La voce dei tifosi: giocatori e presidente nel mirino: ma ce n’è anche per il boemo

Si confermano la delusione e la rabbia nelle parole dei supporters rossoblù

pubblicato il 25/09/2014 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
Corteo di tifosi rossoblù

Il turno infrasettimanale è passato e ha portato via con sé, direzione Torino, altri tre punti che sarebbero stati alla portata del Cagliari ma che invece hanno preso la via del continente. Come prevedibile i tifosi sono arrabbiati e delusi, alcuni se la prendono con il mister ma sono soprattutto i giocatori e il presidente nel mirino dei tifosi. Vi proponiamo come sempre alcuni dei vostri commenti, a domenica!

Claudia ha solo una domanda: “A quando le valigie?”

Riccardo ribadisce il suo pensiero: “Non c’è niente da aggiungere rispetto alle ultime partite giocate, solita roba, la squadra non c'è. Siamo ultimi in classifica a un punto, il Torino non vinceva a Cagliari dagli anni ‘90, e quest’anno ancora non aveva segnato un gol, ma non preoccupatevi, quello di Zeman è un progetto...Per fare cosa non si sa, ma è un progetto. Una sola parola: ‘penoso’”

Fabrizio è senza parole: “Mah, io non cosa pensare…”

Alessio tenta la carte dei ricorsi storici: “Ricordiamoci che Allegri ha perso le prime cinque partite. Aspettiamo”.

Alessandro fa un invito al presidente: “Per me non ci sono giocatori adatti al gioco di Zeman, c'è solo Sau in attacco e se non segna lui sono cavoli amari. Mancano giocatori che abbiano grinta, ci vogliono attaccanti confermati non solo ragazzini e questo è il risultato del progetto iniziando dai giovani. Ma qualcuno si e dimenticato che non hanno mai fatto la serie A… Giulini scirarindi e manda via certi giocatori!”

Gianluca rimpiange il passato: “Mi manca già tantissimo il nostro presidente Massimo Cellino. Almeno lui, dopo tre sconfitte, si faceva sentire. Con Giulini, per carità, aiuto!”

Efisio è d’accordo: “Giulini è un dilettante, lui sogna il Cagliari in alto e in Champions, che buffone! Manca il nostro presidente Cellino”

Andree  cerca di fare un’analisi: “Cossu gioca bene, nonostante abbia 34 anni corre più degli altri. E Cellino lo voleva mandar via. Comunque la squadra è giovane inesperta e domenica ci aspetta una brutta gatta da pelare. Ci sono alcune incognite: tipo Zeman che non vede di buon occhio Longo, poi la difesa è da rivedere, per non parlare del portiere. Inoltre dobbiamo tirare di più ed essere più concreti in avanti”

Massimiliano è deluso: “Un Cagliari generoso ma molto confusionario, non si vede un bel gioco, la difesa troppo alta ed Ibarbo e Sau sono irriconoscibili. Una grande delusione anche oggi, neanche mitigata da un buon primo tempo!”

Brillbird è arrabbiato: “Il Cagliari è una squadra troppo inferiore alla massima serie..non c’è da sorprendersi, visto che Giulini ha venduto i pezzi migliori e li ha sostituiti con giocatori di serie B e C. Complimenti presidente!”