Gasperini: "Il rigore? Per fortuna c'è il VAR"

"Non era facile vincere"

pubblicato il 14/02/2021 in Interviste da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)

La gara tra Cagliari e Atalanta è terminata con il risultato di 0-1 e Gian Piero Gasperini ha commentato la gara contro i sardi ai microfoni di Sky Sport.

Ecco le sue parole:

"Se non ci fosse stata la prodezza di Muriel… Queste partire le sblocca l’episodio, anche il rigore poteva cambiare tutto ma c’è il VAR. Il secondo tempo abbiamo giocato tanto, abbiamo preso una traversa, eravamo quasi sempre nella loro metà campo. Senza la prodezza di Muriel sarebbe stato difficile vincere.

Muriel capocannoniere dalla panchina? Magari, voi giocate sul suo minutaggio ma è uno tra i più presenti. All’inizio della stagione ha giocato poco perché dovevo conoscere i nuovi, in alcune partite tra l’altro.

Romero? Ha mezzi importanti. È giovane, con possibilità di miglioramenti notevoli. Bisogna stare attenti su alcuni suoi atteggiamenti tipo l’ammonizione assurda di oggi. Ogni tanto prende cartellini da evitare. Oggi ha giocato centro-destra, in quella posizione può migliorare. Può avere un'evoluzione importante.

Real Madrid? Da domani. Domenica giocheremo col Napoli. Finora avevamo poco tempo perché le partite di coppa Italia erano decisive. Lo abbiamo visto giocare, è sempre una squadra fortissima anche non al top. In Champions noi dobbiamo pensare a crescere, da quel tipo di confronti esci più ricco. Se sei bravo te lo porti in campionato.

La Champions? La qualità della Champions è di un livello nettamente superiore a quella del campionato, le partite sono tutte difficili e tirare.

Un successo? È difficile, noi cerchiamo di crescere ma capite che non è così scontato anche se la società ha fatto grandi investimenti. Per vincere il campionato occorrerebbe qualcosa di straordinario, cerchiamo di migliorare. Questo è un campionato difficile, cerchiamo di fare il meglio possibile ogni volta".

Poi le dichiarazioni del tecnico dell'Atalanta in sala stampa

"La partita era incanalata sul pareggio ed è stata risolta da una grande giocata di Muriel. Capisco la rabbia del Cagliari, che attraversa un momento difficile e non merita questa classifica. Noi abbiamo fatto la nostra partita, e capisco che il nostro gol al 90' e il mancato rigore li abbia fatti arrabbiare. Oggi il Cagliari ha interpretato una grande gara, come se fosse la sua ultima spiaggia, ma abbiamo avuto le occasioni migliori e l'episodio di Muriel è stato decisivo. Abbiamo la gara con il Napoli ora, dovremmo fare un campionato solo noi, credo che il campionato sia bello anche nella parte alta della classifica, tutte queste partite ci hanno tolto energia, tra dieci giorni abbiamo il Real ma adesso dobbiamo pensare al campionato. Il Papu ha segnato? Sono contento per lui. Sono contento del nostro risultato e anche della partita, è stata una gara difficile contro questo Cagliari".

(Alexandra Atzori, inviata)