Bellanova fa vibrare la traversa, Pavo si sblocca ma non la chiude: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, sconfitto 2-1 dalla Roma

pubblicato il 27/10/2021 in Il Borsino Rossoblù da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
2021

Cragno: 5.5. Non perfetto nella respinta, nei primi 45’ serve palla con i pugni ad Abraham che per poco non segna. Salvato dalla traversa colpita da Pellegrini, cade sul colpo di testa di Ibanez. In seguito viene trafitto con una punizione perfetta da Pellegrini.

Zappa: 5.5. Cicca il pallone che Pellegrini fa sbattere sulla traversa. Ci prova dalla distanza ma il tiro è scontato.

Ceppitelli: 6. Rischia di perdere Abraham ma rimedia. Per il resto nessuna sbavatura.

Carboni: 6. Chiude bene sugli attaccanti avversari. Attento nel pressing.

Lykogiannis: 6. Quando sale e accelera mette in difficoltà la Roma. Nel secondo tempo Zaniolo gli sfugge e lui lo atterra prendendo l’ammonizione. Da quella punizione si genera il secondo gol romanista.

Bellanova: 7. Va vicinissimo al vantaggio colpendo clamorosamente la traversa. Senza volerlo offre a Pavoletti l’assist per l’1-0. Attento in copertura, serve ancora a Pavoletti un ottimo cross, che per poco non frutta il raddoppio, prima di essere preso sul tempo da Ibanez che trova il pareggio.

Grassi: 5.5. Si nasconde un po’ troppo tra le maglie avversarie. Nel primo tempo perde un brutto pallone generando il contropiede ospite (Dal 79’ Oliva: s.v.)

Marin: 6.5. Bravissimo ad aprire per Bellanova che sfiora il gol. Inizia l’azione che porta al vantaggio e vince numerosi duelli.

Deiola: 5.5. Svolge il compito ma senza strafare (Dall’82’ Keita: s.v.).

Joao Pedro: 6. Quando prende palla crea scompiglio. Colpisce di testa sugli sviluppi di una punizione ma la palla è centrale. Merita il giallo per una sbracciata.

Pavoletti: 7. Sfrutta un rimpallo per portare i suoi in vantaggio, trovando la prima rete stagionale. Si mangia il raddoppio, dopo essere scivolato, a tu per tu con Rui Patricio. Salva su un tiro ravvicinato di Afena, poi impegna severamente di testa il portiere della Roma: appena 30’’ più tardi gli avversari pareggiano. Encomiabile per impegno.

All. Mazzarri: 6. Imposta una partita fondata su difesa e ripartenza. Dopo il vantaggio spera nel raddoppio di Pavoletti senza giocarsi alcun cambio, la Roma nel frattempo pareggia e poi si porta avanti. Il tecnico, con poche chance in panchina, si gioca il tris d’attaccanti, senza fortuna. Nonostante la sconfitta, resta la prestazione, incoraggiante, da cui ripartire.