Zenga: "Vogliamo stare nella parte sinistra della classifica"

"Rispetto di tutti e paura di nessuno”

pubblicato il 23/06/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
Foto: Valerio Spano

Spal-Cagliari è terminata il risultato di  0-1 e Walter Zenga ha commentato così la vittoria dei suoi.

Ecco le sue parole:

“Prima della partita ho detto ai ragazzi di archiviare Verona, oggi la squadra ha dato un’immagine diversa di sé rispetto alla prima uscita.

La mia reazione sul miracolo di Olsen? Mi sono arrabbiato come ho quasi esultato sulla punizione di Rog nel primo tempo.

Olsen e Cragno? Sono due grandi portieri, avevo parlato con loro prima di Verona dicendogli che li avrei alternati.

I margini di miglioramento del Cagliari e Birsa regista? A Verona avevamo Cragno, Ceppitelli e Gaston che avevano giocato poche partite. Poi a Verona mancavano Nainggolan, Pedro e Ragatzu che per noi è importante. Nella seconda amichevole alla Sardegna Arena avevamo provato Borsa regista in assenza di Cigarini. Lo rivedremo? Sì.

Il valore di Simeone? Due partite e due gol (ride n.d.r.).

Quando siamo tornati da Verona, noi dormiamo tutti insieme ad Asseminello, lo faremo anche stasera, e ci siamo allenati la mattina dopo ho voluto fare un discorso positivo alla squadra. Con tutte queste partite c’è bisogno di tutti, sottolineo di nuovo l’entrata in campo di Ragatzu e l’esordio di Carboni.

Problema motivare i ragazzi? No, bisogna pensare in grande. Chi parte sconfitto ha già perso. Noi sappiamo che vogliamo fare, stare nella parte sinistra della classifica. La nostra filosofia è rispetto di tutti e paura di nessuno”.