Calciomercato Cagliari, parlano i tifosi: “Soddisfatti! Grande squadra, ma manca qualcosina"

I commenti dei supporters rossoblù sulle operazioni di mercato del Cagliari

pubblicato il 02/09/2015 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori

Si è conclusa lunedì sera alle ore 23:00 la sessione estiva di mercato. Finalmente i tifosi sanno esattamente con quale rosa il Cagliari affronterà la prima parte del campionato di serie B, in attesa della riapertura delle contrattazioni prevista per il prossimo 4 gennaio quando, speriamo, il club rossoblù non dovrà fare troppe modifiche al suo organico. La società ha compiuto tantissime operazioni, sia in entrata che in uscita: cosa ne pensano i tifosi? Ecco i commenti, buona lettura.

Il Cagliari siamo noi!

Max: "Grandissimo errore la vendita di Donsah senza averlo adeguatamente sostituito con l'acquisto di un altro forte centrocampista titolare in quel ruolo. Oltre a questo, anche in difesa, sia a destra che a sinistra, non siamo messi proprio bene come terzini (a parte il discreto/buono Balzano) sia per qualità tecniche che numericamente, nei periodi di convocazioni U21. Infine ci sarebbe servito molto l'acquisto di un forte trequartista di ruolo oltre all'adattato Farias, per lasciare Joao Pedro a centrocampo. Penso che alla lunga risentiremo di tutte queste lacune e debolezze e che a gennaio saremo costretti a tornare sul mercato. Spero nell'arrivo di qualche svincolato (soprattutto una mezzala sinistra) per non aspettare così tanto tempo e non compromettere l'obiettivo promozione diretta".

Francesco: "La rosa mi sembra molto equilibrata, con giocatori giovani ed altri esperti. Ci vorranno compattezza e unione nei momenti difficili ma sono fiducioso. Dopo tante delusioni deve essere l'anno del riscatto, a noi tifosi lo ‘devono’ sia la società che la squadra. Forza e tutti uniti!".

Giuliano: "Non sono per niente soddisfatto in generale, siamo la squadra della serie B che disponeva di più risorse economiche per poter costruire una super squadra e non è stato fatto. La squadra così com'è è dignitosa, ma poteva essere molto più forte, anche in prospettiva di un imminente ritorno in serie A. Si dovevano tenere i giocatori buoni di proprietà ed invece si è continuato a vendere e prendere altri giocatori in prestito, non siamo disperati a quel punto. Da tifoso mi ritengo molto deluso. Il mio voto a questa squadra è un 6.5, il voto alla dirigenza è un 4 generoso. Gradirei che venisse pubblicato il mio parere, anche se fuori dal coro, grazie".

Giuseppe: "Fino all'ultimo ho avuto l'impressione che, se Capozucca avesse concluso col Brescia per il trequartista, avrebbe ceduto Farias. Chi vivrà vedrà. Comunque ottimo mercato, i rincalzi sono all'altezza dei titolari e sono state fatte delle ottime scelte per la primavera, che sarà un ottima cantera".

Alyssia: “Io, sinceramente, sono contenta. Forse mi sarei aspettata un altro centrale perchè, francamente, gli unici che mi danno sicurezza sono Ceppitelli (che, però, chissà quando tornerà) e Krajnc. Sono contenta che sia arrivato Storari e che siano rimasti Farias e Sau”.

Luca: “Finalmente è finito il mercatino delle bestie con contorno di giullari come Criscitiello e Pedullà che vorrebbero che questa merda di calciomercato non finisse mai, ora tifiamo e sosteniamo il Cagliari con tutte le forze e l'amore che abbiamo per i nostri colori. La squadra tutto sommato non è male e secondo me farebbe il c**o a parecchie squadre di A che quest'anno lotteranno per non retrocedere in B. Personalmente mi fido molto di Rastelli, penso che sia l'allenatore giusto nel posto e nel contesto giusto, ero molto scettico sul nuovo corso delle giovanili però mi devo ricredere: Beretta e Canzi stanno lavorando bene e l'inserimento di giovani di valore come Colombato e Arras mi fanno intravedere un qualcosa che forse assomiglia ad un progetto. Vedremo se sarà così, ora pensiamo a toglierci da questo inferno di serie B”.

Luigi: “Dò i voti: buono all'organico e sufficiente alla società. Comunque sono due anni di gestione Giulini e due anni di mezza rivoluzione, bisognerebbe innestare solo due o tre elementi, invece ne cambiamo sempre troppi”.

Maurizio: “A detta di tutti siamo la squadra da battere, sulla carta. Dire di più adesso non ha senso, aspettiamo almeno cinque partite”.

Antonello: “Siamo incompleti dietro”.

Andrea: “Per me, sarà che sono tifoso del Cagliari, la squadra in assoluto più forte del campionato di serie B è la nostra, non vedo avversari. Può giocarsela anche in serie A. Forza Cagliari!”.

Luigi: “Credo si sia fatto benino ma non benissimo: a centrocampo manca qualcosa, per esempio una discreta mezzala mancina e anche un trequartista vero di ruolo; in difesa forse un terzino destro in più non guasterebbe. Le rivoluzioni hanno portato alla dispersione del nocciolo duro, che ora va ricreato; toccherà a Rastelli insieme ai giocatori più esperti (come Storari, Dessena, Sau, Di Gennaro e Melchiorri) ricostruirlo. Questo sarà fondamentale perché oltre ai valori tecnici, la chimica di squadra e di spogliatoio saranno fondamentali.
In conclusione è una buona squadra, ma per essere vincenti ci vogliono anche tanta voglia e tanta personalità oltre che unità di intenti. Attendiamo il campo!”

Giovanni: “Il mercato è ottimo, non si poteva chiedere di meglio. Ma la B è difficile, ci sarà da sudare”.

Andrea: “I panchinari del Cagliari sono più forti dei titolari delle altre squadre, secondo me il Cagliari in assoluto è sopra tutti sulla carta”.

Deidda: “Dai per ora va bene, ma a gennaio voglio Masiello e H’Maidat”.

Antonio: “Il campo dirà, puoi prendere nomi su nomi ma è il campo che parla. Io non guardo i nomi dei nuovi acquisti ma la loro resa sul campo e poi nel bene o nel male FORZA CAGLIARI”.

In giro per il web

Alessio: "Conta l’approccio al campionato, l’umiltà e il rispetto per gli avversari, i risultati verranno. La rosa è esageratamente bella".

Fabrizio: "Io credo che manchi un terzino di ruolo che giochi su entrambe le fasce".

Renato: "Manca un terzino sinistro di esperienza".

Efisio: "Solo voglia di vincere".

Mario: “Credo che la squadra si sia rafforzata rispetto al campionato scorso, ma solo i risultati lo diranno. Credo che siano rimasti quelli che ci credono e siano partiti quelli che non credono siano all'altezza di giocare in B anche se, ad eccezione, di Astori tutti gli altri sono andati in squadre che difficilmente rimarranno in A”.

Stefano: “Incredibile, tutti i tifosi contenti della campagna acquisti del Cagliari, esattamente come l'anno scorso!”.

Gianpaolo: “Il campionato cadetto riserva molte insidie, io ci andrei con i piedi di piombo, prima di fare proclami. É vero che abbiamo molte alternative, e che alla fine tutti avranno gli spazi che meritano, ma questa pubblicità mediatica comincia un po’ ad essere pesante. Comunque sono molto fiducioso, dai Casteddu”.

Giorgio: “A gennaio dovranno correre ai ripari, in un reparto in particolare. Come sempre spero di sbagliarmi”.

Alfonso: “Il Cagliari deve essere la Juve della Serie B, speriamo non la Juve di quest'anno!!! Speriamo bene!”.

Sandro: “Io credo che il Cagliari abbia fatto una campagna acquisti importante. In serie B è la società che ha speso di più: il Bari ha preso Rosina e Maniero e ha cambiato quasi tutta la squadra. Anche il Cagliari ha aggiunto nuovi giocatori che, tolto il portiere, hanno già giocato in serie B. Per me restiamo i favoriti. Ma attenti a Pescara, Avellino e Vicenza, io le vedo più forti del Bari. Per lunedì non lo so. Non sarà facile ma neanche così difficile battere il Crotone. Mancano sette giocatori. Chi gioca dovrà dare il massimo. Mi aspetto i gol di Sau questa volta”.