Verso il Frosinone, Maran: "Dobbiamo aggredire la gara come non mai"

"Servirà lucidità"

pubblicato il 19/04/2019 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
foto: sport.sky.it

Vigilia di Cagliari-Frosinone, c'è da chiudere i conti salvezza: ai rossoblù serve una vittoria sabato alla Sardegna Arena per poter pensare ad altro e non guardarsi più indietro.

Dopo la rifinitura di stamani, Maran incontrerà alle 12:30 i media per la consueta confeenza stampa della vigilia che seguiremo in diretta grazie al contributo della nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi, buongiorno. Tra poco inizia la conferenza stampa di  Mister Maran.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Chi manca? Tre squalificati con cacciatore e Castro. Cambiare tutte le settimane non è la cosa migliore ma almeno siamo in un periodo in cui tutti hanno acquisito i concetti e sanno quali sono i propri compiti, quindi le assenze incidono in maniera relativa.

Noi dobbiamo avere la nostra fisionomia e continuare così, dobbiamo andare avanti per la nostra strada senza pensare agli altri, andiamo ad affrontare una squadra che sta facendo bene in trasferta e dovremo essere bravi ad aggredire la partita come non mai.

I numeri parlano chiaro, in trasferta il Frosinone sta dimostrando di essere da metà classifica. È una squadra che riesce a concedere poco e lo ha dimostrato. Dovremo essere bravi ad essere pazienti e non andare in ansia, essere lucidi e sfruttare la spinta del nostro pubblico. Servirà capacità di leggere la gara in ogni momento.

L'entusiasmo intorno a noi è importante, il nostro obiettivo è la salvezza ma dobbiamo ancora chiudere la pratica. Mi fa piacere l'entusiasmo intorno a noi perchè i ragazzi l'hanno meritato con i risultati. Vogliamo fare un bel regalo ai nostri tifosi.

Srna sta bene e sono soddisfatto di lui sia per quello che fa in campo, sia in allenamento. Merita questa maglia. Srna o Padoin? Ai giocatori dico chi gioca il giorno della gara, nessuno gioca al posto di nessuno perchè tutti i miei ragazzi meritano di giocare.

Tutti i ragazzi devono dimostrare che siamo cresciuti e domani è un'occasione importante per dimostrare che siamo cresciuti di gioco e di testa.

Quella di Torino è una delle gare che ha dimostrato il nostro carattere e ci siamo portati a casa la consapevolezza di aver fatto un ulteriore step. Siamo rimasti compatti, lucidi, non ci siamo fatti prendere dall'ansia e se riusciremo ad essere sempre così sarà un bel passo avanti.

L'intensità deve stare sempre alta ma dobbiamo recuperare di più, siamo a fine stagione e in questo periodo magari c'è più bisogno. Ma nei giorni di carico bisogna lavorare forte.

La mia è una squadra che con l'impegno e il lavoro ha dimostrato di poter fare cose oltre i nostri obiettivi. Se dopo aver raggiunto il nostro obiettivo ne raggiungeremo altri ce lo saremo meritati".