I tifosi: "Brutta gara, ma risultato fondamentale"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Cagliari- Virtus Entella

pubblicato il 07/02/2016 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2015

Il Cagliari continua la striscia di vittorie e, battendo la Virtus Entella, torna in testa alla classifica posto che, per qualche ora, gli era stato sottratto dal Crotone, vincente contro il Bari nell’anticipo di venerdì.

I rossoblù hanno dovuto far fronte alle assenze di Munari e Di Gennaro a centrocampo e Rastelli ha deciso di puntare su Deiola e Cinelli per sostituire i due titolari, mentre Cerri ha preso il posto di Melchiorri.

Quali sono state le considerazioni dei tifosi su questa gara? Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Alessandro: "Non si può sempre dominare con punteggi e prestazioni eccellenti ma, metterla dentro anche quando sei in difficoltà e vincere, è fondamentale per chi vuole arrivare primo o comunque in A".

Giuseppe: "Ormai è un classico, le avversarie vengono qui a difendersi in 8 dietro la linea della palla, poi sparano la frottola. Potevamo vincere la gara con un unico tiro verso la nostra porta".

Francesco: "Centrocampo da rivedere ma, a mio parere, non è Deiola il peggiore. Battuti diversi calci d'angolo a rasare l'erba con marcantoni (Salamon, Ceppitelli e Cerri) pronti a colpire di testa. Riusciremo a sollevare il pallone? Forza ragazzi!".

Marco: "Altra vittoria che sa tanto di promozione diretta, dato che stavolta il Pescara ha pareggiato e siamo a +8 sulla terza e +14 sulla quarta! Primo tempo osceno, scelte un po' confusionarie a centrocampo ma ormai penso sia più una questione mentale, spesso la squadra spreca un tempo! E fisicamente mi sembra che la squadra sia in una fase in cui i ritmi vengono gestiti senza strafare! La ripresa è stata migliore, pur inquadrando poco o niente lo specchio! Sau il migliore, ma ha troppe poche palle gol! Mi sorprende che Joao Pedro in casa ultimamente giochi poco o niente, idem Tello!".

Dennisor: "Il gioco del Cagliari peggiora di partita in partita".

Roberto: "Gara antisportiva dell'Entella, che ha pensato solo a perdere tempo. Ma dal 32° del secondo tempo dite che le è venuta la fretta?".

Carmen: "Ma come si fa a lasciare Melchiorri in panchina? É uno che fa movimento, creando problemi agli avversari che sono costretti ad aprirsi e procura spesso punizioni importanti; forse è meglio far entrare Cerri nel secondo tempo, quando la situazione lo richiede".

Marco: "Prepariamoci, ormai verranno al Sant'Elia per pareggiare 0-0. Oggi l'Entella ha perso tempo dal primo fino al settantesimo minuto, vergognosi è un complimento!".

Gianmarco: "Comunque, se non ci sono gli Sconvolts, lo stadio é unu mortoriu".

Andrea: "Godo. Ho sudato freddo ma, alla fine, l'abbiamo portata a casa. Chiudiamo subito il discorso perché un altro anno in questo inferno non lo reggo".

Oscar: "Tre punti non sofferti perché non abbiamo rischiato nulla, ma non mi sono piaciuti. E, comunque, l'importante é vincere. Ora ritroviamo anche il gioco che avevamo prima della sosta, avanti cosi"

Andrea: "Che faticaccia ma si torna in vetta. Due punti guadagnati sul terzo posto e uno sul quarto. Avanti così.‪ #‎FORTZACASTEDDU‬".

Franco: "Si è vinto, alla fine è quello che conta. Abbiamo guadagnato due punti sul Pescara".

Marco: "Ci vuol coraggio a far battere il rigore a Farias, per fortuna ha segnato".

Pier Paolo: " Il girone di ritorno è sempre stato così, partite difficili dove tutte le squadre giocheranno chiuse in difesa per non perdere. L'importante è vincere, siamo a 14 punti dalla quarta e 8 dalla terza. Dobbiamo lamentarci?".

Max: "A mio parere è stata la peggiore partita casalinga, manco col Como avevamo fatto così schifo. Son contento solo per i tre punti".

Matteo: "Ci sono mancati gli Sconvolts oggi, che sono il nostro dodicesimo uomo in campo. La scelta di Deiola e Cerri dall'inizio è stata una mossa azzardata, magari con Tello e Melchiorri avremmo visto un'altra partita. É stata una brutta gara ma sono contento per i tre punti. Avanti così ragazzi!".

Nina: "Un parere da tifosa ottantenne. Sono contenta del risultato ma delusa da molti giocatori. Ma benvenuti tre punti!".

In giro per il web

Gianni: "Queste sono le partite che valgono doppio, l'Entella fino a ieri aveva solo quattro sconfitte, vuol dire che la squadra è tosta. In quanto ai contestatori che vadano a vedere il Barcellona: cosa vogliono, se siamo primi in classifica? Forza Casteddu".

Maurizio: "Il Crotone, battendo il Bari, ci ha fatto un favore. Ora battiamo il Pescara e siamo tutti contenti".

Alessandro: "Chi pensava di vincere sempre facile, vive nel paese delle fate".

Nicola: "Grandi, sono queste partite che fanno la differenza alla fine! Qualcuno sa il reale motivo della contestazione?".

Giuseppe: "+8 sulla terza, avanti così. Chi vuol vincere sempre facile, segua il Barcellona".

Barbara : "8 punti dalla terza! Addio serie B, noi torniamo da dove siamo arrivati, tra le 'grandi'".

Antonio: "Una grandissima vittoria, contro una squadra bene organizzata, che vale doppio! Sempri Forza Casteddu, torneremo subito in serie A".

Camillo: "Alla faccia dei pseudo tifosi che si pisciano addosso non appena si soffre poco poco. Con questo spirito noi andremo in A, perchè in A ci siamo sempre stati mentre voi starete per sempre nella serie B della vita. Ah, nel mentre, piantatevi in testa questa litania: 'SALUTATE LA CAPOLISTA!'".

Mauro: "Sull'1-0 tutti bravi a tifare, vero? Ci sta il murrungiare per una partita non bellissima, ma prima di fischiare una squadra prima in classifica pensateci due volte la prossima volta! #ForzaCasteddu".

Paolo: "Sul discorso dei fischi bisogna ricordare ai 'pseudo tifosi' che hanno la memoria corta, che proprio Rastelli a inizio stagione parlava sempre delle partite difficili che avremmo affrontato contro squadre arroccate in difesa e che perdono tempo! Ternana e Entella erano due di queste partite! Possibile che non lo capiscano? Bisogna stare calmi e attendere il momento buono, oggi mancavano pure Di Gennaro e Munari in regia, ma cosa vogliamo di più? Per vincere 4-0 o 5-0 tifate Real Madrid o Barcellona, per favore".

Claudio: "L'importante è vincere. E si vince facendo un gol in più dell'avversario. Tutto il resto non conta, il bel gioco l'anno scorso ci ha fatto retrocedere".

Sergio: "Va bene così, il mister ha ragione sempre. Hanno rotto i co***oni quelli che stanno sempre a fischiare. Prima di tutto, quello che conta è il +8 dal terzo posto, che sono tre partite di margine".

Andrea: "Serviva vincere, e abbiamo vinto una partita difficilissima. Forza Casteddu!".

Simonetta: "L'importante è vincere".

Luisa: "L'importante è avere i tre punti, molte volte si fa il bel gioco e si perde la partita. Il massimo è fare entrambi le cose, forza Cagliari sempre".

Mario: "L'importante non sono solo gli 8 punti dalla terza ma anche i 14 dalla quarta perché, se la terza dovesse avere 10 punti in più della quarta, non ci sarebbero nemmeno i play-off e mi sa che alla fine del campionato potrebbe essere così!".

Maristella: "Tutte le squadre vogliono battere il nostro Cagliari. Non è semplice essere al massimo ogni partita, l'importante è vincere, poi tutto il resto non conta. Si sta sempre a criticare, e che noia! Io mi godo il primo posto".

Gian: "La partita era molto delicata, forse ci si doveva mettere più grinta, e forse qualche scelta, secondo me, poteva essere diversa: Cerri l'avrei visto meglio a partita iniziata, si impegna tanto, ma ancora deve maturare. Anche Deiola l'ho visto un po' timido. Però alla fine ce l'abbiamo fatta, anche giocando un po' malino, sinonimo di grande squadra. Forza Cagliari".

Ricardo: "La squadra non si fischia mai, si devo solo incitare".

Giovanni: "Di questa gara mi sono piaciuti di più i tre punti".

Gianni: "L'importante è vincere, sempre con Sau in campo".

Le voci dallo stadio

Franca: “Che partita del cavolo! Non possono farci soffrire così ogni volta”.

Bruno: “Brutta, brutta, partita. Meno male che dopo il gol abbiamo iniziato a giocare e non abbiamo permesso all’Entella di tentare il recupero”.

Valerio: “È stata davvero una delle gare più brutte di quest’anno, meno male che abbiamo vinto!”.

Emanuele: “Le scelte di Cerri e Deiola dall’inizio, sinceramente, non le ho capite. E, infatti, quando sono entrati Melchiorri e Tello, si è vista la differenza”.

Nicola: “Ho sentito un sacco di gente lamentarsi. Ma cosa vogliono? Dovevamo vincere e abbiamo vinto, è questo l’importante”.

Pietro: “Ci fanno soffrire troppo, c’è qualcosa che non va. Perché non riusciamo più a vincere con risultati larghi come prima? Che succede?”.

Marco: “Partita orribile, salvo solo i tre punti”.

Carlo: “Ma chi se ne frega del gioco. L’anno scorso non mi pare che il Cagliari, con il gioco scoppiettante, abbia fatto successo, no? Le squadre adesso vengono qui per giocare alla morte, dimentichiamoci i 4-0 del girone d’andata”.

Stefano: “Chi se ne frega del gioco, l’importante è vincere!”.

Pietro: “Tre punti servivano e tre punti sono arrivati. Va benissimo così”.