Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Joao incanta, ma la difesa è horror: le pagelle rossoblù

I nostri giudizi sul Cagliari, che incassa ben 5 reti a Udine

La Redazione
Condividi su:

Cragno: 5. Salva due volte su Beto ma nella stessa azione capitola su Becao. Cade su Beto che domina e trova ben tre reti. Nulla può fare su Molina, autore di un gol incredibile col pallonetto.

Goldaniga: 5. In estrema difficoltà sullo strapotere fisico degli attaccanti dell’Udinese.

Lovato: 4.5. Gli avversari lo puntano parecchio, lui è distante in marcatura e pare proprio non capirci nulla in un pomeriggio disgraziato (Dal 75’ Walukiewikz: s.v.)

Altare: 5. Beto sbuca alle sue spalle e trova il gol. In costante affanno sulla rapidità dei bianconeri (Dal 53’ Keita: 5.5. Impegna subito Silvestri in acrobazia. Poi nulla più)

Zappa: 5. Va vicinissimo alla rete con un destro che termina di poco a lato. Unica nota positiva di una gara davvero difficile (Dal 67’ Rog: 7. Voto di buon auspicio affinché il centrocampista, al rientro dopo il calvario del doppio infortunio, riesca ad aiutare i compagni per raggiungere una complessa salvezza)

Deiola: 5. Contribuisce alla ripartenza che porta al vantaggio rossoblù, ma al tempo stesso partecipa negativamente alla terza marcatura dei padroni di casa, non riuscendo a contrastare Success in contropiede (Dal 53’ Baselli: s.v. Ammonito per un duro intervento, non detta il cambio ritmo)

Grassi: 5. Effettua una super chiusura su Beto lanciato a rete. Giallo per un intervento ingenuo su Pereyra, così come è ancora più ingenuo il secondo cartellino, rimediato per simulazione.

Bellanova: 5. Schierato a sinistra, da quella posizione non è in grado di incidere.

Dalbert: 6. Sfiora la rete impegnando Silvestri e prende il giallo per un intervento su Success. Partecipa attivamente al gol del Cagliari con un anticipo e corre tanto, risultando uno dei più positivi tra i rossoblù.

Pereiro: 5. Qualche buon colpo ma spesso fine a sè stesso (Dal 75’ Carboni: s.v.)

Joao Pedro: 6. Inizia col botto, con una grande giocata per Dalbert e un gol pazzesco di sinistro che sblocca la partita. Poi come il resto della squadra si perde.

All. Mazzarri: 4. I suoi vanno in vantaggio ma non riescono ad amministrare il punteggio, finendo per naufragare in quello che sembra il secondo episodio di un terribile film horror, dopo il poker incassato all’andata. Inspiegabile la gestione delle marcature e l’incredibile distanza tra i reparti.

Condividi su:

Seguici su Facebook