Nandez e Cragno gli unici incolpevoli: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari che perde 3-0 in casa della Fiorentina

pubblicato il 24/10/2021 in Il Borsino Rossoblù da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

Cragno: 6. Attento all'inizio su Saponara, incolpevole su Biraghi e Nico Gonzalez, a fine primo tempo evita il tris viola uscendo su Vlahovic. Sulla punizione del serbo invece può solo applaudire.

Zappa: 5. Sale male sul raddoppio viola e si perde Saponara che poi serve l'assist a Nico Gonzalez. Gioca una gara sottotono. Dal 58' Pereiro: 5,5. non si sente la differenza dopo il suo ingresso in campo, ma le colpe non sono sue. Però avrebbe potuto fare qualcosa di più.

Ceppitelli: 5. Anche lui come Carboni non perfetto quando la Fiorentina attacca, non fa sentire il suo fisico ed è spesso una frazione in ritardo.

Carboni: 5. Soffre Vlahovic, va in difficoltà nei palloni alti, non è la sua partita, e lo stesso vale per il Cagliari.

Caceres: S.V. Si fa male dopo 20' ed è costretto ad uscire. Dal 24' Bellanova: 5. Non porta l'effetto sperato, va in difficoltà dalle sue parti, ma è in buona compagnia.

Nandez: 6. Parte bene con un paio di iniziative personali ma poi si eclissa, ma è comunque l'unico a salvarsi in un brutto primo tempo. Nella ripresa si fa male mentre scatta e deve abbandonare il campo. Dal 70' Obert: 6. Esordio per il polacco classe 2002. Non è stata la partita migliore come cornice, ma c'è stato qualche buono spunto che fa sperare per il futuro.

Marin: 4,5. Oggi non era la sua partita, assente in fase di costruzione e poco presente in fase di non possesso, commette il fallo (prendendo anche il giallo) che poi porta al tris di Vlahovic.

Deiola: 4,5. Non si nota nel centrocampo rossoblu, troppo compassato e poco nel vivo del gioco, insieme a Marin si divide le colpe per un centrocampo con troppi buchi. Dal 58' Grassi: 5,5. Entra a tempesta in corso e fa quello che può, ma non basta comunque.

Lykogiannis: 5,5. Mette una pezza su un cross pericoloso di Vlahovic, poi cerca di limitare i danni ma non fa molto.

Keita: 5. Procura ingenuamente il rigore per la Fiorentina, ma è anche un pochino sfortunato. Si muove molto ma combina poco, l'impegno c'è ma l'efficacia meno. Dal 58' Pavoletti: 5,5. Anche lui come tutto il reparto offensivo tocca pochi palloni, entra quando la partita è ormai compromessa, non cambia nulla.

Joao Pedro: 5. Viene cercato poco, lui si dà da fare come può ma non gli arrivano molti palloni. Ancora più impalpabile nella ripresa, quando la barca affonda definitivamente. Una giornata storta può capitare a tutti.

Mazzarri: 5. La sua squadra non entra mai veramente in partita, dopo l'episodio del rigore crolla, non dà mai l'impressione di poter fare male alla Fiorentina. I cambi non portano nulla, la gara del Cagliari finisce a inizio ripresa. Un passo indietro rispetto al match contro la Sampdoria.