Giampaolo: "Meritavamo di più"

"Siamo stati sfortunati"

pubblicato il 18/10/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

La gara tra Torino e Cagliari è terminata con il risultato di 2-3 ed Marco Giampaolo è appena arrivato ai microfoni di Sky per commentare la prestazione dei suoi contro i rossoblù. 

Ecco le sue parole:

 “Abbiamo fatto buone cose e altre meno buone con letture collettive e individuali. Il processo di miglioramento passa da questo, sul piano del gioco abbiamo fatto meglio, in fase difensiva peggio. Il risultato ci penalizza oltremodo, avremmo meritato di più. Ci manca anche un po’ di fiducia perché mancano i risultati.

Lukic? Ha fatto una buona partita. L’ho fatto giocare perché davanti non avevamo attaccanti, Verdi poteva darmi una possibilità in più durante la partita. Poi ha sbagliato ma pazienza, Lukic mi è piaciuto comunque.

Il nostro lavoro? Continuiamo così, non abbiamo avuto possibilità di allenarci con continuità per problemi vari e le Nazionali. Credo di migliorare la squadra con il lavoro.

Le caratteristiche dei centrocampisti? Ti con sa fare un po’ tutto, non è un regista classico ma lo fa abbastanza bene. Dobbiamo usare le sue caratteristiche per giocare diversamente. È un giocatore che durante la partita è sempre utile ovunque.

Il regista manca? Abbiamo fatto delle scelte in campagna acquisti. Abbiamo deciso di prendere qualcuno in avanti perché a centrocampo avevamo garanzie.

A Firenze male, con l’Atalanta meglio, oggi ancora meglio. Devo commentare una sconfitta ma le prestazioni sono buone. Dobbiamo fare qualche punto per lavorare con fiducia.

Gojak? L’ho visto per la prima volta ieri, lo abbiamo preso per usarlo da otto/dieci.

È un peccato che nelle ultime partite abbiamo fatto 4 gol e raccolto 0 punti. Il futuro dell’attacco? C’è Zaza, Edera, Millico e Belotti. Per giocare così vanno bene. Se esco dalla logica del risultato vedo che la squadra sta crescendo.

Il nostro percorso? Alla prima siamo arrivati inadeguati dal punto di vista fisico e tecnico, nella seconda avevamo davanti l’Atalanta. Contavo di far punti oggi e alla prima perché con una classifica come la nostra le partite diventano tutte molto importanti".