contro cui Stefano Pioli ha vinto più partite in Serie A (otto): completano il bilancio per il tecnico del Milan quattro pareggi e quattro sconfitte.

Hakan Calhanoglu ha preso parte a sei reti nelle ultime tre gare casalinghe in Serie A, trovando sempre la via del gol (tre assist): l’ultimo centrocampista del Milan ad andare a segno in quattro partite interne consecutive nella competizione è stato Andrea Pirlo, nel 2005.

Zlatan Ibrahimovic è il giocatore più anziano ad aver segnato almeno nove gol nei top-5 campionati europei 2019/20: potrebbe andare in doppia cifra di reti per la tredicesima volta in un top-5 e dal 2004/05 solo Messi e Ronaldo (14 ciascuno) hanno fatto meglio.

L'attaccante del Cagliari Giovanni Simeone ha giocato 69 partite e segnato 20 gol in Serie A con Stefano Pioli come allenatore.

MILAN-CAGLIARI: IL METEO

Cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l'intera giornata. Non sono previste piogge. La temperatura sarà compresa tra i 29 e i 30  gradi (32 quelli percepiti) con un indice di umidità relativa pari al 61%.

I venti deboli o calmi e provenienti da Nord-Est, ottima la visibilità.

MILAN-CAGLIARI: LA VIGILIA DEI DUE ALLENATORI

Walter Zenga, tecnico del Cagliari: "Un allenatore che ha glu uomini contati cerca di mettere quelli che stanno meglio e quelli che possono avere l'attenzione massima per affrontare una squadra che mi pare abbia fatto 16 gol nelle ultime gare. Credo che abbiamo dato il nostro meglio giocando a tre, e anche domani penso giocheremo così. Il trequartista? Abbiamo qualche problema, valuteremo. In base a quello che vedo tra un'ora nell'allenamento, decideremo, considerato anche quello che mi diranno dall'infermeria.

Emozione perchè giocheremo a San Siro? No, ci sono già tornato tante volte da allenatore, magari la prima volta mi ha dato emozione. Sarò emozionato quando potrò giocare alla Sardegna Arena con il Cagliari davanti ai tifosi. Walu? Giocherà, quando ha riposato era perchè era stanco. Il mio futuro? Sono un'inguaribile ottimista e mi reputo l'allenatore del Cagliari finchè il Presidente non prenderà un'altra decisione​.

Tutti i ragazzi della Primavera, e in generale i giovani, quando vedono in campo professionisti esemplari, come Ibra, Ribery e altri che, nonostante l'età, sono sempre dei grandi professionisti, devono tenere in considerazione la strada che hanno fatto per arrivare al punto in cui sono. Ci vogliono continuità e grande professionalità, il talento non basta.

I Primavera che hanno giocato titolari dal primo minuto non se l'aspettavano fino a quando ho dato la formazione. SIcuramente tutti hanno la possibilità di giocare dal primo minuto, uno più degli altri, ma è anche possibile che nessuno di loro giochi.​

La vittoria contro la Juve non può cambiare il pensiero su questa stagione, così come non può modificarlo una vittoria o una sconfitta domani. Quello che mi dispiace è non aver potuto dare il nostro meglio adesso come nel primo periodo della mia gestione, perchè abbiamo avuto molti problemi. Non accetterei un giudizio sul mio operato basandosi solo sul 2-0 contro la Juve. La società farà le sue valutazioni con grande serenità​.

La squadra deve sempre avere motivazione e preparare le gare sempre con la stessa attenzione, non esiste che domani i ragazzi siano in "down" perchè soddisfatti dalla vittoria di mercoledì. La vittoria ti dà serenità e contentezza ma questo ti può solo aiutare a gestire lo stress. L'aspettativa è che la prossima gara si faccia meglio di quella contro la Juve.

Pavoletti lo porto in panchina perchè non è facile, dopo due infortuni del genere, stare fermo un anno. Mi piacerebbe fargli giocare un minuto perchè non si è mai visto che dopo due crociati possa giocare la prima e l'ultima. Detto questo, che nessuno pensi che è pronto per giocare, perchè non lo è nella maniera più assoluta. Deve ancora completare la preparazione post operatoria e se la partita ce lo consentirà, giocherà. Piano piano gli abbiamo voluto far assaporare l'aria prepartita. Che voto dò alla mia stagione? Il recupero non lo considero perchè è una sorta di 'introduzione', rientravamo dopo il lockdown e io non allenavo da un anno. Voti non me ne dò perchè sono sempre ipercritico nei miei confronti, ma per come l'abbiamo gestito e vissuto, questo periodo me lo porterò dietro per sempre, soprattutto per i rapporti umani che ho creato, dai magazzinieri, ai medici, ai ragazzi della comunicazione e così via. Ne usiamo tutti più forti.

Cosa mi metto in valigia? Le chiavi di casa, perchè poi la riapro. 10 posto? Non esistono partite che prepari per non vincerle, sfido chiunque a dire che non ho mai giocato per vincere, per me sarebbe già una sconfitta, non sarebbe una cosa da 'uomo'. I miei pensieri sono sempre rivolti a come fare per vincere e domani mi aspetto gli stessi minuti di sofferenza e attenzione. Ci tenevo ad arrivare a 48... ma ci sarà occasiuone​".

Stefano Pioli, tecnico del Milan: "Domani andrà in campo il miglior Milan? Assolutamente sì. Non so se sarà simile alla gara della Sampdoria, qualcuno deve essere valutato e non ci sarà Rebic. Giocherà Leao dall'inizio, qualche cambiamento magari ci sarà, ma tutti i giocatori sono pronti.

Che famiglia si è creata? Una bella famiglia. La cena di ieri è la testimonianza ma lo abbiamo sempre fatto. Voglio ringraziare e dare l'arrivederci a tuttti. Abbiamo fatto tanto ma dobbiamo cercare di fare ancora meglio, perché il Milan deve lottare per le posizioni di vertice.

Sono migliorati tanti calciatori? Tantissimi giocatori sono cresciuti. Sapevo di aver in mano una squadra di qualità. Serviva tempo per conoscerci e fiducia. Il gioco della squadra ha permesso ai singoli di crescere, ma anche viceversa.

Abbiamo fatto un 2020 eccellente ma dobbiamo consolidare la classifica con una vittoria e con una grande prestazione. Vogliamo fare bene anche se non potremo migliorare la nostra posizione. Il sesto posto l'anno prossimo non sarà il nostro obiettivo ma sarà comunque importante.

Spero che quella di domani non sia l'ultima partita di Ibrahimovic al Milan? Sì.

Cosa mi aspetto dalla gara di domani? Abbiamo fatto trenta, dobbiamo fare trentuno e chiudere al meglio, stringendo i denti. Il Cagliari ha battuto la Juventus e non sarà facile. Abbiamo le giuste motivazioni, dobbiamo finire al meglio la stagione.

Dobbiamo lavorare per continuare a migliorare e a crescere. L'anno prossimo avremo obiettivi importanti da raggiungere, sia in campionato che in Europa. I giocatori si sono divertiti e questa è la cosa più importante".

MILAN-CAGLIARI: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

Domani il Cagliari concluderà la stagione affrontando a San Siro il Milan. Sono 37 i precedenti tra le due squadre in terra milanese, tutti in massima serie: ben 25 vittorie rossonere, 9 pareggi e appena 3 successi rossoblù. 63 i gol siglati dai lombardi, 27 dai sardi.

MILAN-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

 A San Siro (sabato ore 20:45), dirigerà la sfida tra Milan e Cagliari il Sig. Serra che sarà coadiuvato da Gori e Cangiano.

Quarto uomo Pairetto, al Var Manganiello, Avar Galetto.