Godin: "Ci salviamo e resto al Cagliari"

"Ora sto bene"

pubblicato il 31/03/2021 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2020

"Se fosse facile capire cosa ci è successo farei l’allenatore. E invece ci arriverò più avanti quando farò il corso. Nel girone d’andata abbiamo fatto pochi punti, le sconfitte fanno perdere fiducia. Non credo sia stata colpa di Di Francesco, che mi ha voluto qui ed è un allenatore che sa di calcio". Così Diego Godin ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

Due anni di contratto

"Sei mesi fa Pepe Herrera me lo diceva: “Tu devi andare là, è il posto per te, gli uruguaiani li amano”. Ho fatto due anni di contratto e se ci salviamo vorrei onorarli".

Simeone

"Il Cholo ora posso definirlo un amico. Mi ha dato e insegnato tanto. Sono cresciuto. Giovanni ha tanta forza di volontà e l’atteggiamento giusto. La sua carriera è in ascesa".

Nandez

"Lo conosco dal 2014, oramai è un amico, giochiamo in una nazionale che ha valori. La sua forza è il cuore, in campo lascia tutto. Ha forza fisica, può fare l’esterno come adesso e la mezzala. Dategli solo lo spazio per correre".

Nainggolan 

"Lui voleva ancora sentirsi protagonista, a tutti piace giocare. È arrivato a Cagliari che non giocava da sei mesi, ha avuto il Covid. Non è facile. Ora si sta riprendendo".

Campionato Cagliari

"Voglio dare di più. Ho faticato all’inizio. All’Inter ero in una situazione non semplice, poi il trasloco, quindi nazionale, Covid e un fastidio al polpaccio. Ora mi sento proprio bene".