Pirlo: "Cagliari ottima squadra, per noi gara fondamentale"

"Di Francesco grande allenatore"

pubblicato il 20/11/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2020

Il tecnico della Juventus Andrea Pirlo ha parlato ai microfoni di JTV alla vigilia della sfida tra i bianconeri e il Cagliari di Di Francesco, in programma domani sera a Torino.

Ecco le sue dichiarazioni, così come riportato da gianlucadimarzio.com:

"Juve-Cagliari? Una gara fondamentale per noi, perché veniamo da un'inattività dalla nazionale e ci serve per il nostro percorso di crescita. Adesso deve iniziare il nostro campionato, il periodo di adattamento è finito. 

Da ora fino a Natale avremo 10 partite da giocare come se fossero delle finali. Quindi già da domani voglio vedere uno spirito diverso, combattivo e bisognerà giocare con grande forza per raggiungere il risultato.

Cagliari? Un’ottima squadra allenata da un ottimo allenatore. Di Francesco ha portato grande entusiasmo, un buon sviluppo di gioco sia quando impostano a tre che a quattro. Hanno giocatori bravi e di esperienza sia a centrocampo che in attacco, ma voglio vedere la fame di voler vincere ogni partita senza tralasciare il minimo dettaglio. 

Quello che è sempre stata la Juve in questi anni.

Sosta utile? Non lo so se è merito nostro, loro sono sicuramente giocatori forti. Magari alcuni avevano giocato un po’ meno nell’ultimo periodo e giocare in nazionale gli ha fatto bene per prendere fiducia e ritmo. Siamo contenti che siano tornati con grande voglia e quindi ora sono pronti per giocare.

De Ligt e Alex Sandro? Stanno bene. De Ligt si allenava con noi già da un po’ e poi abbiamo aspettato il responso dell’ortopedico e adesso è tutto a posto quindi è pronto per giocare.

Alex Sandro si è allenato con noi l’ultima settimana, ci vorrà un po’ più di tempo per vederlo dall’inizio però è convocabile.

Stadio a porte chiuse? Non c’è più questo senso di paura delle squadre più piccole di venire a giocare allo Stadium o San Siro con il pubblico quando c’era una grande atmosfera con un po’ di pressione. 

Si è un po’ ribaltato tutto però siamo in un periodo particolare e siamo abituati da un po’ a fare questo tipo di partite”.