Ielpo: "Il Cagliari? Rischia di non essere nemmeno una buona 500"

L’ex portiere rossoblù sulla situazione in casa Cagliari

pubblicato il 10/04/2014 in Interviste da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori

C’era chi lo amava e chi no, ma comunque è stato una bandiera del Cagliari tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta: stiamo parlando di Mario Ielpo, ex portiere di Cagliari e Milan, attualmente avvocato, che ai microfoni di Tuttomercatoweb ha parlato della situazione attuale della squadra rossoblù, rilasciando le seguenti dichiarazioni:

“E' un momento davvero difficile, c'è tanta confusione. La squadra ora rischia di rientrare nella lotta per la retrocessione. Non c'è lo stadio, il presidente sembra più interessato al Leeds che al Cagliari, cambiano ogni due giorni l'allenatore, la situazione è davvero brutta per una squadra importante come quella sarda. Il Cagliari paragonato ad una Fiat 500? Dipende tutto da Cellino, non vedo la differenza tra Leeds e Cagliari, dipende da lui far diventare la squadra una Ferrari, anche una buona 500 adesso rischia di non essere più se continua a perdere”.