Maran: "Atalanta peggior avversario da incontrare in questo momento"

"Gara stimolante, serve giocare corti e compatti"

pubblicato il 01/09/2018 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
2018

Il Cagliari vola a Bergamo, domani alle 20:30 i rossoblù saranno ospiti dell'Atalanta per quella che si annuncia una gara non semplice per i rossoblù, desiderosi ad ogni modo di tornare in Sardegna con un risultato positivo.

Tempo e giorno di conferenza stampa per mister Maran, che dopo la rifinitura mattutina incontrerà la stampa presso il centro sportivo di Asseminello alle 12:15.

Seguiremo il tutto in diretta grazie alla nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Asseminello da Alexandra Atzori, tra poco la conferenza stampa di mister Maran.

Ecco il mister, si comincia, ecco le sue dichiarazioni:

"La settimana è andata sulla falsariga della gara di domenica, con intensità, lucidità e in continuità con domenica. È quello che dobbiamo fare sempre. Si sono allenati al meglio e il modo in cui ti approcci all'allenamento si riflette sulla gara la domenica.

L'Atalanta ha fatto il suo percorso e credo che sia la squadra peggiore da incontrare in virtù del fatto che hanno già giocato 6/7 gare ufficiali, è una squadra già rodata e che gioca insieme da anni. Ma questo è anche uno dei motivi per cui è una gara stimolante.

Mancano gli stessi della settimana scorsa e stanno bene tutti gli altri, compreso Castro. L'Atalanta è una squadra fisica ed è già in condizione. Ha gamba e qualità, perciò ha qualcosa in più delle altre.

Per me Padoin può fare tutto, è talmente intelligente e legge benissimo tutte le varie situazioni. Inserire lui non significa bocciare gli altri, ma al momento non li metto perchè non mi stanno dando quello che vorrei. Bradaric sta raggiungendo gli altri per cui sta recuperando la condizione. Può essere considerato alla stregua degli altri.

Il Cagliari che desidero io è una squadra che ha una propria identità e cerca sempre di metterla in campo certo che voglio sempre fare la partita, ovviamente dobbiamo tenere in conto le peculiarità degli altri e adottare i giusti accorgimenti per contrastarli e usare al meglio le nostre caratteristiche. L'Atalanta ha una rosa talmente ampia che ha sempre giocatori freschi nonostante i tanti impegni. Dobbiamo giocare corti e compatti, se lo faremo potremo attaccare in ogni zona del campo. Dobbiamo correre bene per evitargli di scapparci sulle fasce. Dobbiamo evitarlo.

Klavan? Ogni settimana serve per cementare l'unione tra i ragazzi, come ho già detto questo mese è un cantiere aperto perchè avremo i ragazzi che torneranno e ogni allenamento sarà un patrimonio da non disperdere.

Io vorrei far giocare più ragazzi di quelli che mando in campo, perchè ci servono minuti da mettere sulle gambe. Anche la settimana scorsa ho fatto dei cambi perchè tutti i ragazzi mi stanno dando belle risposte e voglio premiarli.

All'Atalanta non toglierei nessuno, non faccio nomi se no mi gufo da solo. Diciamo tutta la squadra. Quando tornerà Joao avremo tutta la squadra a disposizione e sono convinto che faremo bene. Ho fiducia nelle nostre possibilità.

In attacco possono giocare due o tre persone, le scelte le faccio solo in virtù delle sensazioni che ho durante la settimana".