Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Le pagelle

Avramov super, Ibarbo “Il treno”. Deludono Cossu e Pinilla

Condividi su:

Avramov: 8. Sarebbero troppi gli aggettivi da utilizzare per definire la sua prestazione. Ne scegliamo uno: “superlativo”. Salva la porta rossoblu con almeno quattro interventi decisivi: migliore fotografia della sua serata la splendida parata sul tiro all’incrocio di Maicon.

Pisano: 6. Difende con attenzione e comincia a rivedersi anche in avanti, con qualche cross interessante. Sta pian piano trovando la forma migliore.

Rossettini: 6,5. Attento, controlla alla perfezione le sortite avversarie e talvolta imposta con sicurezza. Unica disattenzione, insieme a Pisano, il tentativo fallito di fuorigioco che per poco non permetteva a Strootman di festeggiare il gol.

Astori: 6,5. Idem come il compagno di reparto Rossettini. Sicuro e padrone della difesa. Sta ritornando il “tedesco” che eravamo abituati ad ammirare.

Murru: 6,5. Non solo regge bene l’urto dei velocisti della Roma, ma si propone continuamente nella metà campo avversaria, spesso però non crossando adeguatamente. Tuttavia, il ragazzo migliora partita dopo partita.

Conti: 6,5. Il cartellino macchia una prestazione ordinata da parte del capitano, che costruisce un muro dinnanzi alla difesa che gli avversari faticano a superare, dovendo sempre allargare il gioco. Baluardo intramontabile.

Eriksson: 6. Tanta grinta e generosità messa in campo dallo svedese. Ma i piedi poco buoni si notano, soprattutto quando sarebbe utile impostare con tranquillità.

Dessena: 6. Partita di sacrificio per il centrocampista rossoblù, che non disdegna gli inserimenti in area avversaria, ma gioca più che altro in copertura, per contenere gli attacchi avversari.

Cossu: 5,5. Poco presente in campo, si fa notare solo per un cross sul quale svetta Ibarbo, con il pallone che viene salvato da un prodigioso intervento di De Sanctis. Chiede il cambio a causa di un risentimento muscolare (dal 80’ Cabrera: 6).

Sau: 6. Generoso, prova a impegnare la difesa capitolina, ma è troppo spesso isolato. Cerca tuttavia di far salire la squadra, e alcune volte prova con scarso successo il tiro (dal 64’ Pinilla: 5,5).

Ibarbo: 7,5. Ribattezzato “Il treno” dal telecronista durante la gara, il colombiano è onnipresente. Attacca, difende, rincorre gli avversari in tutte le parti del campo. Talvolta ignora i compagni quando, nelle corse verso l’area della Roma, tende ad abbassare il capo, imbottigliandosi tra le maglie giallorosse. Sfiora il gol del vantaggio grazie a una grande parata del portiere romanista (dal 93’ Ariaudo: sv).

Chi sale

Sono due i giocatori simbolo del Cagliari nel match dell’Olimpico. Avramov e Ibarbo hanno contribuito in maniera decisiva a portare a casa un prezioso pareggio. La “perla nera” è stato incontenibile; per Avramov invece sorge spontanea una domanda: “Come si fa a lasciarlo in panchina?”. Presidente e dirigenza se lo domandino.

Chi scende

Cossu e Pinilla sono stati insufficienti in questa partita. Il cagliaritano è sembrato troppo molle contro una difesa arcigna come quella giallorossa, faticando a trovare la posizione in campo; il cileno si è invece intestardito a giocare da solo, cercando improbabili dribbling e non dialogando con i compagni. Siamo però certi che entrambi troveranno l’occasione per riscattarsi.

Condividi su:

Seguici su Facebook