Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pari della speranza: le pagelle rossoblù

I nostri giudizi sul Cagliari, che pareggia all'ultimo respiro a Salerno

La Redazione
Condividi su:

Cragno: 6. Ammonito per proteste poco prima del vantaggio su rigore della Salernitana, viene spiazzato da Verdi. Per il resto è inoperoso.

Ceppitelli: 5.5. Qualche errore di troppo nel disimpegno. Tagliato fuori dal movimento di Kastanos nell’azione che porta al rigore dei granata (Dal 78’ Baselli: 6. Il cross teso arriva sulla testa di Altare che trova il gol)

Lovato: 5.5. Sbaglia alcuni palloni semplici, ma soprattutto commette un  fallo su Kastanos che genera il rigore per la Salernitana.

Altare: 7. Sale con personalità ed è preciso in tutti gli interventi. Un suo colpo di testa regala al Cagliari il pareggio.

Bellanova: 6.5. Sale con costanza per creare superiorità. 

Grassi: 6.5. Bravo negli interventi difensivi. Un suo gran tiro di sinistro scheggia il palo, strozzando l'esultanza.

Deiola: 6. Combatte a centrocampo e offre equilibrio (Dal 70’ Pereiro: s.v.)

Rog: 6. Smista e abbina le due fasi. Qualche volta allunga troppo la palla, finendo per perderla (Dal 58’ Marin: 6. Cerca di cambiare ritmo).

Lykogiannis: 5.5. Non perfetto, in alcune circostanze arriva in ritardo. È utile però in copertura.

Joao Pedro: 6+. Molto dinamico, svaria e offre opportunità. Prova il tiro dopo una bella giocata, ma è debole. Gira anche di testa, anche se centrale.

Pavoletti: 5.5. Va vicinissimo al gol con un colpo di testa, poi nulla più. Merita il giallo per una scivolata ruvida (Dal 70’ Keita: 6. Offre una mano per tentare di raggiungere il pareggio).

All. Agostini: 6. All’esordio sulla panchina dei “grandi” non cambia modulo, dando fiducia al 3-5-2. I suoi giocano una partita ordinata, subendo pochissimo e andando sotto per un rigore forse troppo generoso. All’ultimo respiro arriva un pareggio che ancora mantiene accesa la fiammella della speranza.

Condividi su:

Seguici su Facebook