I tifosi: “Contro la Roma ottimo punto, ma questa squadra osi di più”

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Roma-Cagliari

pubblicato il 07/10/2019 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2017

Il Cagliari continua il filotto di risultati positivi: contro la Roma finisce 1-1.

Come in ogni post-partita abbiamo chiesto ai tifosi cosa ne pensano della prestazione dei rossoblù.

Vi lascio ai loro commenti. Buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Piero: “Certo, non siamo il Barcellona e il nostro gioco non è esaltante, ma credo sia quello che dovremmo fare; ma dai giocatori che abbiamo mi aspetterei un po’ di grinta in più. Resto sempre fiducioso in attesa che scocchi la scintilla”.

Mario: “Partita ben impostata tatticamente, la squadra è riuscita a chiudere gli spazi nelle corsie laterali alla Roma. Ha trovato il vantaggio fortunoso e ha subìto il pareggio in maniera sfortunata, ma ha resistito con grande sofferenza all'assalto finale della Roma. È un punto che fa classifica e morale”.

Mauro: “Il Cagliari dà la sensazione che forse, con un po’ di coraggio in più, avrebbe potuto vincere; forse abbiamo subìto troppo, per portare via un punto. Per fortuna abbiamo un Olsen anche ieri decisivo”.

Roberto: “Va bene il punto, ma non ci può andare sempre bene: se non giochiamo a calcio non va per niente bene e prima o poi le prendiamo. E perdiamo. Non abbiamo gioco”.

Costantino: “Partita, solo apparentemente, a senso unico. Ottimo arbitro che non si è fatto intimorire dai giocatori. La vera novità della squadra rossoblù, a mio parere, è la difesa quasi incorporata al centrocampo. Ci manca un giocatore veloce che spacchi l'avversario in contropiede. Speriamo che Cragno stia fuori per molto tempo e che, a fine anno, la Roma ci proponga lo scambio alla pari con Olsen”.

Antonio: “Petrachi vergognoso e dalla memoria molto corta, ha dimenticato il gol di Fazio, con la mano e a tempo scaduto, di 2 anni fa e le espulsioni dell'anno scorso, molto strane e discutibili. Detto ciò il Cagliari mi è piaciuto poco, si poteva fare meglio ma il punto guadagnato è tanta roba”.

Carlo: “Siamo una squadra rognosa, ci prenderemo delle soddisfazioni in questo campionato…”.

Andrea: “Secondo il mio modesto parere, penso che il Cagliari abbia meritato il pareggio. Non dimentichiamo che eravamo all'Olimpico, siamo ancora all'inizio del campionato e che siamo in un’ottima posizione di classifica. In riferimento al non-gol, l'arbitro ha punito una spinta che ha impedito al portiere di intervenire, non capisco tutte le polemiche e proteste della Roma e di certi giornalisti”.

Mirko: “Partita giocata sempre e solo nella nostra metà campo; quelle rare volte che avevamo delle possibilità per fare delle ripartenze, non sapevamo cosa fare col pallone… non riusciamo a gestire una palla a centrocampo, questo è quello che si vedeva dallo stadio”.

Andrea: “È un pareggio che fa classifica e morale, la squadra dimostra di saper soffrire, ma ci piacerebbe soffrire un po meno... Forza Casteddu”.

Davide: “Abbiamo fatto tutto da soli: gol del vantaggio e pareggio… per vincere basterebbe solo un po' più di lucidità nell'arco di tutta la partita”.

Cesco: “L’unica partita stonata è stata la prima col Brescia; a mio avviso stiamo andando bene”.

Pietro: “La Roma è una squadra di picchiatori con il permesso degli arbitri!”.

Costantino: “È un punto buono, ma le scelte di Maran sono indecenti. Non puoi togliere l'unica punta a mezz'ora dalla fine e mettere un centrocampista!”.

Manuel: “Questa squadra, con questa rosa, può darci tante soddisfazioni; il gioco non è brillante, ma meglio far punti giocando male che perdere giocando bene. Piano piano vedremo la squadra migliorare pure sul piano del gioco, per adesso accontentiamoci di essere, dopo una falsa partenza, al quinto risultato utile consecutivo”.

Fabrizio: “Capisco che la pressione della tifoseria romanista sia enorme, però un po’ di coerenza non guasterebbe, visto che quanto a sportività lasciano a desiderare…”.

Blog Cagliari Calcio 1920 (Fan Page)

Roberto: “È meglio giocare bene e stare in fondo alla classifica o fare partite vergognosamente barricati e stare a ridosso delle prime? Questa è la domanda che tutti dobbiamo porci”.

Gianmarco: “Partita tatticamente perfetta nel primo tempo: studiata per difendersi e ripartire come a Napoli. Calati nel secondo tempo anche grazie alla veemenza della Roma, siamo riusciti a ottenere un punto fuori casa che fa bene a morale e classifica. Maran non vuole osare di più lontano da Cagliari contro le Big della serie A e fa bene: la squadra non è matura per potersela giocare a viso aperto con le grandi. Nainggolan è in cerca di una posizione chiara nell’undici e oggi si è visto: era un po' spaesato. In generale buona prova. Dopo la pausa potremo sapere di più se si ottengono i tre punti contro dirette concorrenti per la salvezza e squadre di mezza classifica”..

Andrea: “Buono il punto ma, sinceramente, l’atteggiamento è stato troppo rinunciatario, con la rosa a disposizione si sarebbe potuto osare di più. Anche stavolta bisogna ringraziare Olsen…”.

Franco: “Di buono c’è solo il punto guadagnato; anche oggi, neanche un tiro in porta, l’atteggiamento è stato troppo difensivista e Maran ha avuto la brillante idea di sostituire Simeone in modo tale da non fare neanche ripartenze e dare un segnale chiaro alla squadra: ‘tutti sul pullman, che lo mettiamo davanti alla porta’!”.

Nicola: “Partita difficile e ottimo punto. È stata studiata bene da Maran, tuttavia sono mancate le dinamiche di gioco a centrocampo per portare a creare qualcosa in più, senza fare troppi lanci lunghi. Sempre belle e pericolose le ripartenze di Rog ma bisognerebbe tirare di più dalla distanza. Simeone andrebbe servito meglio e bisognerebbe giocare di più palla a terra. Complimenti alla difesa, finora granitica, e ad un mostruoso Olsen. Nel complesso un buon Cagliari. FORZA CAGLIARI!”.

Giancarlo: “Dopo il nostro vantaggio di Joao Pedro, come tutte le volte che passiamo in vantaggio, smettiamo di giocare e lasciamo l'iniziativa all'avversario. Con un allenatore con più coraggio e più propositivo, e vista la Roma di questi tempi, avremmo vinto la partita. Poi sento dire in giro che è il 5° risultato utile consecutivo e va bene così. No, non va bene, perchè con questa squadra si può osare, si deve osare. Mi spiace ma io la penso così”.

Franco: “Tra Napoli e Roma portiamo a casa quattro punti pesantissimi ma ritengo siano immeritati e frutto di casualità e buona sorte. Non riusciamo proprio a cambiare mentalità, cercando di imporre il nostro gioco e cercando i tre punti a prescindere dell'avversario. Il secondo tempo è stato osceno, quanto vogliamo ancora continuare con questa filosofia? Maran farebbe meglio a tacere piuttosto di dire cavolate davanti ai microfoni”.

Igor: “Grande sofferenza! Tuttavia gli anni scorsi, nella sofferenza, il Cagliari veniva travolto mentre quest'anno soffre, resiste e porta a casa punti importanti. Un gran bel passo avanti! Mai come oggi forza Paris e forza Casteddu!”.

Giandomenico: “Ottima partita di contenimento, rigore netto, autorete sfortunata, gol della Roma giustamente mai, e ribadisco mai, assegnato dall'arbitro. Conclusione: ottimo punto in trasferta, in un altro campo difficilissimo, quinto risultato utile consecutivo e consapevolezza dei ragazzi di poter crescere e migliorare partita dopo partita. Bravi!”.

Michele: “Troppi palloni buttati in avanti sperando di trovare qualcuno e così regalavano la palla alla Roma, che poteva costruire e attaccare... bisogna cambiare gioco!”.

Costantino: “Una partita sofferta con tanti episodi da entrambe le parti; la Roma ha sovrastato il Cagliari, ma un punto ci sta bene”.

Lello: “Il Cagliari è una squadra con giocatori di valore ma, forse, sono troppo condizionati dalla tattica troppo prudente di Maran. Se acquisiamo più personalità e coscienza dei mezzi tecnici dei giocatori (questo vale per Maran), il Cagliari potrà dire alla grande la sua. Fino ad oggi Cagliari non bellissimo e fortunato”.

Efisio: “Con una Roma rimaneggiata ci siamo chiusi troppo. Dobbiamo osare di più, abbiamo fatto zero tiri in porta. PS: a gennaio servirebbe qualche alternativa in attacco. Maran si è chiuso nel finale, io avrei giocato con tre punte...”.