Tifosi rassegnati: "Sconfitta annunciata, che si pretende da una squadra così?"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Sassuolo-Cagliari

pubblicato il 27/01/2019 in La Voce dei Tifosi da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
2017

Il Cagliari cede sotto i colpi del Sassuolo: finisce 3-0 al Mapei Stadium.

Come in ogni post gara abbiamo chiesto ai tifosi di commentare la prestazione dei rossoblù.

Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Felice: “Sono nauseato da società, allenatore e squadra; questo è un campionato fotocopia dello scorso. Giulini non ci ha mai regalato nulla, se non mediocrità. Una delusione infinita”.

Antonio: “È difficile commentare questa sconfitta annunciata. Tutte le volte che affrontiamo una squadra che deve risollevarsi ci pensiamo noi, tuttavia la partita è stata giocata, ma se non hai attaccanti che la buttano dentro è inutile fare possesso palla. Poi continuiamo a fare troppi errori che in A si pagano, urgono rinforzi. Forza Cagliari!”.

Marco: “La questione non riguarda solo gli attaccanti che la buttano dentro: quanti tiri abbiamo fatto?”.

Fabio: “Forse non ci siamo capiti, serve un attaccante, non basta Pavoletti! E serve anche un terzino di ruolo, altrimenti siamo messi male!”.

Mauro: “Peggio di così… il centrocampo è inesistente, solo Barella combatte. Joao Pedro è penoso, l’allenatore vergognoso, la squadra non è mai scesa in campo. Senza gioco e senza schemi la serie B è dietro l’angolo”.

Tore: “Senza una ‘vera’ seconda punta ogni sforzo è vano. Abbiamo ‘vinto’ ai calci d'angolo”.

Jurj: “La prestazione indegna è frutto della mancata pianificazione da parte della società. Si vive di ‘momenti’: una volta Pavoletti, una Barella, una Cragno... De Zerbi (rimpianto) sembra Guardiola ma sulla nostra panchina avrebbe faticato pure lui. Ora c’è tempo fino al 31/01 per sistemare il sistemabile. Via Sau, Andreolli, Lykogiannis, Farias e chi non ci crede più (Srna probabilmente...). Non riesco più a guardarvi, come lo scorso anno!”.

Corrado: “Ormai è la solita solfa, i calciatori sono svogliati, senza motivazione e si svegliano alla fine. La società corra ai ripari altrimenti sono cavoli amari”.

Salvatore: “È una squadra senza schemi, senza attacco e senza difesa… per  non parlare del centrocampo! Forza Casteddu per sempre”.

Filippo: “Sono inesistenti, la squadra è da rifondare”.

Mirko: “Bisogna guardare la realtà, si pensava che fossimo una squadra adatta ad ambire a cose più grandi ma, in realtà, siamo una squadra senza dignità, costruita per lottare per la salvezza insieme a Bologna, Spal ed Empoli”.

Michele: “Una partita persa prima di iniziare: presidente, ds e allenatore stanno scherzando con il fuoco... non sempre, come la scorsa stagione, c'è il lieto fine! Vergognosi, che schifo!”.

Guido: “Dire che sono imbarazzanti è dire poco, secondo me Maran ha poche colpe se il nostro attacco è sterile, se a sinistra non abbiamo giocatori decenti, se la squadra è allo sbando e spezzettata. Mi preparo ad un ritorno da calvario!”.

Faustino: “Avevo intuito il gol dell’ex. Azzardo un’altra previsione: secondo me Maran non mangerà la colomba pasquale a Cagliari”.

Natalino: “Giocando così non si va da nessuna parte, menomale che Maran ha detto che si sono allenati bene, se no ne avremo preso sette. La squadra è da rifondare e al presidente Giulini dico di darsi una mossa, servono giocatori di carattere che diano una svolta alla squadra! Mi auguro di vedere, d'ora in avanti, una squadra grintosa che lotti dall'inizio fino alla fine. Cagliari, non deludermi!”.

Blog Cagliari Calcio 1920 (Fan Page)

Antonello: “Siamo alle solite, la squadra è molle, povera di idee e senza attributi, la società è timida e incapace. Barella va venduto subito, prima che lo brucino!”.

Mauro: “Finché non vedremo i giocatori sudare la maglia, e giocare sempre per vincere, non andremo più allo stadio”.

Mario: “La società è assente, il mercato inesistente, abbiamo un allenatore che non ha voce in capitolo, un ds fantasma e un ambiente indifferente. Non meritate chi vi segue e fa km per sostenervi… la squadra è lo specchio della situazione sopracitata. Meritiamo rispetto!”.

Antonello: “Siamo una squadra sterile che fa felice le squadre avversarie, vorrei sapere cosa pensa Giulini. Il mercato sta per terminare ma di una punta vera neanche l'ombra. Dove vogliamo andare...”.

Miali: “Ho sempre sostenuto che sarebbe stato meglio tenere Lopez e riprendere dall'esperienza del girone di ritorno del campionato scorso. Non amo parlare male degli allenatori ma, fra Maran e Rastelli, la differenza è minima”.

Mario: “La squadra è senza mordente, senza anima, senza gioco credo che sia necessario assumersi le proprie responsabilità a partire dal presidente, passando per le capacità di Carli e Maran! In una sola parola: PENOSI!”.

Massimiliano: “Mi vergogno ma, da quando c'è Giulini, io non mi sono più abbonato, non vado più allo stadio e, chi mi conosce, sa quello che facevo per andare allo stadio ma sono stufo di vedere una squadra senza capo nè coda, con giocatori mandati in prestito per poi pagare per riprenderli (vedi Deiola e Han). Non abbiamo terzini da anni, idem per la seconda punta. Società, dove sei? Manca tutto in questa squadra e io non voglio più soffrire e stare male per chi, per cosa? Forza Cagliari sempre”.

Maxi: “Cerri 10 milioni, Bradaric 5 milioni, Oliva 5 milioni: con 20 milioni la società avrebbe fatto una squadra all’altezza, soldi che non sono stati spesi dal Sassuolo (che è molto più forte di noi)… nel mercato di gennaio non si comprano mai giocatori che vengono da altre realtà perché non ci sono i tempi per ambientarsi, si commettono errori a nastro e questo è il risultato. Non penso che il cambio di allenatore possa sortire miglioramenti, visto che la squadra per 8/11 è da serie B”.

Roberto: “Al di là delle responsabilità societarie sulla composizione della rosa, e sulla mancata correzione dei precedenti errori adesso a gennaio, la dimostrazione che buona parte delle responsabilità sono del mister stanno nel giro di campo, e di ruoli, fatto fare a Faragò, manco fosse chissà quale jolly. La squadra è priva di idee... sono penosi!”.

Davide: “La colpa non è di Maran, a mio avviso. Non ci sono giocatori per ruolo, gli attaccanti sono sterili, lenti e prevedibili e non fanno nulla per migliorare una situazione nota ormai da tempo. Abbiamo dato via Pajac, che era un giocatore che ha dimostrato nettamente di essere migliore del greco (che anche oggi è uscito dal campo autore di una prova incolore). Pavoletti è forte ma ormai le contromisure da prendere con lui sono semplici: se blocchi lui, blocchi tutti... Non penso che risorgeremo contro l'Atalanta ma speriamo che i nuovi innesti siano in grado di darci quello che ci manca per fare, quanto meno, una partita dignitosa”.