Maran: "Lavorato con rabbia, pronti per il riscatto"

"Dobbiamo essere aggressivi"

pubblicato il 25/08/2018 in Live da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
2018

Ore 16:30, dopo la rifinitura, il tecnico del Cagliari, Maran, incontrerà i media ad Asseminello per la consueta conferenza stampa della vigilia.

I rossoblù isolani sono attesi dall’esordio stagionale casalingo: alla Sardegna Arena arriva il Sassuolo che hanno steso l’Inter alla prima di campionato, a differenza del Cagliari, sconfitto in quel di Empoli.

Seguiremo la conferenza stampa di Maran in diretta testuale grazie alla nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi buon pomeriggio da Alexandra Atzori e da tutta la nostra redazione giornalistica, tra poco in diretta testuale, la conferenza stampa di Mister Maran.

Il Cagliari è chimato ad una pronta reazione ed al riscatto dopo la sconfitta di Empoli, i rossoblù troveranno una Sardegna Arena colma, si va verso il tutto esaurito. Chi in campo? Cambio modulo? Sono tanti i temi da affrontare con Maran, che tra pochi minuti farà il suo ingresso in sala stampa.

Ci siamo, conclusa la rifinitura, Maran a minuti inizierà l'analisi in vista della gara di domani contro il Sassuolo.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Abbiamo lavorato con la rabbia nevessaria per reagire a quello che ê successo domenica. Abbiamo rivisto qualcosa con grande luciditâ e impegno. La squadra a Empoli è stata diversa rispetto a quella che avevo visto fino a quwl momento. È stata una serata storta e ci deve dare la giusta motivazione per affrontare la gara di domani. Ci sono tante cose che non mi sono piaciute, in particolare l'atteggiamento passivo nei confronti degli avversari quando siamo andati in difficoltà. Anche nelle giornate storte dobbiamo uscire dal campo con la convinzione di aver dato tutti.

Il Sassulo gioca a calcio, come l'Empoli, e noi dobbiamo essere aggressivi. Il sassuolo ha una sua identità noi dovremo essere precisi e aggredirli. Abbiamo preso diversi ragazzi che devono ancora essere inseriti e altri che dobbiamo recuperare dalle squalifiche e nel prossimo mese lo faremo. Klavan? È con noi da poco ma ha grande esperienza. Abbiamo ancora due allenamenti e deciderò se schierarlo. É plausibile. È molto forte fisicamente, gli piace giocare palla al piede e si adatta alla linea, ed è questo che devo valutare.

Noi dobbiamo fare meglio rispetto a domenica e non è questione di aver giocato male in un interprete o nell'altro, è proprio una questione complessiva. Srna? In questo momento devo capire cosa sia meglio fare e nel prossimo mese mi servirà prorpio per valutare tutte le situazione e anche osare. Srna ha una capacità di stare in campo e nella lettura della gara ha grande spessore. Può esserci molto utile.

Le punizioni? Più giocatori abbiamo che sappiano batterle e meglio è. I rigoristi? Ne abbiamo diversi e di volta in volta decido. Ho una scaletta ma non voglio dirlo. Il trequartista? Non è che non ne abbiamo, è che abbiamo giocatori che sono adatti al ruolo ma che hanno caratteristiche diverse. Sau è talmente intelligente che interpreta al meglio tanti ruoli. Non ci sono moduli intoccabili.

In base alle caratteristiche di ogni giocatori scelgo l'uomo giusto per quel momento. Questo è un momento particolare perchè abbiamo ragazzi che sono appena arrivaati e altri che torneranno presto. De zerbi? É un ottimo allenatore e mi fa piacere avere un avversario di qualità. Bradaric? Sta recuperando e migliorando di settimana in settimana. Io non sceglio coppie prestabilite, scelgo i giocatori migliori in base a quello che mi serve. Pisacane si è allenato ed è da poco tornato con noi, valuterò.

Il Cagliari ha un suo modo di mettersi in campo ma dobbiamo anche tenere conto delle caratteristiche dell'avversario".